dott. Riccardo Matera
dott. Riccardo Matera
Attualità

Giunge il pensionamento per il dottor Riccardo Matera ma continua il suo impegno per il prossimo

Si chiude un’epoca all’Ufficio Igiene di Andria, con la quiescenza del Direttore del Dipartimento di prevenzione della Asl Bt

Con il pensionamento del dottor Riccardo Matera, classe 59, si chiude un'epoca all'Ufficio Igiene di Andria. Da domani il flusso di utenti cui lui era abituato a trovare praticamente sempre una soluzione, non lo troverà più in viale Trentino 79. Colleghi ed amici hanno tentato in tutti i modi di dissuaderlo, di farlo rimanere ancora in servizio, ma lui ha deciso che era giunto il momento di fare altro.
Ci sono parole di circostanza in questi casi, che in questo caso specifico non lo sono. Veramente lascerà un vuoto, avendo abituato l'utenza ad un servizio di alto livello, espletato sempre con passione e senza mai guardare l'orologio, come è successo durante il Covid, quando nottetempo la luce del laboratorio di analisi dei tamponi era accesa a causa del suo accanimento a fare il maggior numero di analisi prima della mattina successiva, fino al suo ultimo giorno di lavoro, oggi appunto, ancora in servizio a risolvere tutto quello che può ed a ricevere ancora l'utenza, rinunciando ad un cospicuo numero di giorni di ferie.
Come Direttore del Servizio Igiene prima e del Dipartimento di Prevenzione dopo, tra i suoi collaboratori da sempre è stato noto per essere persona che si assumeva in prima persona le responsabilità dell'operato di tutti coloro che lavoravano con lui poiché, secondo la sua filosofia di vita, "solo chi non opera non sbaglia" e che "se si inizia ad aver paura di sbagliare poi non si opera più come si dovrebbe".
L'unica cosa che non si doveva mai fare, riferisce chi a lavorato con lui molti anni, era raccontargli bugie o tentare di prenderlo in giro. Bastava dire la verità, sempre e comunque!
Andria, e non solo, perde una persona che faceva tanto per tutti ed in tantissimi lo riconoscono. Forse proprio lui non si è mai reso conto di quanto importante era, per un cittadino o per un collaboratore, potersi avvalere del suo aiuto. Forse, se fosse stato più consapevole di questo, avrebbe rimandato il suo pensionamento.

Due altre cose vanno aggiunte ed il dottor Riccardo ci deve scusar per questo. Non c'è mai stata una volta che non sia stato gentile verso un utente, anche quando gli veniva chiesto l'impossibile. Riusciva sempre ad essere equilibrato, cortese ma oltremodo fermo nelle decisioni.

Ha segnato un epoca, ha rappresentato il civil servant per antonomasia e non è un caso se il Capo dello Stato, il nostro Sergio Mattarella, abbia insignito con l'onorificenza di "Cavaliere al Merito della Repubblica" tra i primi medici italiani che si sono battuti contro il covid proprio il dottor Matera. Forse prenderà la strada del volontariato attivo, dopo aver fatto tanto per l'Africa, con l'associazione cittadina che si occupa di tante iniziative in quel continente. Un asilo in Etiopia è sorto in ricordo dell'amata moglie Rosa. Ogni volta che tornava da quei viaggi era per lui la sensazione reale aver toccato con mano, veramente, la miseria ed il bisogno presente ancora nell'umanità. Amore per il prossimo, rispetto e dedizione per il lavoro, i concetti che ha inculcato ai suoi gioielli, Claudia e Serena, bellissime e dolcissime, come lo era la Signora Rosa.

Non che nella sua città non facesse del bene, ma per privacy non possiamo disvelare nulla se non ricordarlo sempre in tante circostanze, in seconda o terza fila ma presente ove ci fosse bisogno del suo apporto.

Grazie, ma veramente GRAZIE di tutto dottor Matera e continui ad aiutarci con i suoi consigli e la sua esperienza. Questa Comunità ha ancora bisogno di Lei!.
  • Sanità
  • asl bat
  • operatore socio sanitario
  • personale sanitario
  • Dipartimento di Prevenzione Asl Bt
  • Riccardo Matera
Altri contenuti a tema
Associazione Schierarsi, Nuovo Ospedale: "Contro il dileggio di Andria la sindaca Bruno si dimetta" Associazione Schierarsi, Nuovo Ospedale: "Contro il dileggio di Andria la sindaca Bruno si dimetta" "Perché non si chiede conto della centrale operativa del 118 ancora inesistente nella BAT?"
Sanità: "Prendiamoci cura delle nostre ossa", incontro con il primario Vito Conserva Sanità: "Prendiamoci cura delle nostre ossa", incontro con il primario Vito Conserva Nell'ambito del ricco cartellone di eventi dedicati ai salotti sanitari ed alla telemedicina presso Bisceglie
Sciopero personale sanitario: nutrita l'adesione dalla Bat per la manifestazione nella Capitale Sciopero personale sanitario: nutrita l'adesione dalla Bat per la manifestazione nella Capitale "Costretti a ricorrere allo sciopero per rivendicare diritti fondamentali di ogni medico e dirigente sanitario italiano"
Libero accesso facoltà sanitarie: Pdl supera l’esame in III Commissione Regionale Libero accesso facoltà sanitarie: Pdl supera l’esame in III Commissione Regionale La nota dei consiglieri di Con Emiliano, Giuseppe Tupputi (capogruppo), Stefano Lacatena, Alessandro Leoci
Sciopero medici, dirigenti sanitari e infermieri: 1,5 milioni di prestazioni a rischio il 5 dicembre Sciopero medici, dirigenti sanitari e infermieri: 1,5 milioni di prestazioni a rischio il 5 dicembre Circa 30 mila gli interventi chirurgici che potrebbero essere rinviati, 180 mila le visite specialistiche
Misericordia di Andria: dopo 20 anni, oltre un milione di chilometri e 114mila interventi Misericordia di Andria: dopo 20 anni, oltre un milione di chilometri e 114mila interventi Si chiude con l’attività di emergenza urgenza. Il 1° dicembre il passaggio del servizio a Sanitaservice
Medici e dirigenti sanitari della Asl Bt aderiscono allo sciopero del 5 Dicembre Medici e dirigenti sanitari della Asl Bt aderiscono allo sciopero del 5 Dicembre Federazione CIMO Fesmed e ANAAO Assomed: "Chiediamo rispetto per la nostra professione e per il nostro lavoro"
Andria ed il suo nuovo "Ospedale di carta" Andria ed il suo nuovo "Ospedale di carta" Intervento del consigliere comunale indipendente Nicola Civita e dei colleghi del M5S Andria, Doriana Faraone e Pietro Di Pilato
© 2001-2023 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.