Confcommercio Bari - Bat
Confcommercio Bari - Bat
Vita di città

Confcommercio Bari - Bat: le previsioni per il capodanno in ristorante e la nuova legge di tutela del made in Italy

Sempre più ristoratori hanno deciso di rimanere aperti per l'occasione e la media di spesa per il cenone di fine anno sarà di circa 120 euro

Cresce il numero di italiani che scelgono di festeggiare la fine dell'anno al ristorante. A renderlo noto è il Centro Studi di FIPE-Confcommercio, secondo cui saranno 4,6 milioni le presenze previste nei 75.000 ristoranti la notte di San Silvestro.

Un dato in crescita del 2,2% rispetto all'anno precedente, seguito da un incremento percentuale doppio della spesa, che quest'anno toccherà i 433 milioni di euro (+4,6%).
Anche in Provincia di BARI – BAT si assiste ad un aumento del numero dei ristoratori che ha deciso di essere aperto per l'occasione e la media di spesa per il cenone di fine anno sarà di circa 120 euro.

Ha dichiarato il Presidente Vito D'Ingeo di Confcommercio BARI – Bat :" I ristoranti continuano ad essere un punto di riferimento anche per il cenone di fine anno sia per chi vuole soltanto cenare iniziando il nuovo anno in uno dei tanti locali di intrattenimento , ed anche i BAR continuano ad essere un presidio durante le feste di fine anno nelle tante piazze delle nostre Città."
Sarà, infine, un Capodanno all'insegna del Made in Italy: con la Legge a tutela del Made in Italy – pubblicata ieri sera in Gazzetta Ufficiale – è stata prevista una nuova disciplina della procedura finalizzata al rilascio della certificazione distintiva di «ristorante italiano nel mondo»
.

La certificazione – che avrà una durata di 3 anni – sarà rilasciata su richiesta del ristoratore, e a proprie spese, sulla base di un disciplinare che terrà conto dell'utilizzo di ingredienti di qualità di origine italiana e, in accoglimento delle istanze della Federazione, anche del rispetto della tradizione gastronomica italiana e della conoscenza della cucina italiana da parte del personale impiegato nell'attività di ristorazione.

Per il Presidente Vito D'Ingeo di Confcommercio BARI – Bat , questa legge diventa un utile strumento di promozione dei prodotti agroalimentari della nostra Terra, sarà un utile volano per promuovere la cucina italiana all'estero, essendo stato istituito un Fondo (1 milione di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025) destinato alla promozione all'estero dei prodotti nazionali di qualità e – sempre su impulso - ad agevolare gli investimenti sulla formazione del personale, con il fine di accrescere la conoscenza della cucina e della cultura enogastronomica italiane.

Le ulteriori disposizioni di possibile interesse del settore concernono l'istituzione:
della giornata nazionale del made in Italy (il 15 aprile di ogni anno);
del Fondo nazionale del made in Italy (700 milioni di euro per l'anno 2023 e di 300 milioni di euro per l'anno 2024), con finalità di sostegno alla crescita, al rafforzamento e al rilancio delle filiere strategiche nazionali;
del liceo del made in Italy, anche al fine di promuovere le competenze imprenditoriali idonee alla promozione e alla valorizzazione degli specifici settori produttivi nazionali;
del premio di "Maestro del made in Italy" che sarà conferito a imprenditori che si sono particolarmente distinti per la loro capacità di trasmettere il sapere e le competenze alle nuove generazioni nei settori di eccellenza del made in Italy;
di un comitato nazionale, presso il Ministero del turismo, che coordinerà le campagne di promozione delle destinazioni turistiche italiane.
  • confcommercio
Altri contenuti a tema
#2chiacchiere con… Startup pugliesi ad Andria, storie di imprenditori del territorio #2chiacchiere con… Startup pugliesi ad Andria, storie di imprenditori del territorio Il prossimo 19 aprile, presso l’Officina di San Domenico, si comincia con una serie di incontri voluti dai giovani imprenditori della Confcommercio
Dalle radici alla tavola, il 25 aprile alla riscoperta delle eccellenze locali Dalle radici alla tavola, il 25 aprile alla riscoperta delle eccellenze locali Una sorta di grande scampagnata tra amici a Cucromia a partire dalle 10.30 con panzerottata finale
Nidi, Pia e Mini Pia, i nuovi finanziamenti regionali spiegati dalla Confcommercio Nidi, Pia e Mini Pia, i nuovi finanziamenti regionali spiegati dalla Confcommercio Un seminario rivolto alle imprese è in programma martedì prossimo nella sede di via Nicola Pisani
Alla Confcommercio di Andria riapre l'"Accademia del venditore efficace" Alla Confcommercio di Andria riapre l'"Accademia del venditore efficace" Si parte il 21 marzo con il docente Agostino Lorusso
Cordoglio della Confcommercio per scomparsa del padre del presidente Sinisi Cordoglio della Confcommercio per scomparsa del padre del presidente Sinisi L'abbraccio di tutti gli associati alla famiglia Sinisi. Alla morte di un genitore non si è mai preparati
Cordoglio del sindaco Bruno al presidente di Confcommercio Sinisi, perdita del papà Cordoglio del sindaco Bruno al presidente di Confcommercio Sinisi, perdita del papà Rinviata riunione su ciclovia prevista per oggi
Via Ferrucci, Confcommercio: "Ok la Ciclovia ma parliamone prima per non creare disagi" Via Ferrucci, Confcommercio: "Ok la Ciclovia ma parliamone prima per non creare disagi" Così Claudio Sinisi, presidente della Confcommercio Andria a seguito della presentazione alla stampa della Ciclovia urbana
Pow-her, essere donna è un’impresa? Ad Andria creare reti per far crescere l’imprenditoria femminile Pow-her, essere donna è un’impresa? Ad Andria creare reti per far crescere l’imprenditoria femminile Il 16 febbraio, presso "Particolori" iniziativa a cura di Terziario Donna Confcommercio Bari- Bat, Camera di Commercio di Bari e Le Amiche per le Amiche
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.