Legge
Legge
Vita di città

Usura ed estorsione ad Andria, oggi la prima udienza del processo. Il Comune è parte civile

Prossime udienze a luglio e a settembre. Attualmente 5 in carcere e uno ai domiciliari

Celebrata questa mattina a Bari, davanti al Tribunale Penale, la prima udienza relativa al processo per usura ed estorsioni. In sei sono accusati a vario titolo dalla DDA di Bari di estorsione, tentata e consumata e usura, con l'aggravante di aver agito con metodo mafioso. Attualmente 5 sono detenuti in carcere ed uno è agli arresti domiciliari.
L'udienza di oggi ha visto la costituzione delle parti. Il Comune di Andria, come già anticipato e deliberato dalla Giunta comunale lo scorso 26 marzo, si è costituito parte civile nel processo. Presente in aula il difensore dell'Ente comunale, Avv. Giuseppe de Candia, insieme al sindaco avv. Giovanna Bruno.
Il Comune processualmente chiederà il risarcimento dei danni subiti dalla comunità per i reati contestati: l'atto ha un valore meta-processuale, come ribadito più volte dal sindaco, in quanto punta ad assumere una posizione netta contro le organizzazioni malavitose e mafiose del territorio, che minano la serenità cittadina e ledono l'intero tessuto socio-economico, provocando nella Comunità un senso di paura e smarrimento che vanno contrastati. Oltre al Comune di Andria ed alle parti offese dal reato, si sono costituiti parte civile anche il Ministero dell'Interno e l'Ordine degli Avvocati di Trani.
Prossime udienza a luglio ed a settembre davanti ai Tribunali di Trani e di Bari.
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Carburante agricolo per i loro mezzi privati: pesanti accuse per tre componenti delle forze dell’ordine nella Bat Carburante agricolo per i loro mezzi privati: pesanti accuse per tre componenti delle forze dell’ordine nella Bat Ai domiciliari due imprenditori coinvolti negli illeciti scoperti dall'indagine della Procura di Trani 
Cerimonia di conferimento delle Toghe d’Oro e di Platino: gli andriesi premiati Cerimonia di conferimento delle Toghe d’Oro e di Platino: gli andriesi premiati Lunedì 13 maggio nella sede della Biblioteca storica dell’Ordine degli Avvocati di Trani
Minacce ai testimoni:  gli ex pm tranesi Pesce e Ruggiero saranno sospesi e poi trasferiti con nuove funzioni Minacce ai testimoni: gli ex pm tranesi Pesce e Ruggiero saranno sospesi e poi trasferiti con nuove funzioni Saranno entrambi giudici civili, l'uno a Milano e l'altro a Torino
Asl Bt condannata: aveva decurtato somme a due dipendenti Commissione Invalidi Civili Asl Bt condannata: aveva decurtato somme a due dipendenti Commissione Invalidi Civili I due assistiti erano difesi dagli avvocati Antonio Norscia e Domenico Storelli
L’avv. Giangregorio De Pascalis riconfermato alla guida della Camera Penale di Trani L’avv. Giangregorio De Pascalis riconfermato alla guida della Camera Penale di Trani Lo affiancheranno il vice presidente, avv. Carobello, il segretario, avv. Gagliardi, il tesoriere, avv. Altomare ed i consiglieri avv.ti Tarricone, Sarcinelli e Scuderi
Sequestrata, stordita e violentata: 38enne di Andria condannato a 5 anni e 4 mesi Sequestrata, stordita e violentata: 38enne di Andria condannato a 5 anni e 4 mesi L'uomo avrebbe adescato una ragazza, di Molfetta, all'uscita di una scuola. Prima il mix di alcol e droga, poi la violenza shock
Processo disastro ferroviario Andria Corato: attesa per la sentenza del Tribunale di Trani Processo disastro ferroviario Andria Corato: attesa per la sentenza del Tribunale di Trani Il 12 luglio 2016 morirono 23 persone e altre 51 rimasero ferite
Rigettato ricorso dell’USPPI: nessun comportamento antisindacale dell’Asl Bt Rigettato ricorso dell’USPPI: nessun comportamento antisindacale dell’Asl Bt Il Giudice del Lavoro sentenzia la legittimità del trasferimento di tre dipendenti dal pronto soccorso di Bisceglie. La solidarietà delle OO. SS.
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.