Carabinieri Forestali
Carabinieri Forestali
Cronaca

Controlli ad Andria sulle aree percorse dal fuoco da parte dei Carabinieri Forestali

Oltre al divieto di edificazione e di cambiamento di destinazione è vietato il pascolo e la raccolta di funghi e tartufi

Le aree rurali percorse dagli incendi boschivi sono sempre più off limits ma sono ancora in molti a non saperlo. Le attenzioni dei militari delle stazioni parco dei Carabinieri Forestali di Andria e Ruvo di Puglia in particolare, sono sempre più rivolte al rispetto della disciplina vincolistica delle terre percorse dal fuoco, contenute nella legge quadro del 21 novembre 2000, n. 353 in materia di incendi boschivi, una legislazione capace di contrastare le maggiori cause del dissesto ambientale.

Anche il territorio di Andria, in particolare quello pedemurgiano, dove maggiormente è presente l'attività dei Carabinieri Forestali parco, è interessato da qualche tempo alle attività preventive e repressive della forza di polizia deputata in primis alla tutela dell'ambiente.
Pozzacchera e Pozzo Sorgente sono state in particolare, le località che lo scorso anno furono interessate da incendi boschivi, come Bosco di Spirito qualche tempo prima. Ebbene in questi territori, tutti pedemurgiani, colpiti da questi incendi boschivi di natura dolosa, è continua la vigilanza del Raggruppamento Carabinieri Forestali del Parco alta Murgia, indirizzata a far rispettare questa stringente disciplina. Con il divieto ad effettuare costruzioni di qualunque tipo, per dieci anni, rimane la destinazione prevista antecedente all'incendio per almeno altri quindici. E non solo: altro profilo strutturale di questa importante legge, oltre quello inibitivo, è quello sanzionatorio che commina la nullità degli atti di compravendita di quegli immobili edificati su aree percorse dal fuoco, anche se non prevedevano espressamente l'inibitoria di dieci anni. La legge ha anche un rilievo applicativo oseremmo dire giornaliero, perché prevede anche il divieto decennale di pascolo e di caccia sul soprassuolo delle zone boscate percorse dal fuoco, come anche il divieto assoluto circa la raccolta di funghi ed altre erbe spontanee come gli asparagi.

In questo periodo stagionale, che sul nostro territorio sono nuovamente ricomparse le piogge ed il clima caldo umido sta favorendo la nascita di essenze spontanee come funghi e tartufi, i Carabinieri Forestali stanno comminando sanzioni pecuniarie molto salate a raccoglitori improvvisati che non solo non hanno alcun tipo di autorizzazione amministrativa alla raccolta, ma addirittura non sono a conoscenza del fatto che nelle aree percorse dal fuoco ogni tipo di raccolta è tassativamente sospesa.
aree percorse dal fuoco degli incendi boschiviaree percorse dal fuoco degli incendi boschiviaree percorse dal fuoco degli incendi boschiviaree percorse dal fuoco degli incendi boschivi
  • incendio andria
  • antincendio boschivo
  • Murgia
  • Parco nazionale alta murgia
  • Carabinieri Forestali
Altri contenuti a tema
Raid dei predoni della Murgia sventato grazie al tempestivo intervento della Vegapol e dei Carabinieri Raid dei predoni della Murgia sventato grazie al tempestivo intervento della Vegapol e dei Carabinieri L'incursione compiuta in un'azienda agricola del territorio di Spinazzola
Vasto incendio a Castel del Monte: evacuato il maniero ed i ristoranti dai turisti presenti Vasto incendio a Castel del Monte: evacuato il maniero ed i ristoranti dai turisti presenti Mobilitata la Protezione civile regionale. Sul posto la Sindaca Giovanna Bruno ed il Presidente del parco Francesco Tarantini
Il Parco dell'Alta Murgia presenta MurGeopark: il logo dell'Aspirante Geoparco Unesco Il Parco dell'Alta Murgia presenta MurGeopark: il logo dell'Aspirante Geoparco Unesco L'obiettivo della candidatura è entrar a far parte dell’UNESCO Global Geoparks, la rete mondiale dei geoparchi
Andria nell'elenco degli alberi monumentali d'Italia del Mipaaf per l'anno 2022 Andria nell'elenco degli alberi monumentali d'Italia del Mipaaf per l'anno 2022 Ben tre sono i patriarchi verdi presenti nel territorio comunale: un leccio e due roverelle
Rimosso innesco per appiccare fuoco all'erba secca: accade in contrada Gurgo Rimosso innesco per appiccare fuoco all'erba secca: accade in contrada Gurgo Un inquietante episodio quello raccontato da un nostro lettore: "con le alte temperature il vetro avrebbe incendiato l'abbondante erba secca presente"
Fuoco e fiamme intorno al maniero federiciano: sul posto Vigili del fuoco, Arif e Carabinieri forestali Fuoco e fiamme intorno al maniero federiciano: sul posto Vigili del fuoco, Arif e Carabinieri forestali Ettari di semi arborato, pascolo e qualche coltura intensiva sono dal primo pomeriggio attaccate dalla fiamme
Incendio in via Terenzio: 35enne trasportato in ospedale per piccole ustioni e per aver inalato del fumo Incendio in via Terenzio: 35enne trasportato in ospedale per piccole ustioni e per aver inalato del fumo Le fiamme si sono propagate al secondo piano di una palazzina. Sul posto Vigili del fuoco, Polizia Locale e di Stato e 118
Campagne trasformate in discariche a cielo aperto: cresce la possibilità di incendi Campagne trasformate in discariche a cielo aperto: cresce la possibilità di incendi Oltre a depauperare un territorio curato e produttivo, si inquina la terra e il sottosuolo
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.