Aliquote comunali
Aliquote comunali
Enti locali

Settore finanze, dirigente rimossa da incarico presenta ricorso

Si chiede la reintegra della dott.ssa Fornelli. Il 27 novembre udienza per il cautelare

"Ordinare in via urgente l'immediata reintegra nelle funzioni di dirigente del settore finanziario della dott.ssa Vincenza Fornelli, in virtù della illegittima e inefficace risoluzione del contratto di lavoro, avvenuta il 13 settembre scorso". Questo si chiede nel ricorso presentato dall'avv. Antonio Guantario, alla sezione lavoro del Tribunale di Trani contro il Comune di Andria nella persona del suo rappresentante legale pro-tempore ovvero il Sindaco Nicola Giorgino. L'udienza è stata fissata per il cautelare il 27/11/2018, ironia della sorte proprio il giorno in cui scadono i termini per l'approvare del Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale, ovvero i 90 giorni dal momento in cui è stata approvata dal Consiglio comunale la delibera del pre-dissesto, lo ricordiamo, il 28 agosto; passaggio alla base della decisione di rimuovere la Fornelli dal suo incarico, stessa sorte è toccata al dirigente dell'ufficio tecnico Felice Piscitelli, entrambi a tempo determinato. Stando a quanto si legge nel Testo Unico degli enti locali il "Il contratto a tempo determinato è risolto di diritto nel caso in cui l'ente locale dichiari il dissesto o venga a trovarsi nelle situazioni strutturalmente deficitarie". Per l'amministrazione, dunque, si trattava di una presa d'atto rispondendo alle polemiche che tale decisione scatenò. Una su tutte la posizione molto critica nei confronti del sindaco dell'azzurro Nino Marmo che riteneva eccessiva l'interpretazione della legge partendo per prima cosa da un fatto oggettivo ed incontestabile: "il Comune non ha mai dichiarato il dissesto!", spiegava prendendo le difese della Fornelli.
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Bufera giudiziaria: Savasta non risponde al Gip, Nardi e Di Chiaro respingono le accuse Bufera giudiziaria: Savasta non risponde al Gip, Nardi e Di Chiaro respingono le accuse L'avvocato Tandoi al Tg3: «Di Chiaro ha accettato di rispondere»
1 Bufera giudiziaria: la Procura generale della Cassazione chiede sospensione dei magistrati arrestati Bufera giudiziaria: la Procura generale della Cassazione chiede sospensione dei magistrati arrestati Associazione Nazionale Magistrati: «Pronti a intervenire con chi viola le regole»
1 Bufera giudiziaria, associazione per delinquere e corruzione, arrestati due ex magistrati tranesi Bufera giudiziaria, associazione per delinquere e corruzione, arrestati due ex magistrati tranesi Antonio Savasta e Michele Nardi ora in servizio a Roma. Con loro due imprenditori e un ispettore di polizia in servizio a Corato
Rinnovo per l'Ordine degli Avvocati di Trani: tutti i candidati al nuovo consiglio Rinnovo per l'Ordine degli Avvocati di Trani: tutti i candidati al nuovo consiglio Le elezioni dal 22 al 24 gennaio presso la biblioteca storica in Piazza Sacra Regia Udienza
Comune, reintegro della dirigente Settore finanze: udienza rimandata d'ufficio Comune, reintegro della dirigente Settore finanze: udienza rimandata d'ufficio Si sarebbe dovuta tenere domani 27 novembre
Nuovo sostituto procuratore al Tribunale di Trani: arriva la dott.ssa Scamarcio Nuovo sostituto procuratore al Tribunale di Trani: arriva la dott.ssa Scamarcio Maria Isabella Scamarcio, originaria di Andria si insedierà il prossimo 17 dicembre in sostituzione della collega Valentina Botti
Disastro ferroviario Andria-Corato: il Ministero accusa la Regione Disastro ferroviario Andria-Corato: il Ministero accusa la Regione Udienza a Trani per il processo relativo all'incidente del luglio 2016, l'Avvocatura di Stato chiede il proscioglimento
Processo per il disastro ferroviario del 12 luglio 2016, prof. Losappio: "Perchè la Regione è stata estromessa come responsabile civile" Processo per il disastro ferroviario del 12 luglio 2016, prof. Losappio: "Perchè la Regione è stata estromessa come responsabile civile" Il docente di diritto penale e legale di una delle parti in causa, ci spiega alcuni punti della decisione del Gup Schiralli
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.