Cimitero di Andria
Cimitero di Andria
Cronaca

Ennesimo furto di cavi elettrici nel Cimitero di Andria: si ripropone il problema della sicurezza

Un danno ingente, quantificabile intorno ai 15mila euro. Da pochi giorni erano iniziati i lavori per il ripristino delle linee elettriche rubate ai primi di aprile

Cimitero di Andria come un supermarket per i predoni del rame: basta entrare all'interno per sottrarre metri e metri del prezioso materiale.
L'ennesimo furto si è consumato tra la notte scorsa e le prime luci dell'alba di oggi, sabato 28 maggio. Amara sorpresa questa mattina per i visitatori che sono giunti per portare una mazzo di fiori o recitare una preghiera ai propri cari. Ad attenderli c'erano i Carabinieri, chiamati dalla società San Riccardo per rilevare l'ennesimo grave furto, con conseguente sottrazione di metri e metri di cavi elettrici. Un danno apparentemente stimato nell'ordine di 15mila euro.
L'assurdo consiste nel fatto che i lavori di ripristino del grosso furto avvenuto ai primi di aprile e che aveva mandato in black out numerose zone del camposanto, a cominciare dalla centinaia e centinaia di lampade votive, è dato dal fatto che detti lavori erano cominciati solo da pochi giorni. Qualcuno quindi aveva informato i "soliti ignoti" che il ripristino era iniziato e che sul posto c'erano i nastri di cavi di rame pronti per essere infilati.

Grande sconcerto stamane tra gli utenti saputa la notizia del nuovo furto. Nei giorni scorsi l'ennesimo appello alla Società San Riccardo, subentrata al 1° gennaio alla Voltedison nel servizio di illuminazione, da parte di coloro che sono rimasti con le lampade votive spente a causa del furto dei cavi di rame. Quanto tempo bisognerà attendere prima di vedere nuovamente accese le lampade votive?

Si spera che i filmati dell'impianto di videosorveglianza possano permettere ai Carabinieri di risalire all'identità di questa banda che continua a prendere di mira il Cimitero di Andria.
  • carabinieri andria
  • Cimitero
  • furti di rame
Altri contenuti a tema
Ubriaco irrompe in una enoteca ad Andria: tempestivo intervento dei Carabinieri del nucleo radiomobile Ubriaco irrompe in una enoteca ad Andria: tempestivo intervento dei Carabinieri del nucleo radiomobile L'uomo è stato successivamente affidato al personale sanitario del 118. Ed un furto di olive è stato sventato dai militari della locale Compagnia
Ritrovata la 12enne scomparsa questa mattina ad Andria Ritrovata la 12enne scomparsa questa mattina ad Andria Indagini da parte dei Carabinieri, dopo la denuncia presentata dai genitori
Trasporti di olio d'oliva sulle strade di Andria, più sicuri grazie ai Carabinieri Trasporti di olio d'oliva sulle strade di Andria, più sicuri grazie ai Carabinieri Predisposto un accurato servizio di vigilanza e scorta per i mezzi pesanti carichi del prezioso "oro verde"
Il 3 dicembre sarà benedetta dal Vescovo diocesano la tomba della piccola Graziella Mansi nel Cimitero comunale Il 3 dicembre sarà benedetta dal Vescovo diocesano la tomba della piccola Graziella Mansi nel Cimitero comunale Per volere della Civica Amministrazione e della sua Famiglia, le spoglie mortali saranno traslate presso il viale monumentale
Diocesi e Carabinieri della Compagnia di Andria, insieme per combattere le truffe agi anziani Diocesi e Carabinieri della Compagnia di Andria, insieme per combattere le truffe agi anziani Informare la cittadinanza e puntare senza indugi sulla prevenzione, quale fattore indispensabile per scongiurare tali fenomeni
Controlli dei carabinieri agli esercizi commerciali di Andria in vista delle prossime festività natalizie Controlli dei carabinieri agli esercizi commerciali di Andria in vista delle prossime festività natalizie In ausilio i reparti specializzati del Nucleo Antifalsificazione e Sanità (N.A.S.) e del Nucleo Ispettorato del Lavoro (N.I.L.)
La pubblica accusa chiede 10 anni di carcere per un 27enne andriese: ferì gravemente un conoscente in via dell'Indipendenza La pubblica accusa chiede 10 anni di carcere per un 27enne andriese: ferì gravemente un conoscente in via dell'Indipendenza Il fatto di sangue avvenne il 6 aprile 2021. I difensori Losappio e Merafina pronti a chiedere la riqualificazione del reato da tentato omicidio in lesioni personali
Consorzio Guardie Campestri di Andria: "estraneo all’indagine sui reati predatori nelle campagne" Consorzio Guardie Campestri di Andria: "estraneo all’indagine sui reati predatori nelle campagne" Relativamente all’operazione di contrasto compiuta dai Carabinieri nelle campagne tra Andria e Minervino Murge
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.