Comune Andria
Comune Andria
Politica

I partiti di centrodestra: "La Sinistra al governo: il nulla oltre la poesia"

"La sinistra la smetta di deresponsabilizzarsi e lavori con meno retorica e più fatti"

"Se le cose vanno bene il merito è il nostro, se le cose vanno male è colpa del passato. Potremmo racchiudere così -sottolineano in una nota, le liste Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e Scamarcio Sindaco- con questo adagio, la linea politica della maggioranza di sinistra la cui linea amministrativa ancora non è manifesta, lasciando il governo della città pericolosamente privo di indirizzo e di guida, soprattutto per i problemi più importanti ed impellenti da affrontare.

Cominciamo da un principio fondamentale di tutte le amministrazioni territoriali, che deve essere ricordato in tutte le circostanze: la continuità amministrativa non prevede deroghe, soprattutto non prevede un utilizzo à la carte, per cui se l'opera pubblica porta prestigio e consenso alla nuova amministrazione si dimentica il principio della continuità ed i meriti evidenti e pluriennali del lavoro costante negli anni portato avanti dalla precedente Amministrazione di centro destra, guidata da Nicola Giorgino. Quando, invece, i problemi di governo appaiono nella loro complessità e articolazione, fuori dalle soluzioni urlate della campagna elettorale, allora le responsabilità ricadono tutte sul passato. Ogni riferimento alle appropriazioni dei meriti sulla costruzione del nuovo ospedale e sull'interramento ferroviario da una parte, ed alle mancate risposte in merito ai problemi di natura contabile e al rischio di dissesto finanziario dall'altro, è assolutamente voluto. Rifiutando la logica della campagna elettorale permanente, chiediamo che venga posto fine a questo stucchevole giochino e venga affrontata la questione attraverso un'operazione di definitiva chiarezza sulle reali volontà dell'Amministrazione Bruno.

In base al richiamato principio di continuità, l'amministrazione di centro-destra nel 2010 si è fatta carico di un'eredità economica dell'Ente disastrosa, pari se non superiore in gravità politica e patrimoniale alle attribuzioni di responsabilità delle successive accuse che ha dovuto subire e per le quali ha pagato successivamente, in termini elettorali. Le poche migliaia di euro in cassa, come testimoniato da una nota a firma del funzionario al bilancio dell'epoca e i milioni di euro di debiti a causa degli "errori" nelle valutazioni degli espropri del PRU E PIP, insieme all'assenza di un dirigente nel settore più cruciale dell'Ente come quello finanziario, sono fatti incontrovertibili e verità storiche che la nuova amministrazione, ricca di addentellati significativi con le amministrazioni di centro-sinistra del passato responsabili di quella situazione, non riconosce. Senza dimenticare le tematiche ambientali: nel 2010 la raccolta differenziata era ferma sotto il 10%, altro che sinistra ambientalista! Ed oggi, sempre a proposito di cose fatte e non dette, c'è un finanziamento ottenuto dalla vecchia Amministrazione di 10 milioni di euro per la bonifica della discarica fermo al palo. Ricordiamo che nessun cittadino ha mai prescritto a questa compagine politica di sinistra di candidarsi a governare la città, è troppo comodo governare deresponsabilizzandosi.

E arriviamo ad un ulteriore principio fondamentale di ogni sistema democratico, troppe volte dimenticato. Il principio di responsabilità, la più volte richiamata accountability: ogni amministrazione deve essere responsabile di fronte ai cittadini delle proprie azioni. Parliamo della questione del riequilibrio dei conti: tocca a questa maggioranza l'onore e l'onore di trovare le soluzioni indicate partendo ovviamente dal fatto che "favorire" l'ipotesi del dissesto come qualcuno forse a sinistra vorrebbe, sarebbe un errore di una gravità inaudita con conseguenze incontrollabili. Del resto si parla di un piano che è datato 2018 e che quindi è normale che possa essere integrato e/o modificato come richiesto dagli organi competenti. Sono passati 28 mesi da quel Piano, e nel frattempo c'è stata anche una lunga gestione tecnico-commissariale che ha gestito quel Piano ed approvato anche un bilancio della propria gestione. Tra le criticità evidenziate quella dell'utilizzo del cosiddetto fondo di rotazione che il centro-destra non ha mai utilizzato stante la fine anticipata dell'Amministrazione.

