Tribunale di Trani
Tribunale di Trani
Cronaca

Scandalo giudiziario: spuntano nuove ipotesi di reato per l'inchiesta su magistrati corrotti

Sale a più di venti il numero di persone iscritte nel fascicolo degli indagati dalla Procura di Lecce

Continua ad arricchirsi di nuove accuse e particolari l'inchiesta portata avanti dalla Procura di Lecce che a gennaio ha portato all'arresto di Antonio Savasta e Michele Nardi, rispettivamente ex pubblico ministero e gip presso il Tribunale di Trani. Le accuse sono di associazione per delinquere, corruzione in atti giudiziari e falso per fatti commessi tra il 2014 e il 2018 quando erano in servizio a Trani.

La Procura – come si apprende da "La Gazzetta del Mezzogiorno" - ha fatto notificare a 12 persone un avviso di proroga che riguarda dieci ipotesi di reato. Spunta anche l'ipotesi di reato di calunnia a carico di Savasta, dell'ispettore di polizia Vincenzo di Chiaro, l'avvocato Simona Cuomo (ex legale d'Introno) e di altre due persone vicine all'imprenditore. Fondamentali a tal riguardo le dichiarazioni dell'ex imprenditore coratino Flavio d'Introno il quale ha confessato di aver pagato 3 milioni a Nardi e Savasta in cambio di favori giudiziari, ossia false accuse nei confronti dei suoi accusatori in un processo per usura.

Ma non solo. Savasta avrebbe stretto rapporti anche con l'imprenditore barlettano Luigi d'Agostino, definito "il re degli outlet": il pm tranese lo avrebbe favorito evitando di coinvolgerlo in un'indagine per fatture false in cambio di un incontro con l'ex sottosegretario Luca Lotti e di tangenti internazionali intemediate dall'avvocato Ruggero Sfrecola, interdetto per un anno dal suo incarico.

Nell'indagine, tuttavia, non ci sarebbero coinvolti solamente i due pm tranesi: grazie a numerosi esposti inviati alla Procura di Lecce dai vertici della magistratura tranese e le dichiarazioni di altri imprenditori, ascoltati nei giorni scorsi, sono emersi ulteriori ipotesi di reato che vedrebbero coinvolti anche altri magistrati tranesi. Al momento le persone coinvolte nel fascicolo sono già più di venti ma il numero potrebbe essere destinato a crescere.
  • procura della repubblica trani
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Rapine ai Tir: scarcerato uno dei componenti della banda Rapine ai Tir: scarcerato uno dei componenti della banda Un bitontino, scampato al blitz della Polstrada si è intanto costituito alla giustizia
L'ex giudice Savasta assolto in Cassazione per l'accusa di corruzione L'ex giudice Savasta assolto in Cassazione per l'accusa di corruzione Non commise alcun reato nelle fasi dell'acquisto del terreno adiacente a Masseria San Felice
"E' giunta l'ora che Salvini istituisca la Questura nella Bat per garantire sicurezza a tutti i cittadini" "E' giunta l'ora che Salvini istituisca la Questura nella Bat per garantire sicurezza a tutti i cittadini" L'invito è del consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea: "E' di ieri l'ultimo appello, in tal senso, del procuratore di Trani Di Maio"
Inchiesta su magistrati corrotti, ora è ufficiale: Savasta passa ai domiciliari Inchiesta su magistrati corrotti, ora è ufficiale: Savasta passa ai domiciliari Il Gip di Lecce accoglie la richiesta avanzata dai suoi legali. Rimane in carcere il collega Michele Nardi
La Procura accoglie la richiesta per i domiciliari avanzata dai legali di Savasta La Procura accoglie la richiesta per i domiciliari avanzata dai legali di Savasta Attesa oggi la decisione definitiva da parte del Gip
Tribunale di Trani, con quota 100 il rischio è il dimezzamento dell'organico Tribunale di Trani, con quota 100 il rischio è il dimezzamento dell'organico Marcone e Abbascià (Fp Cgil Bat): “Servono assunzioni, siamo all’anno zero. Se non ci saranno risposte pronti alla mobilitazione”
Corruzione tra giudici a Trani, Casillo: «Pagai per essere libero» Corruzione tra giudici a Trani, Casillo: «Pagai per essere libero» L'imprenditore del settore della molitura del grano, rivela nuovi elementi contro i giudici che fecero arrestare la sua famiglia
Discarica ex Daneco: Esposto alla Procura del M5S su presunti sversamenti inquinanti nella falda acquifera Discarica ex Daneco: Esposto alla Procura del M5S su presunti sversamenti inquinanti nella falda acquifera E intanto la consigliera regionale Grazia Di Bari denuncia quanto accaduto a Bari tra il Sindaco Giorgino e l'assessore regionale Stea
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.