Tribunale di Trani
Tribunale di Trani
Cronaca

Scandalo giudiziario: spuntano nuove ipotesi di reato per l'inchiesta su magistrati corrotti

Sale a più di venti il numero di persone iscritte nel fascicolo degli indagati dalla Procura di Lecce

Continua ad arricchirsi di nuove accuse e particolari l'inchiesta portata avanti dalla Procura di Lecce che a gennaio ha portato all'arresto di Antonio Savasta e Michele Nardi, rispettivamente ex pubblico ministero e gip presso il Tribunale di Trani. Le accuse sono di associazione per delinquere, corruzione in atti giudiziari e falso per fatti commessi tra il 2014 e il 2018 quando erano in servizio a Trani.

La Procura – come si apprende da "La Gazzetta del Mezzogiorno" - ha fatto notificare a 12 persone un avviso di proroga che riguarda dieci ipotesi di reato. Spunta anche l'ipotesi di reato di calunnia a carico di Savasta, dell'ispettore di polizia Vincenzo di Chiaro, l'avvocato Simona Cuomo (ex legale d'Introno) e di altre due persone vicine all'imprenditore. Fondamentali a tal riguardo le dichiarazioni dell'ex imprenditore coratino Flavio d'Introno il quale ha confessato di aver pagato 3 milioni a Nardi e Savasta in cambio di favori giudiziari, ossia false accuse nei confronti dei suoi accusatori in un processo per usura.

Ma non solo. Savasta avrebbe stretto rapporti anche con l'imprenditore barlettano Luigi d'Agostino, definito "il re degli outlet": il pm tranese lo avrebbe favorito evitando di coinvolgerlo in un'indagine per fatture false in cambio di un incontro con l'ex sottosegretario Luca Lotti e di tangenti internazionali intemediate dall'avvocato Ruggero Sfrecola, interdetto per un anno dal suo incarico.

Nell'indagine, tuttavia, non ci sarebbero coinvolti solamente i due pm tranesi: grazie a numerosi esposti inviati alla Procura di Lecce dai vertici della magistratura tranese e le dichiarazioni di altri imprenditori, ascoltati nei giorni scorsi, sono emersi ulteriori ipotesi di reato che vedrebbero coinvolti anche altri magistrati tranesi. Al momento le persone coinvolte nel fascicolo sono già più di venti ma il numero potrebbe essere destinato a crescere.
  • procura della repubblica trani
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Riconfermato alla guida della Procura di Trani il dottor Antonino Di Maio Riconfermato alla guida della Procura di Trani il dottor Antonino Di Maio Eletto dalla maggioranza del Csm, batte il suo rivale Renato Nitti
Inchiesta sulla giustizia tranese, Nardi rimane in carcere Inchiesta sulla giustizia tranese, Nardi rimane in carcere Rigettata la richiesta dal tribunale del riesame
Sospeso l'ex presidente del Tribunale di Trani, Bortone. E' accusato di falso e truffa Sospeso l'ex presidente del Tribunale di Trani, Bortone. E' accusato di falso e truffa In qualità di presidente della commissione tributaria provinciale di Bari, secondo gli inquirenti faceva redigere ad altri le sentenze, raggirando il ministero dell'Economia
Corruzione nel Tribunale di Trani, Savasta collabora: rivelati nuovi nomi e fatti Corruzione nel Tribunale di Trani, Savasta collabora: rivelati nuovi nomi e fatti Le dichiarazioni dell’ex Pm tranese aprono altri scenari nella vicenda
Grossi massi alla rotatoria sulla provinciale Andria-Trani: Montaruli presenta esposto in Procura Grossi massi alla rotatoria sulla provinciale Andria-Trani: Montaruli presenta esposto in Procura Si paventa un serio pericolo per la sicurezza di quanti la percorrono con i propri mezzi
Disastro ferroviario: slitta di due settimane inizio processo causa composizione collegio giudicante Disastro ferroviario: slitta di due settimane inizio processo causa composizione collegio giudicante La decisione del presidente dell'ufficio giudiziario tranese Antonio De Luce
Bufera giudiziaria: Nardi chiede il trasferimento dal carcere di Lecce: «Motivi di sicurezza» Bufera giudiziaria: Nardi chiede il trasferimento dal carcere di Lecce: «Motivi di sicurezza» Nel carcere salentino molti condannati all'ergastolo dallo stesso magistrato
Sospetto decesso di un 61enne canosino al "Bonomo" di Andria: indaga la Procura Sospetto decesso di un 61enne canosino al "Bonomo" di Andria: indaga la Procura La moglie e la sorella hanno presentato nei giorni scorsi denuncia ai Carabinieri
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.