olio d'oliva
olio d'oliva
Territorio

Tavolo ministeriale per la crisi del comparto olivicolo italiano

Per il 22 novembre riunione al Ministero delle Politiche agricole

L'AIFO, Associazione italiana frantoiani oleari è mobilitata a vari livelli, compreso quello ministeriale per questo inizio di campagna olivicola che purtroppo parte decisamente in salita. Infatti è ormai acclarata la drammatica situazione di crisi di mercato e strutturale per l'olio di oliva italiano, a pochi giorni dall'avvio delle operazioni di raccolta delle olive su ormai la maggior parte del territorio nazionale.

A fronte di una buona produzione, anche in termini qualitativi che si registra quest'anno, dopo l'infelice risultato conseguito nella campagna 2018-19, per le avverse condizioni climatiche e per il diffondersi della xylella, il mercato dell'olio purtroppo stenta ad avviarsi. Mentre le posture si riempiono dell' olio prodotto, non si avviano le contrattazioni. Il timore che ormai pervade molti operatori della filiera circa un ribasso ulteriore del prezzo di vendita, fino ai livelli della concorrenza spagnola e che in realtà, in tale maniera, si stiano fagocitando interessi speculativi che ricadranno sugli operatori del settore, considerato che permangono bassi i prezzi d' acquisto delle olive raccolte.

Quanto il clima sia diventato esasperato, lo dimostrano le voci di protesta che si stanno levando dal nord barese. Già da sabato 16 novembre, è stato proclamato da non meglio identificati olivicoltori, uno sciopero generale per salvaguardare la campagna olivicola 2019/2020.

Ed è di queste ore la notizia che il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L'Abbate ha convocato per il 22 novembre a Roma, tutte le parti interessate della filiera olivicola, da quella della produzione per arrivare agli operatori dell'industria e del commercio, per affrontare congiuntamente le problematiche del settore, anche alla luce dell'opportunità dello stoccaggio privato che a brevissimo tempo vedrà la pubblicazione del primo bando, fissato per il prossimo 28 novembre.

In sostanza tale procedura consisterà in una richiesta di stoccaggio per lotti, di cui il minimo sarà di 500 quintali, per una durata di sei mesi. Il ristoro concordato, che sarà attinto da fondi comunitari, è pari ad € 1,80 a quintale di olio per ogni mese di giacenza. Purtroppo i tempi tecnici per addivenire a questo bando sono molto risicati e si paventa il rischio che il primo bando AGEA vada deserto, a causa degli stringenti tempi tecnici per il regolare posizionamento dei lotti.
Inutile aggiungere che i prossimi giorni saranno cruciali per scongiurare una drammatica escalation della già critica situazione, che non potrà che portare allo sconquasso definitivo di questa importante campagna olivicola.

Tra i partecipanti al tavolo convocato a Roma dal sottosegretario L'Abbate ci saranno Elia Pellegrino, Savino Muraglia, Onofrio Spagnoletti Zeuli insieme ad altri rappresentanti delle maggiori sigle del comparto olivicolo italiano.
  • olio e vino
  • olio extravergine di oliva cultivar Coratina
  • olive
  • olivi
Altri contenuti a tema
Olivicoltori e frantoiani di Andria al fianco della fondazione per la ricerca sul cancro Olivicoltori e frantoiani di Andria al fianco della fondazione per la ricerca sul cancro Tutta la Puglia partecipa il 7 e 8 dicembre al primo appuntamento dell'iniziativa 'Un extra per la ricerca'
Crisi olio, Italia Olivicola: Sostegno ai produttori e trasparenza flussi olii provenienti dall'estero Crisi olio, Italia Olivicola: Sostegno ai produttori e trasparenza flussi olii provenienti dall'estero Mancano i decreti attuativi per risorse già stanziate per aziende colpite dalle calamità degli ultimi 2 anni
Raccolta delle olive in fondo comunale: avviso pubblico per l’affidamento a titolo gratuito Raccolta delle olive in fondo comunale: avviso pubblico per l’affidamento a titolo gratuito Da parte del Comune viene richiesta la manutenzione della piantagione
Crisi olivicoltura: la bolla speculativa sta interessando anche la sansa Crisi olivicoltura: la bolla speculativa sta interessando anche la sansa Denuncia di Coldiretti: "Ormai degradato da sottoprodotto a rifiuto speciale"
Crisi olivicoltura, Fratelli d'Italia: "Colpa eccessiva e incontrollata importazione di olio dall’estero" Crisi olivicoltura, Fratelli d'Italia: "Colpa eccessiva e incontrollata importazione di olio dall’estero" "Si ha forte necessità di politiche nazionali mirate alla formazione di interventi strutturali a favore dell'agricoltura"
Crisi prezzi olive, Miscioscia: «Situazione irreale, intervengano le Autorità» Crisi prezzi olive, Miscioscia: «Situazione irreale, intervengano le Autorità» Nota dell'ex Assessore del Comune di Andria ed ex Vice Presidente delle Città dell'Olio
Olio d'oliva: prezzi troppo bassi, anche da Andria domani a Roma dal vice Ministro L'Abbate Olio d'oliva: prezzi troppo bassi, anche da Andria domani a Roma dal vice Ministro L'Abbate Le attuali distorsioni sul mercato della compravendita del prodotto all'esame degli addetti ai lavori
Crollo dei prezzi per l'olio d'oliva: sì ad aiuti UE allo stoccaggio Crollo dei prezzi per l'olio d'oliva: sì ad aiuti UE allo stoccaggio Il capogruppo di Forza Italia alla regione “In Spagna si stanno già organizzando è bene che anche l’Italia aderisca”
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.