Inoltre, nonostante le promesse della campagna elettorale su grandi nomi al fianco di questa maggioranza pronti a dare una mano forti del sostegno del governo (ex) centrale, del governo regionale e di tutto il PD mondiale, la scelta sul nuovo responsabile del settore finanziario è ricaduta sulla dott.ssa Grazia Cialdella, dirigente delle passate Amministrazioni che ben conosce quale fosse lo stato dell'arte pre e post 2010. La sinistra la smetta di deresponsabilizzarsi e lavori con meno retorica e più fatti, perché i cittadini alla lunga si stancano dei proclami e della poca sostanza. Non si governa una città come Andria, ed in genere qualsiasi territorio, solo parlando di bellezze, di natura e di massimi sistemi. Il caso recente delle sanzioni comminate ingiustamente negli avvisi di accertamento inviati in modo iniquo ai cittadini andriesi esemplifica le difficoltà dei problemi da affrontare, a fronte di una limitata consapevolezza e scarsa conoscenza della macchina amministrativa di cui l'amministrazione nelle sue prime uscite sta dando prova, con danni evidenti per tutta la comunità, pubblica e di cittadini. Di fronte alle inefficienze ed all'impreparazione, di fronte ai rinvii, ai silenzi e all'assenza di programmazione, proponiamo soluzioni chiare e alternative che mettiamo a disposizione della comunità, attraverso la compattezza di una classe politica e dirigente giovane e coesa che non ha paura del confronto e sarà sempre al fianco dei cittadini turbati dalla pochezza dei primi mesi di questa Giunta".
  • forza italia
  • fratelli d'italia
  • antonio scamarcio
  • Lega Puglia
Altri contenuti a tema
Sospensione bollo auto: Forza Italia presenta mozione alla Regione Sospensione bollo auto: Forza Italia presenta mozione alla Regione La sospensione del pagamento della tassa automobilistica è già avvenuto in altre Regioni
Fratelli d’Italia Bat: soddisfazione per la campagna tesseramento 2020 Fratelli d’Italia Bat: soddisfazione per la campagna tesseramento 2020 Dipaola e Fucci: “Grande soddisfazione, Bat prima provincia in Italia per tessere ogni mille abitanti”
Covid, Fratelli d'Italia Andria incontra gli imprenditori: «Dallo Stato risposte inadeguate e insufficienti» Covid, Fratelli d'Italia Andria incontra gli imprenditori: «Dallo Stato risposte inadeguate e insufficienti» Proposte e idee per far ripartire l’economia locale nel primo incontro promosso dal tavolo tecnico del partito “Bilancio e Attività Produttive”
Covid 19, Forza Italia denuncia situazione fuori controllo in Puglia e chiede nomina nuovo assessore alla Salute Covid 19, Forza Italia denuncia situazione fuori controllo in Puglia e chiede nomina nuovo assessore alla Salute Nota del commissario regionale di Forza Italia, l’on Mauro D’Attis, e del vice commissario, il sen Dario Damiani
Zona rossa, Forza Italia provinciale: “La Bat dovrebbe rientrare al massimo in zona arancione” Zona rossa, Forza Italia provinciale: “La Bat dovrebbe rientrare al massimo in zona arancione” “Non ci sono i numeri, ingiustizia per il territorio” sottolinea Marcello Lanotte
De Mucci nuovo coordinatore cittadino di Forza Italia De Mucci nuovo coordinatore cittadino di Forza Italia E' stato commissario provinciale azzurro per numerosi anni
Forza Italia: Marcello Lanotte è il nuovo coordinatore della Bat, succede a Luigi De Mucci Forza Italia: Marcello Lanotte è il nuovo coordinatore della Bat, succede a Luigi De Mucci Rivisitata l'organizzazione del partito azzurro: incarico per l'avv. Fracchiolla, capogruppo nel Consiglio comunale di Andria
Torna a riunirsi il circolo cittadino di Forza Italia, all’indomani delle elezioni amministrative Torna a riunirsi il circolo cittadino di Forza Italia, all’indomani delle elezioni amministrative Nuovi volti femminili si vanno aggregando al precedente gruppo partitico
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.