ospedale apparecchiature mediche
ospedale apparecchiature mediche
Cronaca

Truffa ai danni dello Stato: sequestrati dalla Finanza beni e denaro per 180mila euro ad un medico

Il professionista è stato segnalato anche alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Bari per ipotesi di danno erariale

Dopo la condanna, il sequestro: la Guardia di Finanza, infatti, ha sigillato beni per oltre 180mila euro nei confronti di un ginecologo, Vito De Chirico, 70enne nato a Terlizzi, sino al 2020 in servizio all'ospedale Umberto I di Corato, che «avrebbe effettuato attività in forma autonoma extramoenia in assenza d'autorizzazioni».

Il medico, residente a Bisceglie e ora in pensione, il 25 gennaio scorso, è stato condannato dai giudici della Corte dei Conti a risarcire l'Azienda Sanitaria Locale di Bari con 185mila euro, ovvero le indennità d'esclusività, posizione e risultato ottenute dal 2012 al 2020, «non dovute in quanto spettanti in regime d'esclusiva». Nei giorni scorsi, infine, gli è arrivata anche il sequestro preventivo dei beni, emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani, Ivan Barlafante.

L'indagine del sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Trani, Giuseppe Francesco Aiello, è iniziata ad inizio 2020 e ha messo in luce come l'uomo, «nonostante avesse scelto di esercitare la propria attività di libero professionista in una struttura pubblica, percependo un compenso aggiuntivo, avrebbe anche svolto attività in forma autonoma extramoenia, in assenza di autorizzazioni» che gli è costata una segnalazione alla Corte di Conti per l'ipotesi di danno erariale.

I dati acquisiti dai militari del capitano Salvatore Mercone sono stati usati «per recuperare a tassazione i corrispettivi percepiti per le varie visite specialistiche "in nero" quantificati in oltre 100mila euro». Sotto chiave sono finiti beni per oltre 180mila euro, ovvero «il profitto derivante dal reato di truffa ai danni dello Stato».
  • guardia di finanza
  • personale sanitario
  • Medicina
Altri contenuti a tema
Finanza ed Agenzia delle Entrate recuperano oltre 2,5 mln di euro di crediti d'imposta inesistenti Finanza ed Agenzia delle Entrate recuperano oltre 2,5 mln di euro di crediti d'imposta inesistenti Operazione del Comando provinciale in tutta la Bat
Sospeso lo sciopero dei lavoratori della Sanitaservice Asl Bat Sospeso lo sciopero dei lavoratori della Sanitaservice Asl Bat A seguito degli esiti della procedura di raffreddamento del conflitto
«Ad Andria finalmente arriva un nuovo ospedale… ma con 20 posti letto!» «Ad Andria finalmente arriva un nuovo ospedale… ma con 20 posti letto!» La novità resa nota dai Consiglieri comunali Nicola Civita, Doriana Faraone e Pietro Di Pilato
Carrozzeria abusiva in un garage ad Andria, scattano i sigilli Carrozzeria abusiva in un garage ad Andria, scattano i sigilli L'intervento delle Fiamme Gialle: sequestrato il materiale utilizzato per l'attività
Visita nella Bat del Generale Augelli, Comandante interregionale dell’Italia Meridionale della Guardia di Finanza Visita nella Bat del Generale Augelli, Comandante interregionale dell’Italia Meridionale della Guardia di Finanza Ha visitato nella giornata di ieri il Comando Provinciale di Barletta Andria Trani
Uno dei due evasi dal carcere di Trani, catturato alla periferia di Barletta Uno dei due evasi dal carcere di Trani, catturato alla periferia di Barletta Le ricerche stanno avvenendo a tappeto in tutto il territorio
Guardia di Finanza: concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 12 Tenenti in SPE Guardia di Finanza: concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 12 Tenenti in SPE Per il ruolo tecnico-logistico amministrativo del Corpo. Termine di presentazione delle domande le ore 12.00 del 2 marzo 2024
Sanità: “Contro carenza di personale, attingere da graduatorie Asl Bat e Foggia in scadenza” Sanità: “Contro carenza di personale, attingere da graduatorie Asl Bat e Foggia in scadenza” Lo chiede Massimiliano Stellato, consigliere regionale di Italia viva
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.