la rappresentazione sull'eccidio delle sorelle Porro
la rappresentazione sull'eccidio delle sorelle Porro
Teatro

“Il Palazzo d’Occidente”: ad Andria in scena la rappresentazione sull'eccidio delle sorelle Porro

Mercoledì 26 aprile l'evento presso l’Auditorium Mons. Di Donna, in via Aurelio Saliceti

Il 7 marzo del 1946 una folla affamata e misera entra nel palazzo delle sorelle Porro, picchia, bastona, trascina fuori due delle sorelle, le ammazza a botte. Lascia i loro corpi senza vita per strada, per tutta la notte…

Marluna Teatro, in co-produzione con i Seriomici, mercoledì 26 aprile presenta presso l'auditorium Mons. Di Donna, sito in via Aurelio Saliceti, ad Andria lo spettacolo teatrale "Il Palazzo d'Occidente" incentrato sulla figura delle sorelle Porro. Il testo condivide con gli spettatori i temi che sono alla base della necessità di violenza a cui sembriamo tutti condannati.

Durante lo spettacolo vari quadri raccontano la vicenda e provano a portarla dentro il presente delle relazioni tra le persone, indagando come alla base della violenza ci sia la difesa strenua della parola "io".

In "Il Palazzo d'Occidente" ciascuno spettatore dovrà decidere per sé chi ha ragione: chi ha ucciso o chi è stato ucciso.

"Il Palazzo d'Occidente" scritto da Michele Santeramo, regia Antonio Memeo, con Maria Elena Germinario e Patrizia Labianca, produzione Marluna Teatro, in co-produzione con la compagnia I Seriomici.

Ingresso ore 20.30, inizio ore 21,00. Sarà possibile acquistare i biglietti presso "Il cavallino rosso" (Via Montegrappa, 21 – Andria) o presso il "Centro teatro danza" (Via Principe Amedeo, 41- Andria). Per informazioni 3773705002.
  • Comune di Andria
  • Teatro
  • Eccidio sorelle Porro
Altri contenuti a tema
"Guerra all'interno della maggioranza": l'accusa dei pentastellati Michele e Vincenzo Coratella "Guerra all'interno della maggioranza": l'accusa dei pentastellati Michele e Vincenzo Coratella "Manca ancora oggi una vera guida alla città di Andria", sottolineano i due consiglieri M5S
Sempre più invasiva la presenza dei pappagalli parrocchetto monaco e dal collare Sempre più invasiva la presenza dei pappagalli parrocchetto monaco e dal collare Benedetto Miscioscia, FareAmbiente: "Pericolo sicurezza nel cimitero di Andria"
Di Gregorio NPSI: "Andria-statale 170 direzione Castel del Monte. Degrado ed incuria la fanno da padrona" Di Gregorio NPSI: "Andria-statale 170 direzione Castel del Monte. Degrado ed incuria la fanno da padrona" "Una situazione alquanto paradossale e allo stesso tempo drammatica per tale sito patrimonio dell'umanità"
Proiezione pubblica dell’inchiesta-documentario di Fanpage "Gioventù Meloniana" Proiezione pubblica dell’inchiesta-documentario di Fanpage "Gioventù Meloniana" A cura dell'associazione politico-culturale "Andria Bene in Comune"
Montegrosso: cinghiali distruggono vigneti e impianti di irrigazione Montegrosso: cinghiali distruggono vigneti e impianti di irrigazione Siccità ed incendi stanno causando danni enormi alla fauna in fuga dagli ecosistemi distrutti dai roghi o infruttuosi per le alte temperature
Prima assemblea di partecipazione dell’ITS Academy Puglia Marketing & Design – Puma Prima assemblea di partecipazione dell’ITS Academy Puglia Marketing & Design – Puma Si è svolta ad Andria, presso la sala consiliare
I rimbrotti del PD Andria a Generazione Catuma: «Ringraziamo del paragone con “Il favoloso mondo di Amélie”» I rimbrotti del PD Andria a Generazione Catuma: «Ringraziamo del paragone con “Il favoloso mondo di Amélie”» «Creatività che utilizziamo ogni giorno per cercare di risanare questa città, dopo averne ereditato le macerie e i debiti»
Mercoledì a Bari sarà presentato il cronoprogramma per il nuovo ospedale di Andria Mercoledì a Bari sarà presentato il cronoprogramma per il nuovo ospedale di Andria Alle ore 13,00 seduta congiunta della I e III Commissione
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.