festa patronale a Montegrosso
festa patronale a Montegrosso
Vita di città

Montegrosso: luogo di bontà e di bellezza. Da conoscere e valorizzare

Da Salvatore Sciannamea riceviamo e volentieri pubblichiamo

"Montegrosso: luogo di bontà e di bellezza. Da conoscere e valorizzare".
A descrivere le grandi potenziale del grande borgo rurale di Andria è Salvatore Sciannamea: "Appartenente al territorio di Andria è il borgo di Montegrosso. Spesso non si conoscono le ricchezze del proprio territorio, l'oro è sotto i propri piedi, ma non di rado, non si è consapevoli. Montegrosso prende il nome da un altoripiano omonimo. È circondato da ridenti colline, da piante uniche, presenti solo in questa zona murgiana. In due alture diverse, Montegrosso e Torre San Pietro, anticamente vi erano comunità monastiche, maschili e femminili. Vi sono varie contrade e vari altipiani. Vi sono poi conservati i resti di ruderi di un antico monastero benedettino. Scavi, inoltre, hanno messo in evidenza un'antica presenza umana in queste zone risalente alla notte dei tempi. Il borgo di Montegrosso può vantare la presenza di un'antica neviera, un luogo che, mentre ancora non esistevano frigoriferi, donava ghiaccio nelle caldi estati agli abitanti del luogo. Montegrosso può vantare anche la presenza di un ipogeo, una villa cinquecentesca, grotte tufacee dove, anticamente, in temperatura costante per tutto l'anno, venivamo conservati preziosi vini. Ci sono spazi dove massicci pini sono inclinati per la presenza di un vento costante e fresco, rifugio per pensare, lontano da ogni inquinamento luminoso, dove si può contemplare uno splendido cielo stellato.

Borgo di gente buona dove l'albero dominante è l'ulivo, fino a trecento anni fa, questa località era dimora di duchi. Era qui presente il duca dei Quarti e, successivamente, il Belgioioso. Montegrosso possiede stemmi, basti pensare a quello dei benedettini. La famiglia dei duchi faceva capo ai Borboni e vi era un particolare legame con la Reggia di Caserta. Montegrosso è un luogo di bontà, di bellezza, che parla del passato ma anche di bellezze naturali con le sue vigne, pini, ulivi, con una biodiversità più unica che rara, in riferimento al parco dell'Alta Murgia. Un borgo da conoscere ed amare, ma anche da studiare e valorizzare sempre di più per la sua storia, tradizione e per l'incanto del territorio".
  • montegrosso
  • Murgia
  • Parco nazionale alta murgia
Altri contenuti a tema
Il Pd si interroga su idee e progetti per sostenere lo sviluppo socio-economico del borgo di Montegrosso Il Pd si interroga su idee e progetti per sostenere lo sviluppo socio-economico del borgo di Montegrosso Appuntamento a mercoledì 2 settembre 2020, alle ore 19:30, presso il Circolo Coloni di Montegrosso
Nel Borgo di Montegrosso il primo incontro dei candidati consiglieri nella lista del PD Nel Borgo di Montegrosso il primo incontro dei candidati consiglieri nella lista del PD Appuntamento questa sera alle ore 20,00, ci saranno Giovanni Vurchio e il candidato sindaco Giovanna Bruno
Frigorifero abbandonato da mesi nei pressi del Bosco comunale di Finizio Frigorifero abbandonato da mesi nei pressi del Bosco comunale di Finizio La segnalazione da parte di un nostro concittadino: "Possibile che nessuno preposto al controllo lo abbia visto?"
Bruno: «Montegrosso, sentinella dei valori più autentici della nostra città» Bruno: «Montegrosso, sentinella dei valori più autentici della nostra città» «Oltre che "Borgo della Salute", questo luogo può intercettare finanziamenti anche dal bando del MIBACT “Borghi e centri storici”»
Connettività wifi e servizi digitali nelle aree rurali con il progetto "Masserie 2.0" Connettività wifi e servizi digitali nelle aree rurali con il progetto "Masserie 2.0" Iniziativa del Parco Nazionale Alta Murgia, Ministero dello Sviluppo Economico e Infratel Italia
Montegrosso, Forza Italia Andria: «Prossima amministrazione il compito di tutelare e conservare un così pregevole tesoro» Montegrosso, Forza Italia Andria: «Prossima amministrazione il compito di tutelare e conservare un così pregevole tesoro» Lo chiedono Antonio Nespoli, delegato cittadino ed Alessandra Inchingolo, delegata cittadino "Azzurro Donna"
Festa “S. Isidoro”, nessun posteggio agli operatori commerciali Festa “S. Isidoro”, nessun posteggio agli operatori commerciali Per tutela della salute pubblica e della sicurezza urbana
Bonizio su Montegrosso: «Sbagliato parlare di "suicidio" del borgo» Bonizio su Montegrosso: «Sbagliato parlare di "suicidio" del borgo» «La storia di Montegrosso non è altro che lo specchio di tante realtà presenti nel mondo»
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.