consiglio provinciale
consiglio provinciale
Politica

Ripristinare il plenum del consiglio provinciale: ecco l'esposto presentato alla Provincia Bat

L'atto depositato lo scorso 13 maggio presso la Provincia Bat dagli ex consiglieri Lorusso e Di Pilato

Gli ex consiglieri provinciali (e comunali), avv.ti Gennaro Savino Lorusso e Laura Di Pilato, hanno inviato lo scorso 13 maggio un esposto al Segretario Generale della Provincia Bat ed al vice Presidente della Provincia Bat. Ecco il testo integrale:

"A seguito della mancata approvazione nel Comune di Andria del bilancio di previsione (fattispecie di cui all'art. 141, comma 1, lettera c) il Prefetto dott. SENSI ha, con decreto n. 0010037 del 29..04.2019, sospeso con effetto immediato ilConsiglio Comunale fino all'emanazione del relativo decreto di scioglimento e comunque per un periodo non superiore a 90 giorni e, contestualmente ha nominato il Viceprefetto Vicario dott. Gaetano Tufariello Commissario Prefettizio per la provvisoria gestione dell'Ente, con i poteri del Sindaco, della Giunta e del Consiglio.
A tal riguardo si rileva che l'art. 1, comma 65 della legge 56/2014 stabilisce che "Il Presidente della Provincia decade dalla carica in caso di cessazione dalla carica di Sindaco", mentre l'art. 69 della precitata legge individua come eleggibili alla carica di Consigliere Provinciale i Sindaci ed i Consiglieri Comunali in carica (del territorio provinciale), condizionando tuttavia la suddetta carica (provinciale) al permanere di quella comunale la quale ultima, cessando, determina invece la decadenza dalla prima.

Ai sensi dell'art. 78 della L. 56/2014 il legale rappresentante della provincia BAT, stante l'esigenza di assicurare in via immediata, nell'interesse pubblico, la funzionalità dell'Ente (ricostituzione del plenum del consiglio provinciale) avrebbe dovuto prendere atto del decreto prefettizio del 29.04.2019 e procedere alla surroga dei consiglieri provinciali decaduti dalla carica di consiglieri comunali.
Nel caso di specie la Provincia BAT, attraverso alchimie interpretative non ha inteso procedere alla ricostituzione immediata del plenum del predetto consiglio provinciale, difatti il Vice Presidente Pasquale De Toma, con nota pec datata 08.05.2009, protocollo 0014843-19, ha inviato per conoscenza ai Consiglieri Comunali di Andria la convocazione del Consiglio Provinciale fissato per il 13.05.2019, il cui ordine del giorno non prevede alcun procedimento di surroga dei consiglieri provinciali decaduti ipso jure dalla carica di consiglieri comunali.
Quindi in forza del combinato disposto dell'art. 141 TUEL e art 65 e 69 della L. 56/2014 si deve ritenere che verificatosi l'effetto dissolutorio del Consiglio Comunale di Andria, per mancata approvazione del bilancio di previsione, il Sindaco e i consiglieri sono ipso iure decaduti con effetto immediato rispettivamente dalle cariche di Presidente e Consiglieri della Provincia, così come affermato da numerose sentenze del Consiglio di Stato e dalla circolare n. 1/2014 del Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie ove ha esplicitamente chiarito ed affermato la decadenza solo ove perdessero (i Presidenti di Provincia) i requisiti di Sindaco.

