ferrotramviaria
ferrotramviaria

La Ferrotramviaria risponde al nostro lettore

Il ritardo lamentato è dovuto ad un'auto rimasta bloccata tra le sbarre di un passaggio a livello

Inviamo questa nota in riferimento ad una testimonianza da voi pubblicata nei giorni scorsi, dal titolo "Ferrotramviaria, ancora disagi. Siamo lavoratori, non merce scaduta", riguardante la protesta di un viaggiatore circa il disagio quotidiano patito viaggiando con i treni delle Ferrovie del NordBarese.

In realtà, nel merito la risposta vi è già pervenuta, ma non è nostra. Vi ha scritto, commentando l'intervento del lettore (su Coratoviva), un altro viaggiatore, il signor Francesco Sibillano, da Andria.

"Ieri pomeriggio – scrive il signor Sibillano, che si riferisce a martedì 6 marzo – un'auto è rimasta incastrata tra le sbarre di un passaggio a livello a Terlizzi, allorché siamo rimasti fermi tra Bitonto Santi Medici e Bitonto Centrale. La colpa è da attribuire agli automobilisti indisciplinati".

E' accaduto esattamente quanto descritto dal signor Sibillano, tanto da provocare all'arrivo a Ruvo un ritardo di 23 minuti. E' appena il caso di ricordare che il codice della strada vieta espressamente di impegnare i passaggi a livello a semaforo rosso, mentre le sbarre stanno chiudendosi; così come è appena il caso di ricordare che le regole sulla circolazione ferroviaria imposte dall'ANSF (Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria) obbligano il treno a fermarsi prima del passaggio a livello, in attesa che personale specializzato intervenga per riaprire le sbarre, far transitare l'autovettura (l'automobilista ovviamente viene sanzionato) e successivamente consentire al treno di riprendere la marcia.

Per concludere, intendiamo rassicurare tutti: non abbiamo mai pensato che i pendolari, lavoratori o studenti che siano, sono "merce scaduta". Anzi, siamo pienamente consapevoli che i viaggiatori sono la nostra risorsa.
  • Ferrovia Bari-Nord
  • Ferrotramviaria
Altri contenuti a tema
Trasporto pubblico, aumentano i prezzi del biglietto Trasporto pubblico, aumentano i prezzi del biglietto A partire dal 1° dicembre le tariffe di Ferrotramviaria sono adeguate alle disposizioni regionali
Processo disastro ferroviario, Cassazione conferma la ricusazione del collegio giudicante Processo disastro ferroviario, Cassazione conferma la ricusazione del collegio giudicante La suprema corte conferma il provvedimento della Corte d'Appello
Ferrotramviaria: momentaneamente interrotta la tratta Ruvo Corato Ferrotramviaria: momentaneamente interrotta la tratta Ruvo Corato Servizio garantito dai bus sostitutivo
Parte la sperimentazione in Puglia: unico biglietto per tutti i treni Parte la sperimentazione in Puglia: unico biglietto per tutti i treni La piattaforma di vendita che sarà utilizzata, sarà gestita da Trenitalia
Processo strage dei treni, chiesta condanna per ex dirigente del Ministero Processo strage dei treni, chiesta condanna per ex dirigente del Ministero Elena Molinaro è imputata nel processo con rito abbreviato
Nuova udienza disastro ferroviario "Bari nord": ascoltati altri due testimoni Nuova udienza disastro ferroviario "Bari nord": ascoltati altri due testimoni Emerse le carenze relative ai corsi di aggiornamento professionale per i ferrovieri in servizio
Interramento binari ad Andria: aggiudicata gara per lavori Interramento binari ad Andria: aggiudicata gara per lavori Vince il Consorzio Integra di Bologna con l'offerta economicamente più vantaggiosa
Processo strage dei treni, ascoltate in aula le telefonate della mattina dello scontro Processo strage dei treni, ascoltate in aula le telefonate della mattina dello scontro Ascoltato anche il capostazione di Andria Stefano Benedetto
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.