Crisi Ucraina-Russia
Crisi Ucraina-Russia
Eventi e cultura

Futuro Anteriore Festival per il popolo ucraino: sostegno ai campi per i rifugiati

Il risultato della biglietteria sarà interamente destinato alla Caritas Diocesana di Andria per i campi in Romania e Polonia

Un Festival per definizione è una festa. La guerra in corso in Ucraina, in Europa, rende difficile anche solo parlare di eventi culturali o di organizzare un Festival. In questo contesto complicato è in programma dal 9 al 13 marzo ad Andria la prima edizione del Futuro Anteriore Festival, un Festival che, non a caso, guarda al futuro con una certa cautela. Siamo immersi in un presente che è un futuro che fino a pochi giorni fa non ci saremmo mai immaginati di vivere e che, francamente, avremmo preferito non incontrare. Un Festival come il Futuro Anteriore Festival, che guarda al presente come unica possibilità di incidere sul futuro, non può rimanere indifferente di fronte a ciò che sta accadendo al Popolo Ucraino.

Per questo il Futuro Anteriore Festival ha deciso di provare ad incidere sul futuro destinando l'incasso della biglietteria del Festival al sostegno dei campi Caritas in Polonia e Romania dove in questi giorni tristi si stanno riversando circa 500.000 rifugiati. Gli organizzatori del Festival, pur consapevoli dell'ipocrisia nascosta in un gesto che non giustifica il costante disinteresse verso situazioni di conflitto analoghe, provano a non rimanere indifferenti di fronte all'orrore grazie alla collaborazione con la Caritas diocesana di Andria che materialmente si occuperà di far arrivare i fondi a destinazione.

Il Festival dunque si farà, e si farà proprio nella convinzione che l'arte possa in qualche modo essere il mezzo per esorcizzare la paura e per dare una spallata all'orrore e alla violenza in corso. Un'idea quest'ultima avvalorata dal fatto che i fruitori privilegiati di questo Festival sono proprio quei giovani a cui ci si pensa, spesso con vuota retorica, quando si parla di futuro. Giovani che ci insegnano quotidianamente a orientare lo sguardo verso la bellezza e verso cui siamo costantemente in debito. A loro dobbiamo l'impulso di agire subito, oggi, senza rimandare ad un'inafferrabile futuro le occasioni di felicità.

Cosa cambierebbe se l'obiettivo diventasse stare con i giovani e meno giovani nell'oggi, prepararli a vivere il presente e le sue possibilità, trattandosi di un presente che è già molto complesso, imprevedibile, in cambiamento e che ha, insomma, tutte le sfide necessarie ad allenare le stesse capacità che torneranno utili per gestire la complessità del domani? Un gesto piccolo, sicuramente risibile rispetto alle necessità, ma che idealmente prova ad accompagnare il Festival stesso e il pubblico verso un futuro fatto di pace e conoscenza.

L'invito a partecipare, con il doppio scopo culturale e umanitario, è rivolto ai giovani di tutte le età: a chi ci si sente tale, ai presunti tali, agli aspiranti tali, senza distinzione anagrafica che tenga.

Sono cinque gli eventi che concorrono alla realizzazione dell'obiettivo proposto:
  • mercoledì 9 marzo ore 21:00 - A+A Storia di una prima volta;
  • giovedì 10 marzo ore 21:00 - Chi viene da terra, chi viene dal mare;
  • venerdì 11 marzo ore 21:00 - Il tempo stinge;
  • sabato 12 marzo ore 21:00 - Seneca nel traffico;
  • domenica 13 marzo ore 21:30 - Erica Mou: Nature.
La segreteria del Festival è operativa ogni giorno dalle 16:30 alle 20:30 presso il Museo Diocesano san Riccardo in via De Anellis 46. Il programma è consultabile anche on line sul sito www.futuroanteriorefestival.it.
Futuro anteriore UCRAINA
  • Circolo Lettori Andria
  • Guerra Russia - Ucraina
Altri contenuti a tema
Secondo appuntamento ad Andria con la rassegna "Inversione di Marcia" Secondo appuntamento ad Andria con la rassegna "Inversione di Marcia" Questa sera l'incontro alle ore 19:00 presso il Museo Diocesano "San Riccardo"
Più prodotti alimentari comprati dal contadino a causa della corsa dell'inflazione Più prodotti alimentari comprati dal contadino a causa della corsa dell'inflazione Anche nei pesanti tempi del Covid e della guerra in Ucraina i mercati contadini hanno offerto un contributo fondamentale
Arriva “Read More” nelle scuole di Andria 6 scuole secondarie di primo grado, 52 classi, 1116 studenti e studentesse Arriva “Read More” nelle scuole di Andria 6 scuole secondarie di primo grado, 52 classi, 1116 studenti e studentesse Coinvolte 6 scuole secondarie di primo grado, 52 classi, 1116 studenti e studentesse
Marcia della Pace a Roma: presente una delegazione da Andria guidata dall'Assessore Daniela Di Bari Marcia della Pace a Roma: presente una delegazione da Andria guidata dall'Assessore Daniela Di Bari Oltre 100mila persone, circa 600 tra associazioni ed organizzazioni varie provenienti da tutta Italia per dire No alla guerra
Al via il progetto "Passpartù" sull'affido culturale per minori ucraini ad Andria Al via il progetto "Passpartù" sull'affido culturale per minori ucraini ad Andria La proposta del collettivo CapitalSud è stata tra i vincitori del bando "Orizzonti Solidali" nel 2021
Rincaro prezzi: i pugliesi pagheranno quasi 49 mln di euro in più per l'aumento della pasta Rincaro prezzi: i pugliesi pagheranno quasi 49 mln di euro in più per l'aumento della pasta "Un conto che grava soprattutto sulle famiglie più povere dove la pasta ha una incidenza più elevata sulla spesa quotidiana"
Aumento dei costi dell'energia: mai così alto il prezzo del pane, anche di 12 volte Aumento dei costi dell'energia: mai così alto il prezzo del pane, anche di 12 volte L'impennata dell'inflazione che peserà sul carrello dei pugliesi di oltre 420.000 milioni di euro soltanto per la spesa alimentare
Nuova stangata in arrivo per le famiglie causa caro energia e prezzi materie prime: il corredo scuola costa il 7% in più Nuova stangata in arrivo per le famiglie causa caro energia e prezzi materie prime: il corredo scuola costa il 7% in più Escludendo i libri di testo, per matite, quaderni ed altro occorrente si arriva a spendere fino a 588 euro
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.