mater
mater
Sport

Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Michele Matera

Intervista al ventunenne giocatore andriese di carambola a tre sponde

Dal 22 al 26 settembre scorsi, nel PalaCus Idroscalo di Segrate (MI), si è svolto il 42° Campionato Italiano Assoluto di carambola tre sponde. Nella categoria Open ha dominato il forte giocatore bolzanino Marco Zanetti, mentre tra i Juniores è uscito vincitore dalla competizione il siciliano Alessio D'Agata. I giovani partecipanti alla rassegna nazionale della suddetta disciplina sportiva sono stati lo stesso D'Agata, Emanuele Criscino e l'andriese classe '94 Michele Matera, che si è classificato al terzo posto. «Il movimento giovanile nella carambola - ci ha spiegato Michele - è ancora ristretto, ma la partecipazione a questo evento è stata comunque un'emozione incredibile. I miei avversari avevano più esperienza rispetto a me, che gioco professionalmente da circa un anno, perciò questo torneo è un soddisfacente punto di partenza. Non capita tutti i giorni di poter imparare da campioni del calibro di Marco Zanetti o Fabrizio Cortese».

Quella di Matera è una passione poco diffusa tra i giovani, i quali solitamente si dimostrano più affascinati dagli sport classici come il calcio, il tennis o la pallavolo. «Sin da bambino - ha continuato il ventunenne andriese - ho avuto un'inspiegabile passione per il pool. Iniziai a giocare all'età di 12 anni, quando frequentavo una sala giochi cittadina con i miei amici, ma la prima stecca personale me l'ha regalata mio padre circa sei anni fa, come premio per la promozione al primo anno di scuola superiore. Questa attività mi appassiona follemente, sia per il fatto che è una disciplina di estrema precisione, ma soprattutto perché stimola i giocatori ad un costante ragionamento. Il biliardo non è più solo il passatempo dei pensionati, bensì risulta uno sport in grande crescita a livello agonistico. Infatti la Fibis (Federazione Italiana Biliardo Sportivo) lavora scrupolosamente affinché siano sempre più numerosi i giovani interessati a questo intrigante mondo».

Spesso, nell'immaginario collettivo, la sala giochi è considerata un luogo poco raccomandabile, covo di lupi del Bronx e tana dei malaffari. Michele Matera, invece, vuole essere testimone di una realtà diversa ed apprezzabile. «Io credo che sia sempre sbagliato - ha dichiarato il giocatore andriese - fare di tutta l'erba un fascio. Certo, sarebbe un'ipocrisia non ammettere che esistano degli ambienti poco puliti, ma non è il contesto di cui ho la fortuna di fare parte. Io gioco a carambola con persone perbene, tra le quali ci sono anche medici, dottori ed agenti di polizia. Per questo voglio ringraziare tutti i miei compagni della Powerball di Andria e, in modo particolare, il proprietario Antonio Larosa, che è un abile giocatore di biliardo oltre che un maestro capace e scrupoloso». Infine abbiamo chiesto a Michele quali siano i suoi prossimi obiettivi sportivi. «Non si può - ha concluso lui - vivere di carambola, o meglio, solo i migliori al mondo riescono a farlo. Io sicuramente voglio continuare ad impegnarmi per crescere e per togliermi più soddisfazioni possibili. Inoltre mi piacerebbe veder lievitare il movimento giovanile nella nostra città, affinché il tavolo di biliardo non sia più considerato uno squallido passatempo, bensì un valido strumento di interazione sociale».
  • il coraggio giovanile di mettersi in gioco
  • Michele Matera
Altri contenuti a tema
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Dario Ei Meridionali Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Dario Ei Meridionali Intervista ai giovani vincitori andriesi del Premio "Mimmo Bucci" 2016
Prova CentroSud Carambola Tre Sponde, secondo posto per Michele Matera Prova CentroSud Carambola Tre Sponde, secondo posto per Michele Matera Per il giovane andriese piazzamento d'onore anche al recente Campionato Regionale
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Davide Vurchio Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Davide Vurchio Intervista al giovane membro del gruppo CalishenX Andria
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Giovanni Gazzillo Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Giovanni Gazzillo Il giovane andriese, alias Khuan, è un dj membro della label SK Recordings
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Daniele Geniale Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Daniele Geniale Intervista allo street artist andriese, membro del collettivo Scap - Sud Colorato a Pezzi
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Matteo Fissore Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Matteo Fissore Ex capitano del Torino Primavera campione d'Italia, oggi milita nella Fidelis Andria
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Andrea Troia Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Andrea Troia Intervista al giovane allenatore della formazione Juniores della Nuova Andria
Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Felipe Porro Il coraggio giovanile di mettersi in gioco, Felipe Porro Intervista al ballerino andriese che studierà nella National Ballett Academy di Denver
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.