Chiesa del Purgatorio
Chiesa del Purgatorio
Eventi e cultura

Un'analisi storico-giuridica del Processo a Gesù: se ne parla il 22 ottobre nella Chiesa del Purgatorio

Appuntamento organizzato dall'Arciconfraternita della SS. Immacolata di Andria. Relatore sarà l'avv. Giuseppe Scardigno

A distanza di quasi 2000 anni, il processo di Gesù viene rivisitato in una nuova "aula di tribunale". Venerdì 22 ottobre, dalle ore 19:30 nella Chiesa del Purgatorio-Rettoria della Chiesa di San Sebastiano in Piazza Porta La Barra, si terrà un incontro basato sull'analisi storico-giuridica delle fasi processuali, dei personaggi e delle responsabilità legate al processo di Gesù Cristo. Relatore dell'incontro sarà l'Avv. Giuseppe Scardigno, cultore di Diritto Romano. L'appuntamento è organizzato dall'Arciconfraternita della SS. Immacolata di Andria.

Il processo che portò alla crocifissione di Gesù Cristo è senza dubbio uno dei più famosi della storia dell'umanità, non solo per i credenti ma anche per gli appassionati dì antropologia e di diritto. Al giurista esperto di materia in diritto romano, spetterà il compito di verificare se le norme processuali e penali, romane ed ebraiche, siano state conformi all'operato dei giudici e ci sia stato un equilibrio tra ius e iustitia. Si partirà da una premessa di carattere storico, ossia quella secondo la quale un uomo di nome Gesù viene catturato, processato, interrogato e all'esito di un vero processo, incriminato e condannato alla crocifissione. Il tema, oltre al fondamentale interesse religioso essendo al centro la figura di Gesù e la sua personalità, suscita interesse anche di carattere socio-culturale e storico-giuridico-processuale.

Chi è interessato a partecipare dovrà munirsi del green pass, senza alcuna prenotazione.
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAlocandina
  • Chiesa del Purgatorio
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.