da sx Damiani, Berlusconi e D'Attis
da sx Damiani, Berlusconi e D'Attis
Vita di città

Riforma fiscale, Forza Italia lancia una campagna nazionale di raccolta firme

Ieri a Barletta il senatore Damiani ha illustrato le proposte

La parola chiave: semplificazione, in ogni ambito della pubblica amministrazione. Dai concorsi espletati in cento giorni massimo alla riforma globale del fisco, con poche aliquote. Nel giorno in cui Forza Italia lancia la sua campagna nazionale di raccolta firme (anche online) a sostegno di un ampio progetto di riforma fiscale denominato "Meno tasse, più crescita", il senatore Dario Damiani ne ha illustrato i punti salienti a Barletta ieri mattina, 12 giugno, presso la sede del partito in via Monfalcone 51.

«La riforma fiscale non è certo una novità dell'ultima ora per Forza Italia, anzi potrei dire che si tratta della "battaglia delle battaglie", portata avanti da anni - dichiara il parlamentare azzurro - oggi più che mai ineludibile, considerata la situazione di grave crisi economica generata dalla pandemia. Bene i ristori ma, grazie alla campagna vaccinale a cui il generale Figliuolo ha impresso un cambio di passo straordinario, il Paese è in grado di rimettersi sulle sue gambe, che sono quelle del lavoro, della produzione di reddito e dei consumi. In questa fase di ripartenza, è necessario che il fisco non sia vessatorio nei confronti del cittadino, ma ne ascolti le esigenze, in un dialogo costruttivo per entrambi».

Quali i principali contenuti della riforma proposta da Forza Italia? «Senza dubbio diciamo "No" all'introduzione di nuove tasse, in primis quelle che da sempre piacciono tanto al PD, come la tassa sulle successioni o sugli immobili: assurdo che i patrimoni familiari degli italiani, costruiti con decenni di sacrifici, siano tassati nel momento in cui un genitore lascia ai figli il frutto del proprio risparmio. Chiediamo poi di bloccare le cartelle esattoriali fino alla fine dell'anno 2021 e introdurre la pace fiscale con l'azzeramento del magazzino fiscale».

La sanatoria dei debiti pregressi «potrebbe generare le risorse utili a finanziare, nel primo triennio, la fase di avvio di una riforma capace di ridurre in modo tangibile la pressione fiscale». Altro punto chiave, il definitivo superamento dell'Irap. No assoluto a «qualsiasi forma di reintroduzione dell'Imu sulla prima casa, la cui abolizione fu voluta da Silvio Berlusconi». Per la riforma dell'Irpef, Forza Italia – secondo quanto si legge nel documento depositato in Parlamento – punta a ridurre a tre (15%, 23% e 33%) le aliquote ridefinendo i contenuti della base imponibile e ampliando la No tax area, estesa fino a 12 mila euro. La seconda aliquota Irpef si configurerebbe, dunque, come una "Flat Tax del ceto medio" per i redditi da 25mila a 65mila euro.

«Il minor gettito Irpef sarebbe compensato con una reale ed efficiente spending review, recupero di costi intermedi, tax expenditure e web tax», puntualizza il senatore Damiani. La campagna di adesione a questo progetto di riforma fiscale proseguirà nei prossimi giorni nei gazebo allestiti nelle città e presso le sedi del partito.
  • forza italia
Altri contenuti a tema
Forza Italia Andria: «Dopo anni deludenti ritroviamo lo smalto dei giorni migliori» Forza Italia Andria: «Dopo anni deludenti ritroviamo lo smalto dei giorni migliori» Il coordinatore cittadino Francesco Lullo: «Abbiamo sconfitto il PD, gli scettici e anche il “fuoco amico”»
Elezioni politiche 2022, l’ultimo appello di Forza Italia Andria prima del voto Elezioni politiche 2022, l’ultimo appello di Forza Italia Andria prima del voto La vice-coordinatrice Giovanna Bruno: “La nostra politica non rinuncia ai giovani”
Elezioni Politiche, ad Andria l'on. Sisto: «Governo? Abbiamo le giuste competenze per fare bene» Elezioni Politiche, ad Andria l'on. Sisto: «Governo? Abbiamo le giuste competenze per fare bene» Ieri si è svolto l'incontro organizzato dal Capogruppo Consiliare di Forza Italia, Donatella Fracchiolla
Forza Italia presenta ad Andria i candidati alla Camera e al Senato Forza Italia presenta ad Andria i candidati alla Camera e al Senato Sabato 10 settembre l'inaugurazione del comitato elettorale in via Barletta
Forza Italia Andria, nominati i componenti del nuovo coordinamento cittadino Forza Italia Andria, nominati i componenti del nuovo coordinamento cittadino Campagna elettorale: nei prossimi giorni gli incontri con i candidati e la presentazione del programma del centrodestra
41 Elezioni politiche 2022: i candidati in corsa nei collegi uninominali e nei listini Elezioni politiche 2022: i candidati in corsa nei collegi uninominali e nei listini Ecco le coalizioni, i partiti e i pretendenti per uno scranno alla Camera dei Deputati ed al Senato della Repubblica nel Collegio di Andria
Elezioni politiche, Sisto (FI): "Con l’Italia in testa e la Puglia nel cuore farò la mia parte, per la nostra terra, per il nostro Paese” Elezioni politiche, Sisto (FI): "Con l’Italia in testa e la Puglia nel cuore farò la mia parte, per la nostra terra, per il nostro Paese” Il candidato azzurro per il centrodestra al Senato nel collegio uninominale Puglia02 - Andria
Elezioni politiche, Forza Italia schiera con Damiani e Lanotte al collegio del Senato di Andria il sottosegretario Sisto Elezioni politiche, Forza Italia schiera con Damiani e Lanotte al collegio del Senato di Andria il sottosegretario Sisto Al quarto posto per la Camera plurinominale l'avvocato andriese Tonia Pagliaro, per il collegio Foggia, Cerignola ed Andria
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.