Opposizione centrosinistra andria
Opposizione centrosinistra andria
Politica

Nuova giunta, centrosinistra: "Cambiamento o cambiaVento?"

"E in futuro, visto che quasi niente in giunta è cambiato, si presuppone che quasi niente cambierà"

Il centrosinistra del consiglio comunale di Andria commenta la nuova giunta nominata da Giorgino con una nota in cui si pongono tante domande sul "piglia e metti là..."

«L'azzeramento della giunta per inadeguatezza del ruolo politico ricoperto - secondo quanto comunicato dal sindaco – ha portato all'insediamento della quarta giunta in tre anni. Questo - sempre secondo quanto detto dal sindaco – avrebbe dovuto portare nuovo slancio, competenza e rinnovamento all'attività amministrativa. Peccato che non si capisce di quale rinnovamento parliamo. Condotto secondo quali criteri?
Aveva visto sbagliato, il Sindaco, riguardo alle attitudini degli assessori che ora hanno un'altra delega? Il loro lavoro è stato "inadeguato" nelle posizioni assunte in precedenza? È stata una scelta con loro condivisa? È stata una nuova decisione del Sindaco, o un atto di forza dei partiti che si sono imposti sulla sua azione?
In sintesi ci ritroviamo con quattro assessori esclusi, cinque assessori risistemati e quattro assessori tra ritorni e new entry. Di quale cura verso la città stiamo parlando? Ancora una prova di tenuta della maggioranza? Cambiamento o cambiaVento?
Questa nuova scelta di azzeramento ricorda il "piglia e metti là …" di Gigi Proietti quando negli anni 90 insegnava un balletto prendendo in giro la ripetitività e la poca originalità dei passi previsti. Ecco quello di Giorgino è proprio quel balletto lì. Un balletto peraltro completamente fuori tempo.
Questo rimescolamento era l'ultima cosa di cui la nostra città aveva bisogno visto il momento che stiamo attraversando. Al momento siamo i destinatari di una corposa e preoccupante relazione finale dell'esito dell'indagine ispettiva condotta dal Ministero delle Economie e Finanze. E abbiamo la necessità - in tempi brevissimi - di attuare tutte le azioni amministrative necessarie per porre rimedio ad una lunga serie di irregolarità, inadempienze ed inefficienze riscontrate e documentate.
O forse questa mossa del Sindaco è servita proprio a questo? In effetti discontinuità vuol dire frammentazione delle responsabilità, ovvero impossibilità di accertare, in sede di ispezione, le responsabilità specifiche delle scelte politiche e dell'attività amministrativa che in questo tempo hanno condotto il nostro comune in una grave crisi finanziaria.
Solo a titolo di esempio: lavori pubblici che non vengono resi fruibili alla cittadinanza; effetti della sentenza del TAR su IMU e TASI 2015 che non vengono affrontati negli atti di bilancio nascondendosi dietro le lungaggini burocratiche; gravi ritardi nel pagamento dei fornitori di beni e servizi; innovazione sociale mancante nelle varie dimensioni della città; recupero dell'evasione …
Come potranno i nuovi assessori e i precedenti con deleghe ormai diverse attivarsi prontamente per dare impulso alle azioni richieste dal Ministero dell'Economia e delle Finanze nel termine di 120 giorni? Grazie a questo azzeramento abbiamo già perso inutilmente oltre 30 giorni. E in futuro, visto che quasi niente in giunta è cambiato, si presuppone che quasi niente cambierà».
  • Consiglio comunale
Altri contenuti a tema
Vurchio (Pd): "Assessorati incapaci di intervenire per soluzione dei problemi" Vurchio (Pd): "Assessorati incapaci di intervenire per soluzione dei problemi" Ancora strascichi polemici circa quanto avvenuto nel corso dell'ultimo consiglio comunale. Il video
Consiglio comunale: scoppia la polemica dopo il rinvio dei provvedimenti sui dehors e carico scarico merci Consiglio comunale: scoppia la polemica dopo il rinvio dei provvedimenti sui dehors e carico scarico merci I chiarimenti ed i distinguo corrono sulla rete, Pierpaolo Matera ed Antonio Nespoli
Consiglio comunale, regolamento su carico-scarico: la maggioranza non ha i numeri Consiglio comunale, regolamento su carico-scarico: la maggioranza non ha i numeri Le opposizioni lasciano l'aula, manca il numero legale. Laura Di Pilato entra nel gruppo misto
Consiglio Comunale: seduta quest'oggi alle ore 18.30   Consiglio Comunale: seduta quest'oggi alle ore 18.30   In seduta pubblica ed in adunanza ordinaria
Consiglio Comunale: seduta venerdì 9 novembre ore 18.30 Consiglio Comunale: seduta venerdì 9 novembre ore 18.30 Tra gli argomenti, la ratifica della delibera di giunta avente ad oggetto "Variazione al bilancio di previsione finanziario 2018/2020"
Centrosinistra: “maggioranza arrogante e sorda ha reso Andria un interregno anarchico” Centrosinistra: “maggioranza arrogante e sorda ha reso Andria un interregno anarchico” "La maggioranza politica non è assente. Peggio! È distante!", tuonano i rappresentanti del centrosinistra cittadino
Nespoli (Forza Italia): "Pericolosa stasi nell'elaborazione del Piano di Riequilibrio Pluriennale" Nespoli (Forza Italia): "Pericolosa stasi nell'elaborazione del Piano di Riequilibrio Pluriennale" Il consigliere comunale azzurro assicura il massimo impegno da qui a novembre per scongiurare taglio di altri servizi primari
Mancate dimissioni, Zinni (ESP): "Tante belle parole portate via dal vento e dalla pioggia di oggi" Mancate dimissioni, Zinni (ESP): "Tante belle parole portate via dal vento e dalla pioggia di oggi" "I consiglieri di maggioranza del Comune di Andria rimangono attaccati alle proprie poltrone: TUTTI!"
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.