IMG JPG
IMG JPG
Associazioni

Onda d'Urto: "Quattro anni di silenzio delle istituzioni"

Teresa Calvano al via con (T)urban Wave, un turbante per le malate oncologiche

​Ancora attese e silenzi assordanti per Onda d'urto che, nonostante le numerose sollecitazioni rivolte alle istituzioni, è ancora in attesa di un profilo della salute.

​"Non si riesce veramente a capire dove sia l'inghippo, dopo quasi quattro dalla promessa del sindaco Giorgino di redigere questo strumento utile per comprendere meglio dove e come intervenire nella vita quotidiana della comunità andriese per migliorarne la vivibilità e sostenibilità - afferma il presidente dell'associazione cittadina, Antonio Tragno - Siamo inoltre in attesa che la Asl/Bt pubblichi il Registro dei tumori, aggiornato con dati fermi al 2012 che, come da intervista rilasciata dal dirigente Asl, Ottavio Narracci, evidenzia un picco nelle malattie neoplastiche sui cittadini andriesi più giovani; ma soprattutto in attesa che il progetto Onda d'Urto, che ripetiamo ancora una volta, nulla c'entra con il registro dei tumori, ma mira a studiare attraverso un metodo scientifico e non attraverso un metodo basato sulle emotività della gente, le malattie neoplastiche tra giovani e giovani adulti (0-50 anni) sul territorio andriese, venga finalmente fatto oggetto di discussione seria e non solo a parole.

Mentre siamo ancora in attesa che qualcosa si muova nei piani alti delle istituzioni presenti in città (Comune e Asl Bt) stiamo degustando l'amaro ma anche un ottimo dolce: annunciamo con enorme piacere la costituzione all'interno di Onda d'Urto di un gruppo di lavoro per malati oncologi, fortemente voluto dalla nostra tesserata e componente del direttivo, Teresa Calvano".

Teresa, ideatrice della pagina FB "Anime Belle di Teresa Calvano #FuckCancer", sarà la referente del gruppo di lavoro e del primo progetto dello stesso che riguarda la realizzazione di turbanti da donna che in parte saranno donati a reparti oncologici distribuiti su tutto il territorio italiano, e non solo, ed in parte saranno messi a disposizione chi vuole contribuire a questo progetto con una piccola donazione che sarà destinata solo ed esclusivamente al gruppo di lavoro denominato.
  • onda d'urto
Altri contenuti a tema
Onda d'Urto: "Lunedì l'incontro con il dr. Coviello, dirigente Asl" Onda d'Urto: "Lunedì l'incontro con il dr. Coviello, dirigente Asl" Sotto i riflettori l'aumento di malati di leucemia ad Andria
Onda d'Urto: tessera n°155 per la "Jannuzzi-Di Donna" Onda d'Urto: tessera n°155 per la "Jannuzzi-Di Donna" Giunge un altro contributo scolastico per la ricerca contro il cancro
Registro tumori. Onda d'urto: "Necessari dati in tempo reale" Registro tumori. Onda d'urto: "Necessari dati in tempo reale" All'incontro a Barletta sarà presente anche il presidente della Regione Emiliano
Onda d'urto dà il benvenuto ai medici del gruppo di ricerca Onda d'urto dà il benvenuto ai medici del gruppo di ricerca Al lavoro il tavolo scientifico sulle cause dei tumori ad Andria. Ci sarà anche il prof. Ria
Onda d'Urto: il cancro spiegato ai bambini Onda d'Urto: il cancro spiegato ai bambini Il contributo economico della IID della scuola "Federico II"
Onda d'Urto: "Profilo della salute di Andria, dopo 4 anni ancora il nulla" Onda d'Urto: "Profilo della salute di Andria, dopo 4 anni ancora il nulla" L'associazione sollecita le istituzioni a pubblicare i dati sul benessere sanitario
Cancro, Onda d'Urto: "Cinque medici a lavoro" Cancro, Onda d'Urto: "Cinque medici a lavoro" L'associazione fa appello alla cittadinanza per cercare fondi e sostenere la ricerca
"Onda d’urto" cerca due medici per il tavolo scientifico "Onda d’urto" cerca due medici per il tavolo scientifico Ad ognuno una borsa di studio dal valore di 500 euro
© 2001-2017 AndriaViva è un portale gestito dall'associazione Progetto Futuro. Partita iva 07930130724. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.