Pesche ed albicocche
Pesche ed albicocche
Territorio

Natura in tilt per il caldo: frutta più dolce e fuori stagione

Coldiretti Puglia. Sui banchi ancora angurie, pesche e susine

Ancora angurie, pesche e susine sulle tavole dei pugliesi, con il caldo anomalo che manda la natura in tilt e sconvolge le abitudini alimentari con frutta tipicamente estiva come angurie,m pesche e susine sui banconi di supermercati e negozi con il sole di autunno che ha alzato il grado zuccherino dando ai raccolti un ancora più dolce e piacevole. E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti Puglia, anche nei mercati di Campagna Amica sugli effetti delle temperature "bollenti" nel mese di ottobre dopo un settembre che si posiziona già come il secondo più caldo mai osservato, con una temperatura media superiore di 3,1 gradi la media climatica del periodo 1991-2020 secondo gli esperti dell'Osservatorio geofisico modenese Unimore.

Sulle tavole dei consumatori arrivano le susine tardive, le Angelerie, nonostante in questo periodo tradizionalmente i consumi propendono verso prodotti tipicamente autunnali (mele, pere, castagne, kaki, uva da tavola, fichi d'India), perché sono ancora ampiamente presenti sul mercato – rileva Coldiretti - prodotti tipicamente estivi come le albicocche, le pesche e le nettarine, le susine, i meloni (non solo quelli invernali, ma anche quelli lisci e retati), fino alle angurie.

Prodotti che, con il clima anomalo, sono molto ricercati dai consumatori proprio per spegnere la sete che "l'ottobrata" anomala continua ad alimentare. Frutta e verdura – spiega la Coldiretti – sono infatti alimenti che soddisfano molteplici esigenze del corpo stressato dal caldo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l'apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all'azione dei radicali liberi prodotti nell'organismo dall'esposizione al sole, nel modo più naturale ed appetitoso possibile.

Per garantirsi prodotti freschi e di qualità il consiglio della Coldiretti è fare acquisti ripetuti in base alle esigenze giornaliere della famiglia in modo da tagliare gli sprechi senza accumulare prodotto che poi non si consuma, di verificare la provenienza italiana che deve essere riportata obbligatoriamente su etichette e cartellini, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori o nei mercati contadini e non cercare per forza il frutto perfetto perché piccoli problemi estetici non alterano le qualità organolettiche e nutrizionali.

La Puglia è la regione più ortofrutticola d'Italia – ricorda Coldiretti Puglia – con 198mila ettari di superficie utilizzata, 23 milioni di quintali di prodotti e 1,2 miliardi di euro di Produzione Lorda Vendibile, più di 1/3 della PLV agricola totale regionale, con punte di eccellenza e di valore dell'uva da tavola negli areali di Bari e Taranto, degli agrumi dell'arco jonico-tarantino e degli ortaggi, con spinte forti dalle province di Foggia e Brindisi.

La specializzazione strutturale dell'ortofrutticoltura pugliese, legata alla spiccata vocazione pedoclimatica, flessibilità e tradizione imprenditoriale, consente – aggiunge Coldiretti Puglia - di proporre una amplissima gamma di prodotti e si manifesta anche in termini di performance produttive
  • agricoltura
  • Agricoltura biologica
Altri contenuti a tema
Dl Milleproroghe, Governo incassa fiducia alla Camera. Bene per Confagricoltura Bari-Bat Dl Milleproroghe, Governo incassa fiducia alla Camera. Bene per Confagricoltura Bari-Bat Sull’Irpef agricola stabilito per il 2024 ed il 2025 l'esenzione totale Irpef per i redditi agrari fino a 10mila euro
In Puglia é primavera, con mandorli fioriti a febbraio. SOS siccità nei campi In Puglia é primavera, con mandorli fioriti a febbraio. SOS siccità nei campi Preoccupata Coldiretti Puglia, in relazione agli effetti di un inverno "bollente"
Crollano i consumi di pane. Preoccupazione da parte di Coldiretti Crollano i consumi di pane. Preoccupazione da parte di Coldiretti "Addio ad una pagnotta su 3 (-33%) in poco più di un decennio. Subito valorizzazione pane Dop di Altamura"
Ritardi nel rilascio dei libretti per il gasolio agricolo, i chiarimenti dal Comune di Andria Ritardi nel rilascio dei libretti per il gasolio agricolo, i chiarimenti dal Comune di Andria Assessore alle Radici, Troia: «Ufficio preposto al disbrigo delle pratiche, in questo momento, ha quasi 1500 richieste da evadere, con una sola unità»
Protesta trattori, il commento del segretario generale della CGIL Flai Bat Riglietti Protesta trattori, il commento del segretario generale della CGIL Flai Bat Riglietti “Va tutelata l’agricoltura insieme alle lavoratrici e i lavoratori del settore”
Via libera alla legge di valorizzazione prodotti DOP e IGP pugliesi tutelati da Consorzi Via libera alla legge di valorizzazione prodotti DOP e IGP pugliesi tutelati da Consorzi Soddisfazione dal Consorzio di Tutela Burrata di Andria e da quello della Lenticchia di Altamura IGP
Agricoltori in protesta. Confagricoltura Bari-Bat: “Vicini agli agricoltori” Agricoltori in protesta. Confagricoltura Bari-Bat: “Vicini agli agricoltori” Massimiliano Del Core: “Serve avviare tavoli tecnici per trovare la giuste soluzioni”
La Puglia agricola perde oltre 2200 aziende La Puglia agricola perde oltre 2200 aziende I dati sono stati elaborati dalla Cia
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.