Cartina Liceo Scientifico ampliamento sette aule
Cartina Liceo Scientifico ampliamento sette aule
Scuola e Lavoro

Data storica: lo «Scientifico» accoglie le classi seconde

Ricavate nella sede Centrale ben sette aule che servono a riunire un altro pezzo di scuola. L'11 febbraio il ricongiungimento storico in Via Paganini. In Via Barletta restano solo le classi prime

Per gli studenti del Liceo Scientifico «R. Nuzzi» di Andria è a suo modo una data storica da appuntare: l'11 febbraio, infatti, vi sarà la chiusura della scuola per una sola giornata per permettere il trasferimento di tutto il materiale necessario affinchè anche le classi seconde dell'istituto siano accolte nella sede «centrale» di Via Paganini. La famosa «succursale» ha da sempre caratterizzato il biennio del liceo che non ha mai avuto una sede univoca da quando è stata costruita l'attuale istituto di via Paganini circa vent'anni fa.

Come si è riusciti in questa impresa titanica? Con un semplice progettino con cui la scuola ha invogliato la Provincia di Barletta Andria Trani, immediatamente resasi disponibile ad accogliere l'idea: sette aule sono state ricavate sfruttando al meglio tutti gli spazi disponibili nell'istituto tra cui anche due laboratori già utilizzati da tempo come normali aule scolastiche. La casa del custode, uno spazio inutilizzato nella palestra ed infine, tramezzi e muri per ricavare le aule in attesa che parta la gara d'appalto, ormai imminente, per l'ampliamento definitivo dell'istituto stesso nei prossimi mesi. Costo totale dell'intervento di euro 80.000 come ci mostra lo stesso Preside dell'Istituto, Michelangelo Filannino: «Visto il fitto che la Provincia ha ereditato per la struttura di Via Barletta dove è ospitato il biennio - dice il Preside - questa spesa è davvero irrisoria e risolve un problema di sempre con un semplice intervento durato pochissimo».

Il costo dell'intervento, infatti, è pari a meno di un mese di fitto della struttura di via Barletta dove sono ospitate anche alcune classi del «Colasanto» e la sede andriese dell'IPSIA «Archimede» di Barletta. Da contratto la Provincia BAT ha ereditato da quella di Bari un canone annuo di oltre 1 milione e 200 mila euro con 105.000 euro di fitto mensile. Nel 2015 il contratto scadrà ed eventualmente ci potrà essere una rivisitazione da parte della provincia stessa: «Devo ringraziare proprio la Provincia per il prezioso lavoro svolto - ha concluso il Preside Filannino - abbiamo iniziato a risolvere un problema che speriamo possa esser al più presto risolto alla radice. Per il prossimo anno scolastico, contiamo di portare vicino a noi anche le classi prime con l'aiuto e la condivisione da parte di altre scuole presenti in questa zona di Via Paganini. Per noi l'11 febbraio sarà una data storica». Riportare un'intera annualità scolastica in sede significa diminuire i terribili disagi organizzativi, logistici e didattici presenti con lo sdoppiamento della scuola stessa. Riportare le classi in sede, con un possibile risparmio per l'ente pubblico enorme una vittoria per tutte le battaglie che generazioni di alunni, docenti e genitori hanno intrapreso da oltre vent'anni a questa parte.
8 fotoData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi seconde
Data storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi secondeData storica: lo «Scientifico» accoglie le classi seconde
Carico il lettore video...
  • Provincia Bat
  • Scuola
  • Liceo Scientifico Nuzzi
Altri contenuti a tema
Cavalcavia sulla S.P. 1 Trani-Andria: la Regione stanzia 4 mln di euro Cavalcavia sulla S.P. 1 Trani-Andria: la Regione stanzia 4 mln di euro Lo annuncia il consigliere Caracciolo: ""Finiscono i disagi per gli operatori delle aziende presenti sul territorio e per tutti i cittadini"
Puglia, pochi insegnanti di sostegno. Si consiglia di lasciare a casa i ragazzi Puglia, pochi insegnanti di sostegno. Si consiglia di lasciare a casa i ragazzi Anffas: «Discriminazione per evitare la quale alcuni genitori si sono offerti come insegnanti ad interim per i propri bambini»
Libri di testo, Sinisi (Confcommercio): “Chiediamo chiarezza su alcune procedure” Libri di testo, Sinisi (Confcommercio): “Chiediamo chiarezza su alcune procedure” Chiesto l’intervento del Commissario prefettizio Tufariello in merito ad una vicenda che riguarda un cartolibraio associato
Primo rimbrotto al presidente Lodispoto arriva da Di Bari (M5S): "Si preoccupi della Bat non solo del suo Comune" Primo rimbrotto al presidente Lodispoto arriva da Di Bari (M5S): "Si preoccupi della Bat non solo del suo Comune" Sui canali Carmosina e Ciappetta-Camaggio: "Dovrebbe quindi avere una visione più ampia dei problemi"
IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia: tutti gli appuntamenti nella Bat IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia: tutti gli appuntamenti nella Bat Iniziative nelle scuole di Trani, Andria e Bisceglie
Il neo Presidente Lodispoto ha incontrato i sindaci dei Comuni della Provincia Il neo Presidente Lodispoto ha incontrato i sindaci dei Comuni della Provincia Tra gli obiettivi strategici focalizzati figurano l'edilizia scolastica e la manutenzione delle strade provinciali
Insegnanti a scuola di Protezione Civile presso il Dipartimento regionale Insegnanti a scuola di Protezione Civile presso il Dipartimento regionale Il percorso formativo per i docenti -che coinvolgerà anche Andria- si svilupperà nell’arco di 5 giornate
Vicenda comodato d’uso gratuito per i libri di testo: si paventa la lesione della privacy da parte di alcune scuole Vicenda comodato d’uso gratuito per i libri di testo: si paventa la lesione della privacy da parte di alcune scuole Nota del comitato Genitori Andriesi che stigmatizza l’operato poco corretto tenuto da addetti ai lavori di alcune scuole cittadine
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.