Lavoratore industria
Lavoratore industria
Enti locali

Imprese Bat, ancora alta la pressione fiscale nel 2015

Media del 60% nella Bat, il 59,7% ad Andria

E' ancora di oltre il 60% il peso del fisco sugli Artigiani e le Piccole Imprese della BAT per il 2015. Continuano ad essere inquietanti i risultati forniti dal Centro Studi della CNA Nazionale ed illustrati in occasione del convegno intitolato "Comune che vai, fisco che trovi", svoltosi in questi giorni a Roma.

L'osservatorio della CNA ha calcolato il prelievo totale delle Amministrazioni Pubbliche sul reddito (Total Tax Rate) anno 2015, di 124 amministrazioni locali della penisola. La media nazionale per il 2015 è leggermente diminuita al 60,9%, ma con punte fino al 73,2% per Reggio Calabria. Per la Provincia BAT, nonostante un piccolissimo calo, la media si conferma oltre il 60%, e più precisamente: del 64,2% per Barletta, del 59,7 % per Andria, del 59,8% per Trani.

In sostanza le tasse si mangiano il 60% del reddito, e un imprenditore della Bat deve lavorare fino ad Agosto solo per il fisco. Il problema per i piccoli imprenditori non è costituito solo dall'entità del prelievo, tra i più alti del mondo, ma anche dalla complessità delle procedure. Bisogna semplificare e rendere stabile la normativa fiscale. Purtroppo negli ultimi anni, sul prelievo complessivo fiscale sulle imprese, è aumentata la percentuale della tassazione locale, a causa anche dei minori trasferimenti statali.

«La CNA continuerà a battersi a livello nazionale affinché il Governo abolisca l'Imu sui capannoni, così come è avvenuto per le aree destinate all'agricoltura - afferma il presidente Michele De Marinis. L'imposta su strumenti di lavoro indispensabili per le aziende deve essere detraibile al 100%. Non si può pagare una tassa su un bene strumentale. A livello territoriale crediamo altresì che le amministrazioni locali possano e debbano fare la loro parte, venendo incontro alle piccole imprese. Rivolgiamo pertanto un appello alle Amministrazioni Comunali della Provincia di Barletta Andria Trani, affinché intervengano con propri atti: sulla riduzione dell'Imu sugli immobili strumentali, quando vengano effettivamente utilizzati per l'attività produttiva; sulla TARI, la nuova tassa sui rifiuti, prevedendo nel regolamento attuativo una Tariffa commisurata alla qualità e alla quantità dei rifiuti effettivamente prodotti e smaltiti ( Tariffa Puntuale); sulla Assimilazione dei rifiuti speciali ai rifiuti urbani, modificando i regolamenti affinché non ci sia una doppia imposizione».
  • cna bat
Altri contenuti a tema
1 Ripartenza del mercato settimanale: l'auspicio di CNA PUGLIA-Commercio e la Bat Commercio 2010 Ripartenza del mercato settimanale: l'auspicio di CNA PUGLIA-Commercio e la Bat Commercio 2010 L'invito alla gestione commissariale di Andria a prendere esempio dalla collaborazione intrapresa con Trani e Margherita di Savoia
De Marinis (CNA Bat): «Così non va». Troppi decreti e pochi soldi De Marinis (CNA Bat): «Così non va». Troppi decreti e pochi soldi «Le misure messe in campo dal Governo non soddisfano le esigenze delle micro piccole e medie imprese»
“Comune che vai fisco che trovi 2019”: Andria, seconda città della Bat tra le più virtuose “Comune che vai fisco che trovi 2019”: Andria, seconda città della Bat tra le più virtuose I dati dell'Osservatorio Permanente CNA sulla Tassazione delle piccole e medie imprese
Gas radon, il killer silenzioso, De Marinis (CNA Bat): "Ma le nostre scuole sono sicure?" Gas radon, il killer silenzioso, De Marinis (CNA Bat): "Ma le nostre scuole sono sicure?" Risulta essere, in Italia, la seconda causa dei tumori ai polmoni, dopo il fumo di sigaretta, e si stima causi tremila morti l'anno
Privacy, CNA Bat “Necessario un no forte e chiare alle sanzioni previste dal 25 maggio” Privacy, CNA Bat “Necessario un no forte e chiare alle sanzioni previste dal 25 maggio” Presidente De Marinis: "Artigiani e piccole imprese ancora una volta sotto il tallone della burocrazia"
De Marinis confermato alla guida della Cna Bat De Marinis confermato alla guida della Cna Bat Via libera dall'assemblea elettiva
Tari: la tassa più odiata dagli italiani, appello ai parlamentari della Bat Tari: la tassa più odiata dagli italiani, appello ai parlamentari della Bat Appello di Michele De Marinis, presidente provinciale di Confartigianato
Controllo di efficienza energetica, Cna Puglia chiede la proroga della scadenza Controllo di efficienza energetica, Cna Puglia chiede la proroga della scadenza Ancora tempo per la manutenzione degli impianti termici
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.