Ipsia incendio Andria
Ipsia incendio Andria
Attualità

L'IPSIA Archimede di Andria non sarà trasferito a Trani, nell'ex sede della LUM

Oggi l'apertura delle buste dell'avviso pubblico della provincia. Attimonelli (Gesatti S.r.l): "Unica proposta pervenuta economicamente più gravosa"

L'IPSIA "Archimede" di Andria resterà nella sede di via Vecchia Bafrletta, almeno per il momento. Lo fa sapere Gianni Attimonelli, amministratore della Gesatti S.r.l. che in una nota comunica che l'unica offerta pervenuta, circa l'avviso pubblico ella provincia Bat è economicamente più gravosa rispetto a quella attuale.

«La seduta odierna per l'apertura delle buste relative all'avviso pubblico bandito dalla provincia BAT in data 10 agosto 2021 per il reperimento di un immobile da adibire a nuova sede dell'Istituto IPSIA Archimede di Andria, ha confermato da un lato la carenza di strutture pronte nell'immediato ad accogliere l'Istituto scolastico attualmente sito nella sede di proprietà di Gesatti S.r.l. in via Barletta ad Andria, dall'altro l'anti-economicità della paventata ipotesi dell'occupazione dell'edificio ex LUM di Trani. Nella seduta odierna - dichiara Gianni Attimonelli, amministratore della Gesatti S.r.l. - in risposta all'avviso della provincia BAT, è pervenuta una sola offerta da parte della società proprietaria dell'ex edificio LUM di Trani che riporta una proposta economicamente più gravosa rispetto a quanto offerto dalla Gesatti S.r.l.".

"Appare, pertanto, inevitabile constatare -prosegue Gianni Attimonelli- che il trasferimento dell'Istituto IPSIA a Trani è contrario non solo alla normativa in vigore e agli interessi della nostra Comunità scolastica e cittadina, ma anche ai principi di economicità a cui soggiace la Pubblica Amministrazione. In data 5 agosto 2021, in una riunione tecnica tenutasi tra la Regione Puglia, la Provincia BAT, l'U.S.R. Puglia, il Comune di Andria, e l'Istituto Ipsia Archimede, - continua Attimonelli - il Presidente Lodispoto dichiarava la propria disponibilità ad intraprendere una trattativa privata con la nostra Società al fine di assicurare il prosieguo, senza alcuna interruzione, del servizio scolastico offerto. A tale impegno non seguiva alcuna convocazione da parte del Presidente e, anzi, in data 10 agosto 2021 l'Ente pubblicava sul proprio sito un avviso, con carattere d'urgenza e con scadenza 20 agosto 2021, per la ricerca di un altro immobile".
"Nelle more, la mia Società inviava all'Ente una proposta di locazione a prezzi contenuti e comunque al di sotto dei valori di mercato, nella piena consapevolezza di dover favorire una cooperazione tra le parti, di ricercare soluzioni che soddisfino sia le necessità pubbliche che i diritti soggettivi e di evitare alla Provincia l'esposizione ad onerosi risarcimenti".

"A distanza di oltre una settimana la Provincia, non solo non ha mai riscontrato la nostra proposta ma, in data odierna, ha preso atto che l'unica offerta pervenuta in risposta all'avviso pubblico del 10 agosto 2021 è superiore al doppio rispetto a quella avanzata dalla società da me rappresentata".
"Pertanto, ancora oggi, ribadisco la piena disponibilità della Gesatti S.r.l., che ha già contribuito alla rimozione di tutti gli eventuali ostacoli al dialogo, a trovare una soluzione che consenta il regolare ed imminente inizio dell'anno scolastico".
"Auspichiamo - conclude Attimonelli - che si eviti il trasferimento dell'Istituto IPSIA in un'altra Città ma, soprattutto, che ogni scelta che la Provincia intenda fare sia frutto di assoluta trasparenza, economicità e rispetto delle esigenze fondamentali della Comunità scolastica, lasciando che in autonomia, l'Istituto scolastico decida quale sia il migliore assetto per la didattica, la funzionalità e la qualità del servizio da offrire agli studenti".
"Da parte mia e della nostra famiglia, come tante volte è avvenuto nel passato, abbiamo mantenuto e continuiamo a mantenere costante il nostro impegno per la comunità".
  • Provincia Bat
  • Ipsia Archimede Andria
Altri contenuti a tema
Bat, sottoscritto il protocollo d'intesa per favorire le pari opportunità Bat, sottoscritto il protocollo d'intesa per favorire le pari opportunità Il documento è stato firmato dall'ufficio della consigliera di parità e dall'Ispettorato del lavoro
I sindaci della Bat firmano un documento a favore degli agricoltori I sindaci della Bat firmano un documento a favore degli agricoltori Presente anche la prima cittadina di Andria, Giovanna Bruno
Primo appuntamento del ciclo di incontri alla provincia Bat sul tema della Protezione Civile Primo appuntamento del ciclo di incontri alla provincia Bat sul tema della Protezione Civile Presenza numerosa del Corpo della Polizia Locale di Andria, all'iniziativa del dottor Giovanni Di Trizio
Ecomafie, conclusa la "missione Puglia" nella Bat Ecomafie, conclusa la "missione Puglia" nella Bat Il presidente Morrone: «Individuare strumenti a supporto delle forze dell'ordine e degli amministratori locali»
Il 17 marzo si vota per l’elezione del Consiglio provinciale della provincia Barletta Andria Trani Il 17 marzo si vota per l’elezione del Consiglio provinciale della provincia Barletta Andria Trani Voteranno i Sindaci ed i Consiglieri Comunali attualmente in carica
Giurano 67 giovani Vicebrigadieri dell'Arma dei Carabinieri: alcuni destinati alla Bat Giurano 67 giovani Vicebrigadieri dell'Arma dei Carabinieri: alcuni destinati alla Bat La cerimonia si è svolta alla presenza del Comandante della Legione Carabinieri Puglia, Generale di Brigata Ubaldo Del Monaco
Provincia di Barletta-Andria-Trani: difficoltà per l'esecuzione dei lavori di edilizia scolastica e viabilità Provincia di Barletta-Andria-Trani: difficoltà per l'esecuzione dei lavori di edilizia scolastica e viabilità A fronte delle risorse finanziarie assegnate e per l'esigua dotazione di personale
Cozzoli: «Ringrazio Lodispoto ma rinuncio per rispetto dei consiglieri» Cozzoli: «Ringrazio Lodispoto ma rinuncio per rispetto dei consiglieri» Rimessa la delega provinciale a Patrimonio e Bilancio
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.