Sequestro discarica abusiva contrada Bellaveduta
Sequestro discarica abusiva contrada Bellaveduta
Territorio

Illegalità ambientale: Puglia al secondo posto nella classifica nazionale

Oltre 3.600 le infrazioni accertate

La Puglia è al secondo posto della classifica nazionale dell'illegalità ambientale con 3.600 infrazioni, con lo smaltimento illegale dei rifiuti è diventata una delle principali attività delle ecomafie. E' quanto denuncia Coldiretti Puglia, in riferimento agli oltre 100 mila metri cubi di rifiuti, costituiti principalmente da materiali inerti derivanti dalla demolizione di edifici, illecitamente sversati su un'area sottoposta a vincolo paesaggistico, all'interno del Parco naturale regionale "Lama Balice' a Bitonto in provincia di Bari.
Lo smaltimento illegale dei rifiuti in Puglia fa registrare il 28,7% delle infrazioni accertate nel ciclo dei rifiuti sul totale nazionale, secondo i dati dell'Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare promosso da Coldiretti che riferisce come, sulla base degli accertamenti della magistratura, negli ultimi 20 anni in Puglia siano stati sversati, tombati o bruciati rifiuti di ogni genere.
"E' inaccettabile che le aree rurali vengano utilizzate come discariche a cielo aperto, depauperando un territorio curato e produttivo, inquinando la terra e il sottosuolo, arrecando un danno ingente all'imprenditore agricolo che spesso è chiamato a rimuovere i rifiuti sversati da altri, se non riesce a dimostrare di non averli prodotti. Si tratta di un fenomeno grave ed in escalation, dove a sversare rifiuti di ogni genere non sono più soltanto i gruppi criminali, ma anche residenti che scaricano nelle aree rurali ogni genere di rifiuto, oltre a materiale edilizio abbandonato dalle ditte, senza il minimo rispetto della proprietà privata degli agricoltori e arrecando un danno ambientale e di immagine incalcolabile", è la denuncia di Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.
Di fronte alle emergenze che si rincorrono – continua la Coldiretti regionale – occorre adottare tutti gli accorgimenti a tutela della sicurezza e della salute, accertare le responsabilità e avviare le necessarie azioni di risarcimento danni diretti ed indiretti a favore delle comunità e delle imprese colpite. Sul piano strutturale – conclude la Coldiretti Puglia – occorre salvaguardare le aree a vocazione agricola, evitando l'autorizzazione di insediamenti potenzialmente a rischio e proteggendole con i controlli da quelli abusivi.
  • regione puglia
  • Rifiuti
  • coldiretti
  • ambiente
Altri contenuti a tema
Stabile il numero di contagi da covid 19 in Puglia: 138 positivi, di cui 14 nella Bat Stabile il numero di contagi da covid 19 in Puglia: 138 positivi, di cui 14 nella Bat Non si registrano per fortuna decessi
Conferimento rifiuti ad impianti fuori regione: oltre 90mila euro destinati per Andria Conferimento rifiuti ad impianti fuori regione: oltre 90mila euro destinati per Andria Nella Bat sono stati stanziati 781.710,44 euro. Lo dichiara la capogruppo del M5S Grazia Di Bari
Oltre 350mila le dosi somministrate di vaccino nella provincia Bat Oltre 350mila le dosi somministrate di vaccino nella provincia Bat Poco più di 150mila quelli che hanno completato il ciclo vaccinale
Nuovo Ospedale di Andria: conferenza di servizi finalizzata alla approvazione del progetto in linea tecnica Nuovo Ospedale di Andria: conferenza di servizi finalizzata alla approvazione del progetto in linea tecnica Lo ha deciso la giunta regionale, attraverso apposito Accordo di Programma che sarà realizzato
Ristori per conferimento rifiuti fuori regione, Caracciolo: "800mila euro per i comuni della BAT” Ristori per conferimento rifiuti fuori regione, Caracciolo: "800mila euro per i comuni della BAT” Per Andria previsti 92mila euro. La nota del consigliere regionale e presidente del gruppo PD
La Puglia è prima in Italia per numero di somministrazioni: immunità di popolazione l’8 settembre La Puglia è prima in Italia per numero di somministrazioni: immunità di popolazione l’8 settembre Lo dichiara il Presidente della Commissione regionale Bilancio e Programmazione Fabiano Amati
I tigli di via Sofia, tra maleducazione urbana, erronee potature e scarsa considerazione del verde pubblico I tigli di via Sofia, tra maleducazione urbana, erronee potature e scarsa considerazione del verde pubblico Lo storico ambientalista Nicola Montepulciano, interviene sulla recente vicenda dei tigli resinosi presenti davanti la chiesa di San Paolo Apostolo
Tutela e valorizzazione burrata di Andria: Di Bari (M5S) e Caracciolo (Pd) incontrano l'assessore Pentassuglia Tutela e valorizzazione burrata di Andria: Di Bari (M5S) e Caracciolo (Pd) incontrano l'assessore Pentassuglia Presenti all’incontro anche alcuni rappresentanti del settore ed esponenti delle istituzioni locali
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.