Tra l'altro la questione della doppia decadenza per il sindaco-presidente di Provincia in caso di scioglimento del consiglio comunale è stata portata dinanzi al Giudice amministrativo (Consiglio di Stato sent. n. 4227/2017) il quale dopo aver ripercorso il quadro normativo di riferimento di cui all'art. 141 TUEL e art. 69 della legge 56/2017, ha ritenuto che il verificarsi dell'effetto dissolutorio del consiglio comunale, nelle ipotesi di cui all'art. 141 (nel caso di specie ipotesi di cui all'art. 141, comma 1, lettera c) determina ipso jure la decadenza immediata dalla carica di Presidente della Provincia.La medesima sentenza ha affermato, ancora una volta, che non si possono fare alchimie quando le norme di legge, che regolano il funzionamento degli organi amministrativi, sono di inaudita chiarezza, come nel caso dell'ipotesi contenuta nell'art. 141 TUEL.
Tale pacifico orientamento è stato da ultimo seguito dalla Provincia di Brindisi che con deliberazione di consiglio provinciale del 27.02.2019 n. PRCAG/2/2019, prendendo atto del Decreto Prefettizio emanato in data 07.02.2019, con il quale è stata disposta la sospensione del Consiglio Comunale di Ostuni, con contestuale nomina di un Commissario Prefettizio per la provvisoria amministrazione del Comune medesimo, ha proceduto alla surroga immediata del consigliere provinciale decaduto dalla carica di consigliere comunale (tra le altre v. anche la delibera del Consiglio Provinciale di Latina del 12.02.2018 n. 2).
Quindi confidando nel principio di buona fede, efficienza ed efficacia dell'azione amministrativa si invitano gli organi in indirizzo ad attivare con celerità tutte le procedure tese al ripristino del plenum del consiglio provinciale tanto alla luce del pacifico orientamento della giurisprudenza amministrativa rigorosamente applicata dalle amministrazioni provinciali", conclude l'esposto a firma degli avv.ti Gennaro Savino Lorusso e Laura Di Pilato.
  • Provincia Bat
  • Nicola Giorgino
  • laura di pilato
  • elezioni provinciali
Altri contenuti a tema
Giorgino: "12 luglio, impossibile dimenticare" Giorgino: "12 luglio, impossibile dimenticare" L'ex primo cittadino sarà questa sera in Cattedrale
Mercato ortofrutticolo affidato in gestione, la lettera del Comune spiazza i grossisti Mercato ortofrutticolo affidato in gestione, la lettera del Comune spiazza i grossisti Nel pomeriggio riunione operativa presso la sede di Confcommercio Andria
Di Bari (M5S): "Il Centro per l'impiego rischia la chiusura". Il VIDEO Di Bari (M5S): "Il Centro per l'impiego rischia la chiusura". Il VIDEO Sotto sfratto causa il mancato pagamento di 2 anni di affitto, la consigliera regionale e capogruppo regionale M5S denuncia la grave situazione
Gestione spazi pubblicitari: anche un esposto del M5S all'origine dell'inchiesta della procura tranese. VIDEO Gestione spazi pubblicitari: anche un esposto del M5S all'origine dell'inchiesta della procura tranese. VIDEO In un video il deputato pentastellato D'Ambrosio ripercorre questa vicenda dove sono paventati l' abuso di ufficio e la frode in pubbliche forniture
Andria, Centro per l'Impiego chiuso. Di Bari (M5S): "Ennesimo disastro di Giorgino" Andria, Centro per l'Impiego chiuso. Di Bari (M5S): "Ennesimo disastro di Giorgino" Arpal conferma importanza della riapertura, appena il Comune metterà a disposizione una nuova sede
Anche l'on. D'Ambrosio (M5S) parteciperà alla Marcia per la Legalità e, a proposito della Villa comunale ricorda...! Anche l'on. D'Ambrosio (M5S) parteciperà alla Marcia per la Legalità e, a proposito della Villa comunale ricorda...! "Secondo il vecchio progetto, la Villa Comunale avrebbe avuto una recinzione, che avrebbe consentito di controllare più agevolmente tale enorme spazio"
D'Ambrosio (M5S): "Smettetela di dare a Giorgino colpe inesistenti!" D'Ambrosio (M5S): "Smettetela di dare a Giorgino colpe inesistenti!" Un ironico post del pentastellato parlamentare andriese replica all'ex primo cittadino
L'ex sindaco Giorgino: "In passato rallentati lavori per Questura e caserma Carabinieri" L'ex sindaco Giorgino: "In passato rallentati lavori per Questura e caserma Carabinieri" "Informato il ministero degli Interni affinché lo Stato risponda subito"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.