Amianto
Amianto
Bandi e Concorsi

Provincia BAT, nuovo bando per la lotta all'amianto

Spina: «Impegni mantenuti». A disposizione 40mila euro

Come anticipato nei giorni scorsi, è online sul portale istituzionale della Provincia il nuovo bando per la concessione di contributi economici a privati che rimuoveranno l'amianto dai propri immobili. L'annuncio era arrivato nei giorni scorsi dal Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani, Francesco Spina. L'avviso è consultabile nella sezione "Bandi" del portale istituzionale della Provincia, all'indirizzo www.provincia.bt.it. Come si ricorderà, si tratta del secondo intervento realizzato dalla Provincia dopo quello di ottobre, in esito al quale erano stati destinati ben 126mila euro per un totale di 36 beneficiari.

«La Provincia di Barletta - Andria - Trani si conferma leader nella tutela del proprio patrimonio ambientale e nella lotta all'amianto - ha affermato il Presidente Francesco Spina -. D'intesa con Legambiente Puglia abbiamo promosso sul territorio la campagna "Puglia Eternit Free" per fornire ai cittadini gli strumenti necessari per difendersi dalla fibra killer ed eliminare il pericolo amianto attraverso un percorso virtuoso. Ma non ci siamo fermati qui. Dopo aver stanziato, con la precedente amministrazione provinciale, ben 126mila euro per 36 privati intenzionati a rimuovere amianto dalle proprie abitazioni, siamo riusciti a recuperare ulteriori risorse economiche, per un totale di 40mila euro, ripetendo l'iniziativa anche in relazione all'ottima risposta da parte dei cittadini. Quello dell'amianto è un problema che può seriamente mettere a repentaglio la salute pubblica - ha poi concluso il Presidente Spina -, rispetto al quale la Provincia di Barletta - Andria - Trani continua a far sentire la sua presenza con forza e determinazione, ma anche con un importante sforzo economico in un momento delicato per le casse di tutti gli enti locali ed in particolar modo per le Province».

I materiali contenenti amianto presenti nell'ambito dell'edilizia privata di cui si intende incentivare la rimozione possono essere coperture in cemento-amianto, cassoni, serbatoi o tubazioni per l'acqua, canne fumarie e camini, controsoffitti o coibentazioni di sottotetto, pannelli, divisori o tamponature, pavimentazioni in vinavil-amianto, caldaie, stufe, forni ed elettrodomestici, coibentazione di tubi per il riscaldamento. Le imprese che effettueranno le bonifiche dovranno essere iscritte all'albo nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti. Potranno richiedere il contributo economico i proprietari, o coloro che ne abbiano legittima disponibilità (locatari, comodatari, usufruttuari ecc.), di un immobile sito nel territorio della Provincia in regola con le disposizioni urbanistico-edilizie. Nell'ambito del contributo da erogarsi, verranno considerate ammissibili le spese sostenute, al netto di iva che sarà a carico del richiedente, relative alla redazione del Piano di Lavoro/notifica da presentare alla Asl Spesal, alla predisposizione del cantiere di lavoro per la durata necessaria ad effettuare gli interventi, alle attività di bonifica/rimozione dei manufatti contenti amianto, al trasporto e conferimento presso impianto autorizzato ed allo smaltimento finale presso discarica autorizzata. Eventuali spese tecniche (relazioni, perizie e progetti) saranno riconosciute ammissibili nel limite massimo di 300 euro.

Il contributo erogabile per la bonifica o rimozione potrà avere un importo massimo di 5.000 euro. Sarà erogato prioritariamente in favore di interventi corredati da perizia asseverata da tecnico abilitato ed iscritto ad ordine professionale, che attesti la friabilità ed il cattivo stato di conservazione del manufatto contenente amianto determinante una condizione di pericolosità ed esposizione degli occupanti ad elementi nocivi. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato per le ore 13.00 di venerdì 26 giugno 2015. Per consultare il bando e la relativa modulistica, si rimanda alla sezione "Bandi" del portale istituzionale della Provincia, all'indirizzo www.provincia.bt.it.
  • Provincia Bat
Altri contenuti a tema
"Il Gusto dell’Inclusione”: il nuovo progetto rivolto agli studenti delle scuole superiori "Il Gusto dell’Inclusione”: il nuovo progetto rivolto agli studenti delle scuole superiori Promosso dalla Provincia Bat nell’ambito delle politiche a sostegno dei giovani
Incremento dell'attività dei Carabinieri Forestali nella Bat durante il 2019 Incremento dell'attività dei Carabinieri Forestali nella Bat durante il 2019 Ben 465 i reati perseguiti a fronte di 287 persone denunciate e 144 sequestri penali
Indagini e verifiche dei solai e controsoffitti in 30 scuole della Provincia Bat Indagini e verifiche dei solai e controsoffitti in 30 scuole della Provincia Bat Ottenuto un finanziamento di 300mila euro dal Ministero dell'Istruzione
Svincoli al buio nel tratto di Andria della ex sp 231: timori per la viabilità stradale Svincoli al buio nel tratto di Andria della ex sp 231: timori per la viabilità stradale Una situazione che perdura ormai da molto tempo, purtroppo in alcuni casi da anni
Rifiuti, Troia (Verdi): "Necessario passaggio da Tassa a Tariffa" Rifiuti, Troia (Verdi): "Necessario passaggio da Tassa a Tariffa" Secondo il componente dell'esecutivo regionale dei Verdi "ancora lontani per avere classe politica lungimirante ed accorta"
Sede legale ad Andria della Bat: fu il consiglio provinciale di Bari a deciderlo nel 2009 Sede legale ad Andria della Bat: fu il consiglio provinciale di Bari a deciderlo nel 2009 Lo ricorda Cesareo Troia, all'epoca consigliere e capogruppo provinciale dei Verdi
Trasferimento uffici Bat a Barletta, Mirko Malcangi: "Sgarbo istituzionale senza precedenti" Trasferimento uffici Bat a Barletta, Mirko Malcangi: "Sgarbo istituzionale senza precedenti" L'esponente del gruppo "Partecipa" Andria chiede una pronuncia anche del Commissario Tufariello
Scamarcio (FI): "Non è pensabile che gli uffici della BAT vengano trasferiti da Andria a Barletta" Scamarcio (FI): "Non è pensabile che gli uffici della BAT vengano trasferiti da Andria a Barletta" Il Coordinatore provinciale di FI-Giovani Bat, attacca l'ex consigliera Laura Di Pilato
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.