Giornata delle api
Giornata delle api
Vita di città

“Apiari aperti” nel Parco dell'Alta Murgia, iniziative il 21 e 22 maggio ad Andria

Un’immersione nel mondo delle api tra laboratori, degustazioni, passeggiate botaniche e apiterapia

Al via da domani nell'Alta Murgia l'iniziativa "Apiari aperti", una tre giorni in occasione della "Giornata mondiale delle api" che ricade il 20 maggio di ogni anno, per sensibilizzare la comunità del Parco sull'importanza di tutelare questi operosi insetti. 20, 21 e 22 maggio aprono le porte al pubblico quattro aziende didattiche del territorio: Alveare da Favola a Cassano delle Murge, Masseria Redenta ad Altamura, Posta della Grave e L'Altro Villaggio ad Andria, che guideranno i visitatori in attività di educazione ambientale e benessere sul mondo delle api.
Sono in programma visite didattiche nelle aziende con esperti apistici, passeggiate botaniche, trekking, degustazioni di miele, fiori e piante spontanee della Murgia, apiterapia, APEritivi, yoga tra le api e laboratori di conoscenza sull'apicoltura. L'obiettivo è osservare e interagire con le api, comprendere come l'ape raccoglie il nettare dai fiori e lo trasforma in miele, diffondendo la conoscenza del prezioso ruolo dell'Apis mellifera.
«L'iniziativa "Apiari aperti" si svolge con il supporto di apicoltori sensibili, che fanno dell'apicoltura una terapia di benessere per l'individuo – dichiara il presidente Francesco Tarantini –. Il Parco dell'Alta Murgia ha a cuore la tutela del patrimonio apistico che ha importanti risvolti sul piano ecologico, sociale ed economico. Le api da miele hanno un ruolo chiave per la produzione di molte colture, come anche le api selvatiche per le quali l'ente è impegnato in azioni a loro tutela come il progetto "Alta Murgia: un Parco per api e farfalle". Per il contributo nella tutela impollinatori – conclude Tarantiniil Parco dell'Alta Murgia è stato convocato il 24 maggio in audizione in Commissione Ambiente e Agricoltura del Senato per esprimere un suo parere sul disegno di legge n. 1254 in materia di protezione degli insetti a livello nazionale.»

PROGRAMMA
20 MAGGIO ORE 18.00 – ALVEARE DA FAVOLA, CASSANO DELLE MURGE
Passeggiata esplorativa dei prati alla ricerca di piante spontanee eduli in compagnia di un esperto. Alcune delle scoperte dei campi sono inserite nel menù degustazione speciale creato per l'occasione, a base di piante, fiori, muschi e cortecce. Il maestro pasticcere racconta gli abbinamenti e quali note aromatiche di queste piante possono essere valorizzate nelle ricette. Costi e info: 3204106201.

21 MAGGIO ORE 9.00 – POSTA DELLA GRAVE, ANDRIA
Partenza dal parcheggio "Agriturismo 6 Carri" per un trekking di 6 km con pausa presso l'azienda apistica "Posta della Grave", per scoprire con un esperto il mondo delle api e della produzione del miele e comprendere l'importanza di questi insetti per gli ecosistemi. Necessario un abbigliamento comodo, scarpe sportive e acqua. L'escursione si svolgerà con un minimo di 8 persone e un massimo di 30. Costi e info: 3337946575.

21 MAGGIO ORE 16.00 – MASSERIA REDENTA, ALTAMURA
Visita in azienda apistica e laboratorio didattico "il mondo delle api". Costi e info: 3394971452.

21 MAGGIO ORE 17.00 – ALVEARE DA FAVOLA, CASSANO DELLE MURGE
Lezione di yoga in apiario ed esercizi di respirazione nel bosco. Al termine degustazione di miele in favo appena raccolto. Costi e info: 3204106201.

22 MAGGIO ORE 10.00 – L'ALTRO VILLAGGIO, ANDRIA
Laboratorio di conoscenza sul mondo delle api, sulla produzione del miele e sull'importanza di questi insetti per gli ecosistemi; osservazione delle api e APEritivo. Appuntamento al parcheggio dell'azienda "L'Altro Villaggio". Costi e info: 3337946575.
Prenotazione obbligatoria per tutti gli eventi. L'iniziativa sarà annullata o rinviata in caso di maltempo o mancato raggiungimento del quorum.
FotoWhatsApp Image at
  • parco alta murgia
Altri contenuti a tema
Per potenziare la lotta agli incendi il Parco coinvolge da quest’anno l’Esercito Italiano Per potenziare la lotta agli incendi il Parco coinvolge da quest’anno l’Esercito Italiano Aumentati i punti di avvistamento nell’Alta Murgia: 30 di cui 22 anche di approvvigionamento idrico
Nicola Montepulciano (ecologista): "Basta con i maledetti cinghiali" Nicola Montepulciano (ecologista): "Basta con i maledetti cinghiali" "I cinghiali, come alcuni altri animali, possono tramettere varie malattie fra cui leptospirosi, brucellosi, epatite E, e, tanto per gradire, pure le zecche"
Paladini del territorio: Minervino murge, Barletta ed Andria, tre giorni di pulizia delle aree pubbliche da parte di Federcaccia Bat Paladini del territorio: Minervino murge, Barletta ed Andria, tre giorni di pulizia delle aree pubbliche da parte di Federcaccia Bat Rifiuti di ogni genere ritrovati sulla Murgia, colpita pesantemente da un assurdo inquinamento
Anche le aree verdi murgiane di Andria ripulite dalle Associazioni dei cacciatori Anche le aree verdi murgiane di Andria ripulite dalle Associazioni dei cacciatori Operazione "Paladini del Territorio", un’iniziativa organizzata e sostenuta da Fondazione UNA – Uomo, Natura e Ambiente
Il Principe Alberto II di Monaco ricevuto a Castel del Monte dalla Sindaca Giovanna Bruno Il Principe Alberto II di Monaco ricevuto a Castel del Monte dalla Sindaca Giovanna Bruno Precedentemente Alberto II era stato a Canosa di Puglia e successivamente è stato in visita alla Rocca del Garagnone
Pasquetta tra i rifiuti, tanta plastica raccolta tra la vegetazione del Parco Nazionale dell'Alta Murgia Pasquetta tra i rifiuti, tanta plastica raccolta tra la vegetazione del Parco Nazionale dell'Alta Murgia L’azione di cleanup messa in campo da un volontario dell’associazione cittadina 3Place
Parco dell’Alta Murgia e Sogesid: insieme contro la crisi climatica Parco dell’Alta Murgia e Sogesid: insieme contro la crisi climatica Impegno congiunto su Comunità energetiche, efficientamento edifici, muretti a secco e sentieristica
Ritrovato nelle campagne di Gravina in Puglia camion rubato in azienda agricola di Andria Ritrovato nelle campagne di Gravina in Puglia camion rubato in azienda agricola di Andria Il titolare aveva scritto al Prefetto: «Sono stanco dei continui furti che in questa città avvengono e a pagare le spese siamo sempre noi»
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.