Finiscono fuori strada tra le campagne di Andria e Corato
Finiscono fuori strada tra le campagne di Andria e Corato
Cronaca

Finiscono fuori strada tra le campagne di Andria e Corato: quattro malviventi in fuga fanno perdere le loro tracce

E' accaduto intorno alle ore 2, sul tratturo Grumo appula Canosa di Puglia. L'autovettura una Mercedes nera aveva una targa estera

Sono risultate vane le ricerche di quattro malviventi che questa notte, erano da poco passate le ore 2 di lunedì 6 novembre, sono stati intercettati da una pattuglia della Vigilanza giurata, impegnata tra le campagne di Andria e Corato, in uno dei consueti giri di controllo delle proprie utenze.

Quattro individui, tutti travisati con cappucci e passamontagna, a bordo di una Mercedes scura con targa tedesca, mentre transitavano lungo il c.d. "Tratturo regio Canosa di Puglia Grumo appula", alla vista della pattuglia delle guardie giurate dell'istituto di vigilanza, hanno iniziato una pericolosa fuga, a tutta velocità, che si è conclusa all'interno di un fondo agricolo dove è finita l'auto, dopo che il conducente ha perso il controllo del mezzo.

Non più marciante, l'autovettura è stata quindi abbandonata dai malviventi che si sono dati ad una fuga a piedi tra le campagne circostanti. Favoriti dall'oscurità sono riusciti a far perdere le proprie tracce.

Giunte sul posto alcune volanti della Polizia di Stato, allertate dalla sala operativa della Vigilanza giurata, hanno avviato delle ricerche che hanno dato esito negativo. L'autovettura è stata quindi presa in consegna dagli agenti della scientifica che hanno avviato le indagini, che sono condotte dal Commissariato di P.S. di Corato.
  • polizia
  • istituto di vigilanza
  • Controlli Polizia
  • Vigilanza Giurata
Altri contenuti a tema
#senontiportononparto, la Polizia di Stato contro l'abbandono degli animali #senontiportononparto, la Polizia di Stato contro l'abbandono degli animali Al via la campagna di sensibilizzazione
Sindaco di Terlizzi premia due poliziotti delle Volanti della Questura di Andria Sindaco di Terlizzi premia due poliziotti delle Volanti della Questura di Andria Il coraggio e la prontezza d’azione hanno trasformato una possibile tragedia in un atto di speranza e di salvezza
Scarpe rubate donate alle suore Betlemite di Andria Scarpe rubate donate alle suore Betlemite di Andria L'operazione della Polizia di Stato. La beneficenza disposta dal Tribunale di Trani
Primo giorno di lavoro dei neo agenti di P.S. in servizio alla Bat Primo giorno di lavoro dei neo agenti di P.S. in servizio alla Bat La Sindaca di Andria li ha esortati a mettere al centro della loro attenzione, le singole persone, in particolare le più fragili e vulnerabili
Presentati nel chiostro di Palazzo di Città ad Andria i 67 neo agenti di PS assegnati alla Questura Presentati nel chiostro di Palazzo di Città ad Andria i 67 neo agenti di PS assegnati alla Questura Il Questore Fabbrocini ha presentato il nuovo personale: "Un dono ed un riconoscimento per questo territorio"
Droga e banconote false da Napoli alla Bat: gli “ordini” avvenivano online. Due arresti Droga e banconote false da Napoli alla Bat: gli “ordini” avvenivano online. Due arresti Le indagini condotte dalla Sezione antidroga della squadra mobile andriese e dal commissariato di Trani
Polizia Locale: altre sanzioni per i conducenti di bici e monopattini elettrici Polizia Locale: altre sanzioni per i conducenti di bici e monopattini elettrici Mancato rispetto delle norme che regolano l'utilizzo di questi velocipedi
Intervista a Lucia Adele Merli, dirigente della sezione di Polizia stradale B.A.T. Intervista a Lucia Adele Merli, dirigente della sezione di Polizia stradale B.A.T. Giovane donna funzionaria, protagonista di eventi nazionali, tra cui il Giro d'Italia ed il G7
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.