giornata della memoria
giornata della memoria
Eventi e cultura

"Le Muse nell'Inferno": incontro con il prof. Pellegrino in occasione del Mese della Memoria

Lunedì 13 gennaio appuntamento al Centro Risorse di via Aldo Moro con il Circolo Lettori e l'associazione Il Nocciolo

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Lunedì 13 gennaio alle ore 20:00 al Centro Risorse di via Aldo Moro 42, in occasione del Mese della Memoria, il Circolo dei Lettori di Andria e l'associazione Il Nocciolo, ospitano il Prof. Raffaele Pellegrino, ricercatore presso l'Istituto Pugliese per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia contemporanea (IPSAIC).

Le Muse nell'Inferno ha come fine quello di rinnovare la memoria della tragedia più crudele del XX secolo, attraverso uno sguardo inusuale, che tenta di penetrare nelle pieghe del sistema nazista secondo l'arte musicale. Ciò apre un nuovo punto di vista nello studio del totalitarismo nazista, che porta l'orrore a toccarsi con la bellezza in un legame pericoloso, indefinibile e quasi misterioso.

Dapprima verrà ripercorsa la storia e i meccanismi della propaganda nazista attraverso i canali dell'arte, la musica prima di tutto, analizzando le istituzioni di monitoraggio culturale e di controllo artistico, partendo dalla nozione di "arte e musica degenerate" con l'ideologia ad essa sottesa. L'applicazione dell'ideologia, appunto, razziale, si rivela immediata: non esiste la possibilità di un'alternativa alla musica di origine ebraica perché l'ebreo non è l'opposto dell'ariano, ma la sua contraddizione.

L'incontro proseguirà analizzando il rapporto che lega la musica ai campi di concentramento nazisti, attraverso un viaggio nei differenti lager, indagando sul ruolo della musica nei luoghi della morte, sia dal punto di vista dei carnefici, sia delle vittime. Riflessioni storiche e filosofiche ci aiuteranno a comprendere che è quasi impossibile parlare di fenomenologia dei lager senza studiare in tutti i suoi aspetti la musica che là, proprio dentro quelle fabbriche della morte isolate dal mondo dei vivi con filo spinato elettrificato, vi risuonò.

Il tempo dell'approfondimento sarà "scandito" da ascolti musicali brevi guidati con musiche composte nei campi di concentramento, la cui "sopravvivenza" ci chiama all'ascolto. Inoltre, saranno aperte due finestre di approfondimento: la musica nel ghetto di Terenzìn e l'orchestra femminile di Birkenau.

La musica, subdolo strumento nelle mani del nazionalsocialismo, fu arte utile da un lato a realizzare una sorta di alienazione ontologica dell'umano, dall'altro a incoraggiare, favorire o imporre attività creative a uomini, o meglio a sotto-uomini, che, evidentemente, non sarebbero dovuti essere in grado neanche di elaborare una benché minima attività intellettuale. La complessità tragica della figura del musicista in condizioni estreme, ai confini della (sotto)umanità, ai limiti della zona grigia di leviana memoria, sviluppa una meditazione sulla catastrofe del totalitarismo nazista.

Solo serbando memoria degli orrori del passato è possibile vivere in maniera consapevole il presente ed immaginare scenari alternativi per il futuro.

Ingresso libero.
  • associazione culturale il nocciolo
  • Circolo Lettori Andria
  • centro risorse via aldo moro
Altri contenuti a tema
Ad Andria la storia di una madre, cura suo figlio in coma da 18 anni Ad Andria la storia di una madre, cura suo figlio in coma da 18 anni Il suo diario diventa un libro. La presentazione giovedì sera con la signora Nunzia Catalano
Tentativo di rapina all'Ufficio postale Andria 3 zona INPS Tentativo di rapina all'Ufficio postale Andria 3 zona INPS Con un' Audi scura hanno sfondato la vetrina per impossessarsi del bancomat
“100 Gianni Rodari”, al chiostro del Seminario Vescovile di Andria riprendono le attività del Circolo dei Lettori “100 Gianni Rodari”, al chiostro del Seminario Vescovile di Andria riprendono le attività del Circolo dei Lettori Vanessa Roghi presenta Lezioni di Fantastica: storia di Gianni Rodari
Ad Andria arriva Roberto Ippolito, scrittore e giornalista ospite del Circolo dei Lettori Ad Andria arriva Roberto Ippolito, scrittore e giornalista ospite del Circolo dei Lettori Si parlerà del delitto Neruda, il poeta premio Nobel ucciso dal golpe di Pinochet
#cancellalasvastica: Andria riparte dalla cultura a una settimana dall'atto vandalico #cancellalasvastica: Andria riparte dalla cultura a una settimana dall'atto vandalico Ieri sera l'evento in Piazza Duomo per condividere testi e parole positivi, di speranza
La scrittrice Sandra Petrignani racconta ad Andria "Lessico Femminile" La scrittrice Sandra Petrignani racconta ad Andria "Lessico Femminile" Proseguono gli appuntamenti della letteratura al femminile a cura del Circolo Lettori e dell'associazione Il Nocciolo
Il Circolo dei Lettori ospita Giorgia Antonelli ed Alessandra Minervini Il Circolo dei Lettori ospita Giorgia Antonelli ed Alessandra Minervini Secondo appuntamento di "Ritratto di Signore". Le scrittrici racconteranno Colette e Anaïs Nin
Circolo Lettori di Andria: due autori per cominciare l'anno col piede giusto Circolo Lettori di Andria: due autori per cominciare l'anno col piede giusto Appuntamenti mercoledì 8 e sabato 11 gennaio con Leonardo Piccione e Susanna Tartaro
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.