Sequestro da 700mila euro ad un narcotrafficante andriese
Sequestro da 700mila euro ad un narcotrafficante andriese
Cronaca

Sequestro da 700mila euro ad un narcotrafficante andriese

Operazione della DIA di Bari nei confronti di un 66enne pregiudicato

Dalle prime luci dell'alba sono stati compiuti sequestri da personale della Direzione Investigativa Antimafia di Bari con il supporto dei Carabinieri di Andria, al pregiudicato 66enne andriese, Giovanni Fasciano, per un totale di 700mila euro tra beni mobili ed immobili. L'uomo, attualmente detenuto nel carcere di Bari, fu arrestato nel marzo dello scorso anno nell'operazione "Bate" condotta dai Carabinieri di Roma e relativa ad un traffico internazionale di sostanze stupefacenti. In particolare il 66enne andriese è accusato di rivestire il ruolo di organizzatore e finanziatore di un traffico di stupefacenti proveniente dal Nicaragua attraverso il trasporto di pietre contenenti droga. Durante quella operazione dello scorso anno è finito in manette anche suo figlio Leonardo.

Le indagini della DIA di Bari, condotte dal Colonnello della Guardia di Finanza Leonardo Matera, hanno condotto al sequestro del patrimonio del nucleo familiare composto da l'impresa edile di famiglia, tre appartamenti di cui due ad Andria ed uno a Trani oltre ai tre box auto e due terreni siti nei comuni di Andria e Trani con un rustico. Il provvedimento di sequestro è stato emesso in base alla normativa antimafia dal Tribunale di Trani, Sezione per le Misure di Prevenzione. Il sequestro è scattato dopo l'approfondita analisi del patrimonio di famiglia: secondo gli inquirenti l'uomo aveva dichiarato anche un reddito pari a 0 nell'anno 2012 o 900 euro nel triennio 2008-2010 ma nello stesso tempo aveva effettuato numerosi acquisti e vendite immobiliari.
Sequestro da 700mila euro ad un narcotrafficante andrieseSequestro da 700mila euro ad un narcotrafficante andriese
Carico il lettore video...
  • carabinieri andria
  • sequestro villa
Altri contenuti a tema
La banda della Porsche Macan colpisce ancora, ma i Carabinieri non stanno a guardare La banda della Porsche Macan colpisce ancora, ma i Carabinieri non stanno a guardare Intensificati i colpi nel nord barese: in una settimana furti a Trani, Corato ed Andria
Tentano per due volte di rubare camion cisterna: intervento della Polizia di Stato e dei vigilanti Tentano per due volte di rubare camion cisterna: intervento della Polizia di Stato e dei vigilanti Ignoti malviventi sono penetrati all'interno di un garage sulla ex sp 231
Incidente su via Porta Nuova angolo via Magellano: pericolo per un palo dell'illuminazione Incidente su via Porta Nuova angolo via Magellano: pericolo per un palo dell'illuminazione Con Carabinieri e Vigili del fuoco anche personale dell'Andria Multiservice per la messa in sicurezza
Utilizzato esplosivo ad alto potenziale per la bomba di via Sgarantiello Utilizzato esplosivo ad alto potenziale per la bomba di via Sgarantiello Le indagini sono affidate ai Carabinieri della locale Compagnia ed agli artificieri di Bari
Esplosione nella notte nei pressi di via Sgarantiello Esplosione nella notte nei pressi di via Sgarantiello La deflagrazione è avvenuta poco dopo le ore 4. Danni ad una abitazione ed alcuni autoveicoli
Sicurezza urbana, Troia: "Una vera emergenza" Sicurezza urbana, Troia: "Una vera emergenza" Il componente dell'esecutivo Regionale dei Verdi, Cesareo Troia: "Ad Andria presidi di legalità"
Sedi Forze dell'ordine ad Andria: restano eterne incompiute Sedi Forze dell'ordine ad Andria: restano eterne incompiute La questione logistica ad inizio del 2020 resta una chimera
Due feriti per i botti di Capodanno ad Andria: uno perderà l'uso di due dita Due feriti per i botti di Capodanno ad Andria: uno perderà l'uso di due dita Entrambi sono stati ricoverati presso il Policlinico di Bari. Aumentati i servizi di controllo delle Forze dell'ordine
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.