dr. Vincenzo Caldarone
dr. Vincenzo Caldarone
Commento

Vincenzo Caldarone: "La secessione dei ricchi. Prosegue questo progetto in alcune regioni d'Italia"

"Molta parte del nostro riscatto tocca a noi, e al rinnovamento delle nostre classi dirigenti locali"

Nuovo intervento del commercialista Vincenzo Caldarone, per due sindacature primo cittadino della città federiciana, alla guida di amministrazioni di centro sinistra, che ci parla del nascente colonialismo presente nel nostro Paese: "La secessione dei ricchi".

"La pratica secessione-separazione di alcune regioni italiane va avanti, nonostante schiere sterminate di eletti dal popolo delle nostre terre.
Il progetto in corso di formazione tra governo e Regione Veneto (per esempio) prevede che a finanziare le funzioni regionali autonome siano i tributi versati nella regione stessa. A conferma del nuovo colonialismo che vedrà i nostri consumi, l'IVA, le accise, e molti altre risorse, pagate da noi cittadini del sud, affluire ad imprese e regioni del Nord. Quindi estrazione di risorse finanziarie per sostenere servizi e attività di altri. A fianco della estrazione di ragazzi, risorse intellettuali sogni e speranze. Negli USA la tassa suo valore aggiunto è di natura locale, ma si paga dove si consuma e acquista, come altri tributi. Non come da noi che paghi l'IVA (e molto altro) ad Andria e viene versata a Milano o Verona.

Il progetto prevede la "regionalizzazione" di funzioni vitali per una nazione coesa come la scuola, università, sanità, mercato del lavoro, e così via.: insegnanti, servizi, medici, ecc. ecc., tutti pagati secondo la regione in cui si opera; significa che la qualità dell'insegnamento e del sapere, i livelli di stipendi, la intensità dei servizi dipenderanno da dove vivi. Cosa resta della nazione? E della sovranità?? Passiamo alla sovranità regionale??
Parlare di questa sventura non è solo un richiamo alla solidarietà, che pure non guasta. Significa opporsi al forzoso trasferimento di risorse e ricchezza dalle nostre regioni al Nord, significa sostenere che un paese vive e si sviluppa se c'è un minimo di uguaglianza.
Economisti di tutta Italia hanno promosso una petizione contro la secessione dei ricchi, con la consapevolezza che non si difendono solo le genti del Sud, ma il Paese, la sua economia intera contro gli egoismi che impoveriscono tutti. Mentre speriamo che i rappresentanti del popolo (tutto) si ravvedano e cambino rotta, una presa di posizione della nostra gente diventa importante. E' vero che molta parte del nostro riscatto tocca a noi, e al rinnovamento delle nostre classi dirigenti locali.

Ma va lanciato l'allarme perché ciò che è nato come uno scivolamento silente, una migrazione dolorosa e silenziosa, una deriva di autonomia ed egoismo, sta accelerando e diventando una frana. Fino a quando?? Rivedremo i cartelli "non si fitta ai meridionali"? Ieri sembrava assurdo pensarci, oggi il rischio è alle porte".




  • vincenzo caldarone
Altri contenuti a tema
Andria, città con un alto numero di piccoli esercizi commerciali. L'analisi di Vincenzo Caldarone Andria, città con un alto numero di piccoli esercizi commerciali. L'analisi di Vincenzo Caldarone Lo racconta il Piano del Commercio in approvazione al Consiglio Comunale, senza però nessuna indicazione sul che fare
La Comunità Energetica per le imprese di Andria si avvia alla operatività La Comunità Energetica per le imprese di Andria si avvia alla operatività Seminario illustrativo il 9 Aprile alle ore 17,30 presso la sala riunioni della Coop. “La Pulita & Service” in Viale della Costituzione 175 (Zona Pip)
Vincenzo Caldarone: «Zona Economica Speciale, è tempo di organizzare iniziative comuni» Vincenzo Caldarone: «Zona Economica Speciale, è tempo di organizzare iniziative comuni» Uno spunto di riflessione giunge dal commercialista ed ex amministratore locale
Caldarone: «E' sparito il Sud Italia» Caldarone: «E' sparito il Sud Italia» Analisi politico sociale del commercialista ed ex Primo cittadino di Andria, Vincenzo Caldarone
Elezioni politiche, Caldarone: «L’apocalisse non è ora» Elezioni politiche, Caldarone: «L’apocalisse non è ora» Nota dell'ex sindaco di Andria
1 L'Architetto Pinto risponde a Caldarone: "Castel del Monte andrebbe Commissariato" L'Architetto Pinto risponde a Caldarone: "Castel del Monte andrebbe Commissariato" Sulla questione “Gucci, il Castello e il deserto” intervento dell'Architetto Giuseppe Pinto dell'Associazione "Città & Territorio"
Caldarone (Futura, Rete Civica Popolare): "Gucci, il Castello ed il deserto" Caldarone (Futura, Rete Civica Popolare): "Gucci, il Castello ed il deserto" L'ex primo cittadino ed esponente della movimento civico che sostiene l'attuale maggioranza, in un appassionato intervento
PNRR e Fondi Europei, ad Andria nuove idee progettuali di associazioni e imprese PNRR e Fondi Europei, ad Andria nuove idee progettuali di associazioni e imprese Ieri sera un convegno sul tema organizzato dall'ex amministratore Vincenzo Caldarone nel chiostro di San Francesco
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.