Banchi vuoti scuola
Banchi vuoti scuola
Scuola e Lavoro

Puglia, nuovo anno scolastico e vecchi problemi, all'appello mancano i docenti

Verga (Uil Scuola Puglia): «Migliaia sono i supplenti da nominare e di oltre 500 posti è il deficit di ATA»

«Banchi pieni e cattedre vuote. Ancora una volta gli uffici dell'Usr e degli istituti regionali hanno dovuto fare i salti mortali per consentire un regolare inizio dell'anno scolastico, ma oggi, nel primo giorno di scuola, c'è già un appello al quale in tanti hanno risposto 'assente', quello dei docenti».

Lo dichiara Gianni Verga, segretario generale della Uil Scuola Puglia, il quale nel rivolgere il consueto augurio di buono studio a tutti i ragazzi e le ragazze che si apprestano a iniziare il nuovo anno scolastico, ricorda come: «il Ministero non ha ancora colmato la clamorosa vicenda del reclutamento del corpo docente in Puglia, in cui migliaia sono i supplenti da nominare, oltre 500 posti è il deficit di ATA e dove ormai si è abituati ad andare avanti esclusivamente grazie al senso del dovere delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto».

«Cogliamo l'occasione – conclude Verga – per rivolgere un accorato appello al nuovo governo, nato da pochi giorni: la scuola torni ad essere il fulcro dell'agenda politico-programmatica dell'Esecutivo. Basta con le solite politiche che hanno visto la scuola tramutarsi nel bancomat della nazione: investire nella scuola significa investire nel futuro del Paese e va fatto con decisione e immediatezza, soprattutto in regioni come la nostra molto vicine al 20% di dispersione scolastica».
  • Scuola
  • uil bat
Altri contenuti a tema
Uil Scuola Bat: al via ad un corso di formazione per i docenti di sostegno privi del titolo di specializzazione Uil Scuola Bat: al via ad un corso di formazione per i docenti di sostegno privi del titolo di specializzazione Per partecipare, gli iscritti alla Uil scuola dovranno inviare entro il 31 ottobre il modulo di adesione
Unimpresa Bat: "Anche quest'anno i libri della scuola primaria sono un miraggio" Unimpresa Bat: "Anche quest'anno i libri della scuola primaria sono un miraggio" Il ritardo sarebbe addebitabile alla procedura adottata dall'Ufficio Pubblica Istruzione del Comune
Puglia, pochi insegnanti di sostegno. Si consiglia di lasciare a casa i ragazzi Puglia, pochi insegnanti di sostegno. Si consiglia di lasciare a casa i ragazzi Anffas: «Discriminazione per evitare la quale alcuni genitori si sono offerti come insegnanti ad interim per i propri bambini»
Libri di testo, Sinisi (Confcommercio): “Chiediamo chiarezza su alcune procedure” Libri di testo, Sinisi (Confcommercio): “Chiediamo chiarezza su alcune procedure” Chiesto l’intervento del Commissario prefettizio Tufariello in merito ad una vicenda che riguarda un cartolibraio associato
IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia: tutti gli appuntamenti nella Bat IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia: tutti gli appuntamenti nella Bat Iniziative nelle scuole di Trani, Andria e Bisceglie
Insegnanti a scuola di Protezione Civile presso il Dipartimento regionale Insegnanti a scuola di Protezione Civile presso il Dipartimento regionale Il percorso formativo per i docenti -che coinvolgerà anche Andria- si svilupperà nell’arco di 5 giornate
Vicenda comodato d’uso gratuito per i libri di testo: si paventa la lesione della privacy da parte di alcune scuole Vicenda comodato d’uso gratuito per i libri di testo: si paventa la lesione della privacy da parte di alcune scuole Nota del comitato Genitori Andriesi che stigmatizza l’operato poco corretto tenuto da addetti ai lavori di alcune scuole cittadine
Testi in comodato d’uso gratuito per scuole secondarie, Comitato Genitori Andriesi: "Non ci sentiamo agitatori di popolo" Testi in comodato d’uso gratuito per scuole secondarie, Comitato Genitori Andriesi: "Non ci sentiamo agitatori di popolo" E' il tempo dei chiarimenti su una vicenda che ci auguriamo al più presto possa completamente definirsi
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.