m5s Puglia
m5s Puglia
Politica

Truffati banche, Ruggiero (M5S): «Tria ha firmato il decreto per il rimborso. Stanziati 1,5 miliardi»

«Un traguardo importante per i risparmiatori vittime dei rapporti avvelenati fra banche e politica»

«Un fondo di 1,575 miliardi di euro per rimborsare i truffati dalle banche, già previsto dalla legge di bilancio e ora finalmente disponibile grazie alla firma del decreto attuativo, nei giorni scorsi, da parte del Ministro Giovanni Tria». Ad annunciarlo è la deputata Francesca Anna Ruggiero (M5S), membro della Commissione Finanze.

«Si tratta – aggiunge – del cosiddetto 'Fondo Indennizzo Risparmiatori', disposto per i prossimi tre anni (2019-2021) e finalizzato al rimborso di risparmiatori, azionisti e obbligazionisti che hanno perso tutto nei crack bancari degli ultimi anni. Vi potranno accedere le persone fisiche, l'imprenditore individuale, anche agricolo, e il coltivatore diretto, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, e le microimprese. Anche gli eredi avranno diritto all'indennizzo, nel caso in cui abbiano acquisito la titolarità degli strumenti finanziari».
La Ruggiero sottolinea come la somma del rimborso corrisponda «per gli obbligazionisti al 95% del costo di acquisto, mentre per gli azionisti al 30% del costo di acquisto, entro il limite massimo di 100.000 euro». Ma si tratta solamente di «un acconto - precisa la deputata- che verrà aumentato man mano che il fondo riceverà altre risorse. Puntiamo ad incrementare quel 30% ad un 45/50% già dal prossimo anno».

«Il limite dei 100 mila euro è un tetto temporaneo inserito per consentire a tutti di percepire una parte iniziale del rimborso, con una corsia preferenziale per i soggetti economicamente più deboli, con un ISEE sotto i 35 mila euro».
«Inoltre – continua la Ruggiero – le domande di risarcimento saranno accolte direttamente dal MEF e gli accertamenti svolti in maniera semplificata, senza passare dall'organo giudiziario. Per la parte non rimborsata dal fondo ci sarà la possibilità di agire in giudizio contro le banche, che non saranno protette da nessuno scudo».

«Questo – conclude la deputata bitontina – è un traguardo importante per i cittadini, nonché una promessa mantenuta che cerca di porre rimedio a quei rapporti avvelenati fra politica e banche, a tutto svantaggio dei risparmiatori».
  • banca pugliese
Altri contenuti a tema
Banca popolare di Bari: approvato il piano di rilancio industriale Banca popolare di Bari: approvato il piano di rilancio industriale Adesso si attendono le reazioni degli oltre 60 mila azionisti della banca privata più grande del sud Italia
Il Comitato azionisti della Banca Popolare di Bari si rivolge alla Banca, al governo Conte ed alle Autorità di vigilanza Il Comitato azionisti della Banca Popolare di Bari si rivolge alla Banca, al governo Conte ed alle Autorità di vigilanza La decisione assunta dopo che la BPB ha deciso di procedere unilateralmente alla definizione di un piano industriale
Popolare di Bari, nasce il Comitato Nazionale di Difesa degli Azionisti Popolare di Bari, nasce il Comitato Nazionale di Difesa degli Azionisti «Importante essere uniti, perché soltanto se la nostra voce formerà un coro di protesta, riusciremo a farci ascoltare nelle sedi competenti»
Banca Popolare di Bari, adesso i sindacati chiedono tavolo di confronto Banca Popolare di Bari, adesso i sindacati chiedono tavolo di confronto In una lettera aperta i dipendenti lamentano pressioni e clima di paura. Intanto mercoledì question time al Parlamento con il ministro Tria
Adusbef: Banche popolari e diritto di recesso, interverrà la Corte di Giustizia europea Adusbef: Banche popolari e diritto di recesso, interverrà la Corte di Giustizia europea Nota di chiarimento dell'Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari, Finanziari, Postali, Assicurativi
Le tre banche popolari pugliesi nell'occhio del ciclone: la denuncia del presidente di Adusbef, avv. Tanza Le tre banche popolari pugliesi nell'occhio del ciclone: la denuncia del presidente di Adusbef, avv. Tanza Si tratta della Popolare di Bari, della Popolare di Puglia e Basilicata e della Popolare Pugliese
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.