Fiaccolata per Vincenza - Piazza Catuma Andria
Fiaccolata per Vincenza - Piazza Catuma Andria
Vita di città

In migliaia in piazza Catuma alla fiaccolata per Vincenza Angrisano

Sul rotolo di carta, che attraversava per intero la grande Piazza, sono stati apposti i nomi delle 109 vittime di femminicidio registrate in Italia da quest' anno

Piazza Catuma gremita questa sera ad Andria, almeno in 2000, in memoria di Vincenza Angrisano, 42 anni, mamma di due bambini di 6 e 11 anni. Morta dopo essere stata ferita brutalmente dal marito con un'arma da taglio. Fatali sono stati i colpi inferti al torace e all'addome, forse davanti agli occhi dei suoi due bambini. Saranno le indagini a chiarire ciò che è accaduto la sera del 28 novembre nella casa alla periferia della città.

Una luce di speranza che ha riempito piazza Catuma, migliaia i partecipanti per ricordare Vincenza, ultima vittima di femminicidio.

«Siamo qui non solo per Vincenza, ma per tutte le 100 donne e più alle quali hanno sottratto la possibilità di vivere» dichiara Giovanna Bruno, la Sindaca di Andria. «È una piazza da cui deve partire l'idea che questa mattanza deve metter fine. Lo si deve fare con un lungo e coeso percorso di educazione culturale. Educazione nel senso del rispetto, recupero di umanità che si sta perdendo nel linguaggio, nei modi, nella non capacità di ascolto. La si perde convincendo i nostri più piccoli che tutto questo ormai è normale, no non è normale. Questa è un'aberrazione, rispetto alla quale noi fermamente esprimiamo con il silenzio e la presenza, la condanna».

Sul rotolo di carta, che attraversava per intero la grande Piazza, sono stati apposti i nomi delle 109 vittime di femminicidio registrate in Italia da quest' anno. "Ricorderemo il tuo splendido sorriso", scrivono alcune sue amiche in prossimità del suo nome, posando su di esso una rosa rossa.

In molti ricordano Vincenza come una donna meravigliosa, solare e una grande lavoratrice. Nessuno si aspettava una tragedia come questa, nessun campanello d'allarme era stato colto dalle sue colleghe, amiche e conoscenti.

La gente chiede leggi più dure da parte del Governo centrale, condanne più severe. Adesso si pensa ai suoi figli motivo per cui le sue colleghe hanno già dato avvio a una raccolta fondi. La preoccupazione più grande ora è la cura e l'affido dei suoi due bambini.

«Era donna, una mamma, una dirigente meravigliosa. Era donna da rispettare. Continueremo a ricordarla. Vogliamo che non la dimentichi nessuno. Una donna non può essere proprietà, e non si può pretendere di schiacciare la vita di nessuno» dichiara commosso uno dei suoi colleghi soccorritori.

Dopo la manifestazione in piazza è partito un corteo spontaneo che ha attraversato le vie del centro, in testa giovanissimi che tenevano tra le mani uno striscione: "Se domani non torno, distruggi tutto"
Andria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenzaAndria in piazza contro la violenza
  • violenza sulle donne
  • piazza catuma
Altri contenuti a tema
Gaslighting, ovvero la violenza psicologica: l'invito dell'Arma dei Carabinieri a denunciare Gaslighting, ovvero la violenza psicologica: l'invito dell'Arma dei Carabinieri a denunciare Anche nella Bat personale della Benemerita pronto a raccogliere denunce a tutela delle vittime di violenza di genere
Il 28 dicembre Santa Messa di trigesimo in memoria di Vincenza Angrisano Il 28 dicembre Santa Messa di trigesimo in memoria di Vincenza Angrisano Sarà celebrata presso la chiesa di San Francesco d'Assisi alle ore 19
Il Liceo Scientifico di Andria dedica un’ora delle assemblee di classe alla sensibilizzazione della violenza contro le donne Il Liceo Scientifico di Andria dedica un’ora delle assemblee di classe alla sensibilizzazione della violenza contro le donne Punto essenziale dell'evento è stato il confronto/dibattito sullo scottante tema
Uomini in piazza: con loro anche i figli di Vincenza Angrisano Uomini in piazza: con loro anche i figli di Vincenza Angrisano In piazza con una benda sulla bocca e le mani annodate da una corda
Un bosco urbano in memoria di Enza Angrisano Un bosco urbano in memoria di Enza Angrisano Cerimonia di piantumazione in via Ceruti, alla presenza di uno dei figli e di alcuni parenti della povera donne uccisa
Femminicidio: due manifestazioni oggi in programma ad Andria. L'invito della Sindaca Bruno Femminicidio: due manifestazioni oggi in programma ad Andria. L'invito della Sindaca Bruno "I piccoli di Enza, fantastici, sono seguiti in tutto e per tutto da 'angeli' per professionalità, competenza e umanità"
Enza Angrisano, il Comune di Barletta concede loculo gratuito per la sepoltura Enza Angrisano, il Comune di Barletta concede loculo gratuito per la sepoltura Un gesto di "solidarietà e condivisione del dolore corale" dopo l'atroce femminicidio
Femminicidio ad Andria: Vincenza Agrisano pronta a trasferirsi in una casa lontana dal marito Femminicidio ad Andria: Vincenza Agrisano pronta a trasferirsi in una casa lontana dal marito Il femminicidio è "l'esito di una progressione criminosa e di una escalation criminale", partita il 23 novembre scorso
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.