agricoltura biologica
agricoltura biologica
Territorio

Cresce ancora il consumo di prodotti bio in Puglia

Secondo Coldiretti, la Puglia è seconda nella classifica delle regioni più bio d’Italia

La Puglia è seconda nella classifica delle regioni più bio d'Italia, con un aumento costante anche nel 2018 con + 4,5% di superfici coltivate a biologico, a conferma della forte espansione del segmento bio nell'area del lifestyle. E' il commento di Coldiretti Puglia ai dati presentati in occasione del Sana di Bologna, il Salone internazionale del biologico e del naturale, dove fino al 9 settembre è presente per la prima volta il mercato di Campagna Amica degli agricoltori biologici italiani provenienti da tutta la Penisola per far conoscere i prodotti bio dei diversi territori italiani, dalle specialità sopravvissute al sisma a quelle salvate dal rischio di estinzione, ma ci sono anche le eccellenze del Made in Italy e le innovazioni green.

"In Puglia si sta assistendo ad un processo di stabilizzazione e normalizzazione rispetto alla diffusione del metodo biologico registrato negli ultimi anni, mentre contestualmente continua l'aumento tendenziale dei consumi, delle ditte di trasformazione e dei servizi connessi alla filiera dell'agricoltura biologica come agriturismi, mense bio, ristoranti e operatori certificati, il tutto pari ad un aumento dell'81 percento", spiega il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.
La svolta bio interessa tutti i comparti agricoli su una superficie di 264mila ettari coltivata a biologica, con una incidenza del 20% sul totale nazionale e 9.275 operatori biologici, dove più marcata è la scelta bio per l'olivo con 74mila ettari di superificie, cereali con 55mila ettari, colture foraggere con 29mila ettari, la vite con 17 mila ettari di superficie coltivata.
La continua richiesta di prodotti freschi e di stagione – aggiunge Coldiretti Puglia - stimola l'imprenditore biologico a ricercare ulteriori forme di contatto con il consumatore. I timori dei consumatori, innescati dagli scandali alimentari, si sono tradotti in una seria preoccupazione per la sicurezza alimentare e in una domanda crescente di garanzie di qualità e maggiori informazioni sui metodi di produzione, spiega Coldiretti Puglia.

"Altro punto centrale del nostro progetto sul biologico è l'attenzione alla sicurezza alimentare nei servizi di ristorazione collettiva, divenuto un preciso dovere degli enti locali (Comuni, Province e Regioni). Il settore biologico può diventare uno strumento di valorizzazione e un bacino di approvvigionamento di prodotti di alta qualità al prezzo giusto e un valore aggiunto per gli enti pubblici sensibili alla corretta alimentazione di adulti e bambini", conclude il presidente Muraglia.
La grande richiesta dei consumatori di cibo biologico ha portato alla realizzazione nei Mercati di Campagna Amica di spazi destinati alle produzioni agroalimentari biologiche, come il pesce provenienti da impianti di acquacoltura bio, oltre alle Botteghe Italiane completamente bio e numerosi agriturismo di Campagna Amica che hanno impostato la ristorazione proprio sulle produzioni aziendali bio. Proprio a Villa Castelli (Brindisi) c'è l'unico agriturismo del Sud Italia dotato di una piscina biologica.
  • coldiretti
  • agricoltura
  • Agricoltura biologica
Altri contenuti a tema
Puglia: preoccupa l'andamento dei prezzi di frutta e verdura Puglia: preoccupa l'andamento dei prezzi di frutta e verdura Per uva, meloni gialletti, cicorie cimate e melanzane il crollo è del 30%
Coldiretti: "Turchia invade l'Europa con cibi pericolosi. No all'adesione all'UE" Coldiretti: "Turchia invade l'Europa con cibi pericolosi. No all'adesione all'UE" Molti i cibi che contengono residui di pesticidi oltre i limiti consentiti dalla legge italiana
Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Coldiretti ha raccolto l'adesione e l'impegno del presidente del consiglio Giuseppe Conte. Dalla Puglia oltre 50mila firme
Alla vigilia della campagna olivicola, bottiglie di olio venduto a meno di 2 euro Alla vigilia della campagna olivicola, bottiglie di olio venduto a meno di 2 euro Sconcerto nel mondo agricolo. Marmo (FI) chiede l'intervento del Ministro Bellanova
Bene l'export per i prodotti dell'agroalimentare pugliese. In calo solo l'olio d'oliva Bene l'export per i prodotti dell'agroalimentare pugliese. In calo solo l'olio d'oliva Sono i dati riferiti al primo semestre del 2019, ma già si guarda ad una ripartenza degli scambi con l'estero per il nostro olio
La Regione replica a Coldiretti sui rimborsi agli agricoltori per la xylella: "domande corrette ammesse a finanziamento" La Regione replica a Coldiretti sui rimborsi agli agricoltori per la xylella: "domande corrette ammesse a finanziamento" Personale dedicato esaminerà altre domande pervenute per le quali vi sono altri finanziamenti
Dalla black list dei dazi decisi da Trump salvi olio d'oliva, vino, pasta e passate di pomodoro Dalla black list dei dazi decisi da Trump salvi olio d'oliva, vino, pasta e passate di pomodoro Colpiti invece prodotti pugliesi come formaggi di latte vaccino e di pecora, agrumi come mandarini, limoni e clementine
Per il problema dell'invasione dei cinghiali, Coldiretti chiede il loro abbattimento Per il problema dell'invasione dei cinghiali, Coldiretti chiede il loro abbattimento Ormai i branchi di questi animali sono presenti in maniera sempre più massiccia, sia nelle campagne come nelle città
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.