Scarcelle e Benedetto
Scarcelle e Benedetto
Vita di città

La Pasqua sulle tavole pugliesi tra benedetto e scarcelle

Ecco alcune tradizioni che caratterizzano il pranzo di oggi

Le parole d'ordine per la tavole pugliesi nel giorno di Pasqua sono allegria e colore. Un binomio ben rappresentato da un antipasto ed un dolce tipici della tradizione: il primo molto semplice e veloce da preparare, il secondo un po' più impegnativo, entrambi però di sicuro successo ed a base di uova, il simbolo per eccellenza del giorno della Resurrezione perchè immagine stessa della vita nuova.

Il "Benedetto", buono da mangiare e d'effetto coreografico sulla tavola, è un piatto che non deve mancare nel menù per il pranzo di Pasqua. Gli ingredienti per comporlo sono solo quattro: uova fresche di gallina, meglio se fatte benedire prima (in alcuni paesi la tradizione resiste al passare del tempo), soppressata (è consigliabile la classica di Mugnano), arancia e ricotta fresca, rigorosamente di pecora prevede la "regola". Non sono ammesse varianti al tema.

Non è solo un simbolo antico della Pasqua ma anche un piatto coreografico e colorato, dalle tinte primaverili: il bianco ed il giallo ricordano le margherite di campo, l'arancio fa tornare alla mente il sole caldo al tramonto. Si chiama "Benedetto" perché il pranzo può avere inizio, oggi come allora, solo dopo che il capo famiglia abbia impartito una benedizione, utilizzando un ramoscello di ulivo e l'acqua benedetta, al piatto ed a tutti i commensali riuniti attorno al tavolo prima di consumare il pranzo.
Prepararlo, come dicevamo, è davvero semplice, senza essere insomma cuochi provetti: bisogna innanzitutto disporre le arance affettate su un ampio piatto da portata, posizionarci sopra le fette di soppressata, la ricotta ed infine le uova sode tagliate a spicchi. Il piatto avrà così un effetto simpatico ed allegro. Provare per credere!

Belle e buone sono le "Scarcelle": l'origine di questo dolce si perde nei primi secoli della diffusione del Cristianesimo. Si tratta di una sorta di biscotto che è nato a forma di ciambella poi ha cominciato ad assumere forme diverse: ora se ne trovano anche a mo' di colombine, campane, cuori e coniglietti. Tradizionalmente si mette anche un uovo sodo sulla base tenuto fermo da listelli di impasto a forma di croce ed il nome stesso "Scarcella" deriverebbe proprio dal verbo scarcerare: l'uovo rappresenterebbe il Cristo che a Pasqua risorge dal sepolcro. Ormai si mettono ovetti di cioccolato sulla glassa oltre ai confettini colorati ed a qualche altro decoro per dolci come, per esempio fiori di zucchero.


Ecco una ricetta di Scarcella che si utilizza ad Andria

1 kg. di farina
300 gr. di zucchero
4 uova intere
100 gr. di olio
1 bustina di ammoniaca per dolci
1 busta di vanillina
Latte q.b.

Ogni Scarcella può essere personalizzata con i decori e tanta fantasia e può diventare un dolce augurio per la Pasqua oltre che un felice fine pasto.
  • pasqua
Altri contenuti a tema
Gettonata vacanza in agriturismo per ponte di Pasqua Gettonata vacanza in agriturismo per ponte di Pasqua Coldiretti: "Al top cuturriddu, incapriata e sagne incannulate"
Santa Pasqua: controlli anche nelle chiese per i riti della Settimana Santa Santa Pasqua: controlli anche nelle chiese per i riti della Settimana Santa Anche le provincie Bari e Bat interessate dal piano di controlli disposto dal Ministero dell'Interno
Nel Venerdì di Passione gli sguardi  dei fedeli hanno toccato le Sacre immagini Nel Venerdì di Passione gli sguardi dei fedeli hanno toccato le Sacre immagini La processione delle storiche statue dei Misteri e delle antiche croci del Venerdì santo
Presentazione del libro: "Sul volto di Maria il dolore di tante madri" di Nicola Montereale Presentazione del libro: "Sul volto di Maria il dolore di tante madri" di Nicola Montereale L'evento si svolgerà questa sera, in concomitanza con una mostra su temi religiosi, a Canosa di Puglia
L’ Arciconfraternita dei Servi di Maria SS. Addolorata in processione con il simulacro della “Desolata” L’ Arciconfraternita dei Servi di Maria SS. Addolorata in processione con il simulacro della “Desolata” Un rito religioso tra i più suggestivi da inizio alla "Settimana Santa" di Andria
Gli auguri di Pasqua di mons. Luigi Mansi alla comunità diocesana Gli auguri di Pasqua di mons. Luigi Mansi alla comunità diocesana Di seguito anche il calendario delle celebrazioni della Settimana Santa nella Chiesa Cattedrale di Andria
CasaPound raccoglie e distribuisce uova di Pasqua per i bambini di famiglie in difficoltà  CasaPound raccoglie e distribuisce uova di Pasqua per i bambini di famiglie in difficoltà  "Saremo sempre al fianco del nostro popolo"
Pasqua, Coldiretti: "Uova e Agnello piatti più gettonati per pranzi casalinghi" Pasqua, Coldiretti: "Uova e Agnello piatti più gettonati per pranzi casalinghi" Il menù pasquale secondo i dall'associazione di categoria nei Mercati e nelle Fattorie di Campagna Amica
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.