Michele Ciommo
Michele Ciommo
Vita di città

La Procura apre un'inchiesta per ricostruire le cause della morte "dell'artista delle luminarie"

I commercianti de "Le vie del centro" e del "Comitato impresa centro storico" spegneranno le luminarie in occasione dei funerali

In occasione dei funerali di Michele Ciommo, il titolare dell'azienda di luminarie di Andria, morto ieri sul lavoro, i commercianti de "Le vie del centro" e del "Comitato impresa centro storico" hanno deciso di spegnere le luminarie installate in città per le festività natalizie, in segno di lutto e di lasciare accesa in piazza Catuma solo una stella che lo ricordi.

"Ci hai lasciato una città piena di luci, hai voluto che questo Natale fosse speciale. Sei stato buono con noi, tenace, prezioso. Grazie Michele" , scrivono su Facebook gli imprenditori del centro storico.

"Un uomo buono e laborioso", così ricordano Michele i commercianti de "Le vie del centro" porgendo le condoglianze alla famiglia.

Intanto, la Procura di Trani apre un'inchiesta per omicidio colposo, al momento però nessun nome compare nel registro degli indagati. Il fascicolo è per ora a carico di ignoti. L'inchiesta servirà a capire se ci sono responsabilità riferite alla morte di Ciommo. Qualcosa non ha funzionato nell'operazione che chissà quante volte nella vita aveva compiuto nell'attività di famiglia. Il cestello, per ragioni che saranno ricostruite si è ribaltato e lui, l'artista delle luminarie come lo ricordano in città, è precipitato da un'altezza di sei metri. L'immediato arrivo del 118 non ha cambiato la sorte del 44 enne, per lui non c'è stato nulla da fare. Sarà l'autopsia a chiarire le ragioni del decesso, forse un urto violento alla testa. Il magistrato titolare dell'inchiesta dovrà verificare se erano state adottate le necessarie misure di sicurezza. Solo pochi mesi fa, il 4 giugno scorso la città di Andria ha pianto in un'altra tragedia sul lavoro, un giovanissimo ragazzo, Vincenzo Lomuscio, 22 anni, è morto nei presi del carcere di Trani schiacciato da un tir al quale stava sostituendo un pneumatico, anche lui di soccorsi stradali ne aveva fatti tanti, così come Michele aveva montato e smontato centinaia di luminarie in tutta la provincia, fino a ieri.
  • Incidente sul lavoro
Altri contenuti a tema
Incidenti sul lavoro, Andria e Trani unite nel dolore. Il Prefetto convoca una riunione Incidenti sul lavoro, Andria e Trani unite nel dolore. Il Prefetto convoca una riunione Lunedì alle ore 11 vertice per esaminare il tema
Il cordoglio della Cgil Bat per la morte di Michele Ciommo Il cordoglio della Cgil Bat per la morte di Michele Ciommo Ribadita la necessità del rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro
Sicurezza sui luoghi di lavoro: protocollo d'intesa tra Asl/Bt ed Ispettorato del Lavoro Sicurezza sui luoghi di lavoro: protocollo d'intesa tra Asl/Bt ed Ispettorato del Lavoro Nella Bat gli infortuni sui luoghi di lavoro sono diminuiti del 3,85 per cento dal 2017 al 2018
Tragico incidente a Trani: perde la vita un 22enne del soccorso stradale di Andria Tragico incidente a Trani: perde la vita un 22enne del soccorso stradale di Andria Vincenzo Lomuscio, il nome della vittima, era intento a cambiare la ruota quando ha ceduto il martinetto
L'incidente sulla tratta Andria -Corato ripropone il problema della sicurezza sui luoghi di lavoro L'incidente sulla tratta Andria -Corato ripropone il problema della sicurezza sui luoghi di lavoro Nota congiunta di CGIL, CISL e UIL
Incidente sul lavoro sulla SP231 direzione Canosa: ferito un operaio di Andria Incidente sul lavoro sulla SP231 direzione Canosa: ferito un operaio di Andria Indagini sono in corso da parte di Carabinieri della locale Compagnia
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.