Daniela Fortunato
Daniela Fortunato
Convegni

In ricordo di Daniela Fortunato, assistente sociale di Andria prematuramente scomparsa

La memoria di Daniela celebrata nella "giornata internazionale della lotta contadina"

Lo scopo dell'incontro è stato quello di "accendere un fuoco che possa infiammare il cuore delle istituzioni politiche" e sensibilizzarle sempre più verso i gravi problemi che affliggono le terre di tutta Italia. Non solo, il convegno "50 anni di lotte contadine in terra di Bari", ospitato presso la biblioteca comunale "Giuseppe Ceci" è stato organizzato per ricordare una giovane donna che troppo presto è andata via, Daniela Fortunato, assistente sociale, sindacalista e volontaria scomparsa ad agosto del 2022 a soli 39 anni.

L'omaggio a Daniela nelle parole di quanti l'hanno conosciuta e poi attraverso l'analisi della sua tesi di laurea in storia contemporanea che ha dato, tra l'altro, il titolo all'incontro. La 28esima "giornata internazionale della lotta contadina", che cade il 17 aprile, ad Andria è stata declinata così, con questa iniziativa vissuta tra il rigore della storia e il trasporto delle emozioni, quelle degli amici di Daniela, come Luigi Antonucci, volontario della Casa Accoglienza "Santa Maria Goretti" che ha moderato anche l'evento.

Hanno partecipato alla serata Giuseppe de Leonardis, già segretario FLAI CGIL Puglia e Vito di Bari, storico e già segretario Federbraccianti CGIL Andria.

Il professore di storia contemporanea Mario Spagnoletti, con cui Daniela Fortunato ha discusso la propria tesi, previsto tra gli ospiti, non ha potuto partecipare alla serata, ma ha tenuto a condividere con i presenti un videomessaggio proiettato a conclusione dei lavori che, invece, si sono aperti con i saluti di Daniela di Bari, assessore alla Bellezza, e di don Geremia Acri, direttore della Casa Accoglienza "Santa Maria Goretti".

Focus del convegno, un excursus storico dei problemi che hanno attanagliato il lavoro agricolo dai primi anni del Novecento fino ai giorni nostri: sfruttamento del lavoro, caporalato, diritti contrattuali e salariali dei braccianti, sono solo alcuni dei temi affrontati.

"Se negli anni '60 e '70 il movimento sindacale è cresciuto, contribuendo al miglioramento complessivo delle condizioni socio-culturali dei lavoratori, oggi come allora i diritti riconosciuti sono ancora deficitari", ha spiegato de Leonardis.
  • agricoltura
Altri contenuti a tema
I pugliesi (e non solo) amano sempre più l'agriturismo: i dati della Bat I pugliesi (e non solo) amano sempre più l'agriturismo: i dati della Bat Sono state 600mila le presenze registrate negli agriturismi pugliesi nel 2022
Michele Fuscello: una vita tra frutta ed ortaggi Michele Fuscello: una vita tra frutta ed ortaggi Il coronamento di un sogno che si avvera, che premia gli sforzi compiuti, specie quando sono sostenuti dalla propria famiglia
Striscia la Notizia ad Andria: Centro Ricerche Bonomo abbandonato da 25 anni Striscia la Notizia ad Andria: Centro Ricerche Bonomo abbandonato da 25 anni Vittorio Brumotti denuncia l'abbandono di un importante centro di sperimentazione
Commercio: oltre sei consumatori su dieci (64%) acquistano direttamente dal contadino Commercio: oltre sei consumatori su dieci (64%) acquistano direttamente dal contadino Per il 73% l’acquisto diretto dal produttore è il più sicuro, in termini di salute e trasparenza, tra le forme di distribuzione alimentare
Agricoltura, finanziamenti per le imprese a fondo perduto Agricoltura, finanziamenti per le imprese a fondo perduto Fino a 130 mila euro
Origine obbligatoria nell'UE sui cibi e contrasto alla fauna selvatica incontrollata Origine obbligatoria nell'UE sui cibi e contrasto alla fauna selvatica incontrollata Migliaia di agricoltori di tutta la Puglia si mobilitano oggi a Bari
Criticità carburante agricolo ad Andria: Coldiretti Puglia chiede l'intervento del Prefetto Riflesso Criticità carburante agricolo ad Andria: Coldiretti Puglia chiede l'intervento del Prefetto Riflesso A denunciare la grave criticità della situazione è la stessa organizzazione degli agricoltori pugliesi
In Puglia raddoppia in 10 anni il vigneto bio con 4.420 operatori In Puglia raddoppia in 10 anni il vigneto bio con 4.420 operatori È quanto afferma Coldiretti Puglia, con l’analisi sulla base dei dati Sinab
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.