pulizia canalone Ciappetta Camaggio
pulizia canalone Ciappetta Camaggio
Vita di città

Ciappetta-Camaggio: un "canalone" di rifiuti

Le immagini dello scempio in un video diventato virale

Acque piovane che defluiscono, a malapena, tra cumuli di rifiuti, portando con se uno strascico di bottiglie di plastica e altre schifezze varie, che si dirigono verso del depuratore cittadino, non prima di aver attraversato il lungo tratto cittadino.
Stiamo parlando dell'ennesimo scempio ambientale perpetrato sul canale Ciappetta-Camaggio, testimoniato da un video -realizzato dall'associazione ambientalista 3place di Andria- che in queste ore è stato postato sui social e, come accade sempre più spesso, divenuto virale ricevendo tante condivisioni ed ogni sorta di commento.

Purtroppo bisogna aggiungere che malgrado tutti gli appelli a rispettare l'ambiente e soprattutto a salvaguardarlo, visto le ultime meritorie azioni intraprese dall'instancabile associazione "Onda d'urto uniti contro il cancro", si continua a considerare questo sfogo naturale -sia pure cementato- che dalla Murgia porta le acque piovane verso la costa, una sorta di discarica a cielo aperto, dove gettare, insudiciare e deturpare è cosa abituale.

Proprio qualche giorno fa avevamo dato conto dell'ennesima opera di pulizia compiuta dal Comune per il tramite della Società Sangalli, in cui erano stati raccolti camionate e camionate di ogni sorta di scarti, da quelli urbani agli industriali, senza tralasciare amianto, plastica ed anche qualche bella scocca di auto rubata.

Anche noi, pertanto, riteniamo utile dare pubblica testimonianza di come l'inciviltà e l'imbecillità di pochi, contribuiscano a creare quel diffuso stato di degrado, che crea seri problemi di ordine igienico sanitario a tutta la collettività.


  • Rifiuti
  • canalone ciappetta camaggio
  • Reati ambientali
  • degrado
Altri contenuti a tema
Raccolta rifiuti: da domani sabato 18 maggio il servizio riprenderà regolarmente Raccolta rifiuti: da domani sabato 18 maggio il servizio riprenderà regolarmente La nota del Commissario Tufariello, tranquillizza la cittadinanza. Lunedì 20 maggio riaprirà l'isola ecologica
Rifiuti, Forum Ambiente Salute Andria: "No all'abbandono indiscriminato. Presto soluzioni per l'isola ecologica" Rifiuti, Forum Ambiente Salute Andria: "No all'abbandono indiscriminato. Presto soluzioni per l'isola ecologica" Il ringraziamento rivolto alla Guardia di Finanza per la scoperta di un deposito di rifiuti in un opificio abbandonato
Disservizi nella raccolta differenziata ad Andria: i chiarimenti della Sangalli Disservizi nella raccolta differenziata ad Andria: i chiarimenti della Sangalli Vicinanza alla popolazione. Questioni non imputabili all'Impresa Sangalli
Raccolta differenziata: problemi per la raccolta dell'umido e degli oggetti ingombranti Raccolta differenziata: problemi per la raccolta dell'umido e degli oggetti ingombranti Numerose segnalazioni circa mancate raccolte avvenute in alcune zone della città
Gestione rifiuti in Puglia: arriva il disegno di legge regionale Gestione rifiuti in Puglia: arriva il disegno di legge regionale E intanto ad Andria non si conosce la data della riapertura dell'isola ecologica di via Stazio
Nuova impresa ad Andria dei soliti vandali: divelta la fontanina del Monumento ai Caduti Nuova impresa ad Andria dei soliti vandali: divelta la fontanina del Monumento ai Caduti Non è il primo caso di danneggiamenti nei parchi del IV Novembre e della Villa comunale
Rifiuti: chiusa a data da destinarsi l'isola ecologica di via Stazio Rifiuti: chiusa a data da destinarsi l'isola ecologica di via Stazio A monte questioni amministrative: possibili problemi anche per gli impianti dell'umido e del secco
Vurchio (Pd): "Aumento della TARI, il ricordo di Giorgino & company è tornato alla memoria degli andriesi" Vurchio (Pd): "Aumento della TARI, il ricordo di Giorgino & company è tornato alla memoria degli andriesi" "Siamo solo all'inizio del post Giorgino. I cittadini andriesi lo ricorderanno poco e spesso per i tanti danni generati"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.