Tribunale di Trani (Foto Vincenzo Cassano)
Tribunale di Trani (Foto Vincenzo Cassano)
Cronaca

Assolta la maestra della "Borsellino" accusata di maltrattamenti aggravati nei confronti di alcuni suoi alunni

Nel maggio del 2015 la docente era finita agli arresti domiciliari per alcuni giorni

Il Giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Trani, Angela Schiralli ha assolto con formula piena l'insegnate 56enne andriese Filomena Cusmai accusata di maltrattamenti aggravati ai danni di alcuni suoi alunni di una classe della scuola elementare "Paolo Borsellino" di Andria.

Come si ricorderà, alla fine di maggio 2015 la maestra era finita agli arresti domiciliari per alcuni giorni; misura poi sostituita dal Giudice per le indagini preliminari Maria Grazia Caserta (che aveva accolto la richiesta d'arresto del pubblico ministero Simona Merra) con la sospensione per un mese "dall'attività della funzione di docente presso le scuole pubbliche e private e da tutte le attività e servizi inerenti il predetto ufficio".

L'insegnate, difesa dall'avvocato Carmine Di Paola, ha sempre respinto le accuse ma per l'intero giudizio di primo grado la Cusmai è rimasta sospesa dall'attività lavorativa.
Il pm Merra aveva chiesto al Gup la condanna dell'insegnante e le parti civili – i genitori di 6 alunni - la condanna al risarcimento danni.
L'inchiesta partì dalla denuncia dei genitori di un bambino che al momento dell'arresto non era più suo alunno, essendosi trasferito in un'altra scuola primaria.
  • Scuola
  • tribunale di trani
  • Bambini
Altri contenuti a tema
L'on. Galantino (M5S) propone l'introduzione dell'insegnamento di storia locale nelle scuole L'on. Galantino (M5S) propone l'introduzione dell'insegnamento di storia locale nelle scuole Interrogazione del parlamentare pentastellato biscegliese in Commissione cultura
Processo per il disastro ferroviario del 12 luglio 2016, prof. Losappio: "Perchè la Regione è stata estromessa come responsabile civile" Processo per il disastro ferroviario del 12 luglio 2016, prof. Losappio: "Perchè la Regione è stata estromessa come responsabile civile" Il docente di diritto penale e legale di una delle parti in causa, ci spiega alcuni punti della decisione del Gup Schiralli
Crack Faville: condanna per uno solo dei sei imputati Crack Faville: condanna per uno solo dei sei imputati Assolti in cinque, tre per non aver commesso il reato
1 Libri di testo, Dirigenti scolastici: "Impossibilitati ad anticipare somme che non rientrano nelle nostre voci di spesa" Libri di testo, Dirigenti scolastici: "Impossibilitati ad anticipare somme che non rientrano nelle nostre voci di spesa" "Entro la fine della settimana, studieremo insieme con il Comitato dei Presidenti dei Consigli di Istituto/Circolo eventuali soluzioni"
Mensa e libri, preoccupazione delle famiglie andriesi Mensa e libri, preoccupazione delle famiglie andriesi Il comitato presidenti d'istituto e di circolo chiede notizie certe
Vicenda libri di testo, M5S: "Effetti del dissesto del Comune di Andria" Vicenda libri di testo, M5S: "Effetti del dissesto del Comune di Andria" "Hanno lasciato nell'abbandono genitori, cartolibrai e dirigenti scolastici ma soprattutto i bambini!!!"
Rimosso l'albero caduto nei pressi della scuola elementare "Aldo Moro" Rimosso l'albero caduto nei pressi della scuola elementare "Aldo Moro" Tempestivo e risolutivo l'intervento della squadra giardinieri e della segnaletica del Comune di Andria
Prosegue la mobilitazione della UIL per i servizi e la refezione scolastica: chiesto incontro con Giorgino Prosegue la mobilitazione della UIL per i servizi e la refezione scolastica: chiesto incontro con Giorgino "Non ci fermeremo finchè non otterremo risposte concrete, immediate e positive". Assemblea il 2 ottobre
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.