elicottero dei carabinieri
elicottero dei carabinieri
Cronaca

Proseguono i controlli dei Carabinieri nel nord barese: una denuncia a piede libero ad Andria

L'azione combinata delle unità territoriali e di quelle speciali continua a dare i suoi frutti. VIDEO

Non si arresta l'offensiva dei controlli dei Carabinieri nel nord barese, anche oggi estesi fino al territorio di Andria. Dalla serata di ieri, fino alla mattinata, oltre alle unità territoriali dell'Arma, particolarmente proficuo è stato l'impiego del contingente di rinforzo dello Squadrone Cacciatori Puglia, nonché di un elicottero del 6° NEC di Bari. L'azione combinata delle unità territoriali e di quelle speciali non ha tardato a dare i suoi frutti. In particolare:

- a Ruvo di Puglia sono stati arrestati per detenzione illecita di sostanza stupefacente: C.M. di anni 20, D.P.M. di anni 22 e F.D. di anni 21, tutti e tre residenti a Ruvo di Puglia. Il servizio non è stato semplice, infatti intercettati in via Puccini in atteggiamento sospetto a bordo dell'autovettura di F.D., i tre giovani sono stati tenuti sotto controllo a debita distanza per alcuni minuti, fino a quando hanno raggiunto l'abitazione di D.P.M.. I Carabinieri, intuendo che qualcosa non era chiaro hanno deciso così di procedere al loro controllo, ma C.M. accortosi dell'arrivo dei militari ha lasciato cadere un involucro in cellophane dalla mano destra, risultato poi contenere 100 gr di cocaina da suddividere in dosi per lo spaccio. I tre sono stati così arrestati e, su disposizione della competente Autorità giudiziaria, sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio;
- ad Andria. F.R. 55enne è stato denunciato a piede libero, in quanto trovato in possesso di 2 proiettili, rispettivamente cal. 7,65 e 6,35 mm., detenuti illegalmente ed occultati in un vano ripostiglio della propria abitazione.



Inoltre, sono stati eseguiti controlli e segnalazioni all'Ufficio territoriale del Governo (Prefettura) della Bat, nei confronti di 4 giovani trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti per uso personale.
L'attività di prevenzione posta in essere dal Comando Provinciale di Bari si inquadra in una più ampia manovra di contrasto posta in essere contro i fenomeni della criminalità comune ed organizzata nell'alto barese e, nelle prossime ore, verrà ulteriormente intensificata al fine di garantire un Ferragosto in condizioni di maggiore sicurezza alla comunità locale ed ai numerosi turisti affluiti per il periodo estivo.
  • Carabinieri
  • carabinieri andria
  • procura della repubblica trani
  • prefettura barletta andria trani
  • controlli carabinieri
Altri contenuti a tema
Caporalato in agricoltura, piaga sociale da combattere Caporalato in agricoltura, piaga sociale da combattere In Prefettura al via l'iter per la Rete del lavoro agricolo di qualità
Servizi a largo raggio dei Carabinieri di Andria, un arresto e 2 persone denunciate Servizi a largo raggio dei Carabinieri di Andria, un arresto e 2 persone denunciate L'arresto è stato effettuato in via Cavallotti, in pieno centro cittadino
Sicurezza sui luoghi di lavoro e lotta al caporalato: riunioni operative da parte della Asl/Bt e Prefettura di Barletta Sicurezza sui luoghi di lavoro e lotta al caporalato: riunioni operative da parte della Asl/Bt e Prefettura di Barletta Due importanti vertici per avviare una serie di iniziative a tutela dei lavoratori e per la legalità
Crollo via Pisani, la Procura di Trani apre un'inchiesta Crollo via Pisani, la Procura di Trani apre un'inchiesta Tre gli indagati. Ipotesi di reato, disastro colposo e lesioni personali
Settimana di protezione civile, giornata formativa a Barletta Settimana di protezione civile, giornata formativa a Barletta L'obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della resilienza
Protezione civile: la Prefettura si dota di un nuovo sistema di allerta incendi Protezione civile: la Prefettura si dota di un nuovo sistema di allerta incendi Domani presentazione in occasione della “Settimana Nazionale della Protezione Civile"
Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Confermata la censura per la dott.ssa Simona Merra
A Castel del Monte le iniziative per la "Settimana nazionale della Protezione civile" A Castel del Monte le iniziative per la "Settimana nazionale della Protezione civile" Il Polo Museale della Puglia partecipa con scuole ed istituzioni all'importante evento
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.