Scuola, lavagna
Scuola, lavagna
Scuola e Lavoro

Presidenti di Circolo ed Istituto: tra un mese nuove elezioni

Si rinnovano le cariche triennali di rappresentanza per i genitori

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
La voce delle famiglie negli Organi Collegiali della scuola è costituita dalle rappresentanze nei consigli di classe, di Istituto e di Circolo. Entro il 31 ottobre i genitori sono chiamati ad eleggere le loro rappresentanze nei consigli di classe mentre domenica 17 e lunedì 18 novembre si eleggeranno i rappresentanti nei Consigli di Istituto e di Circolo, organismi di durata triennale. «Importanti appuntamenti a cui noi genitori non possiamo disertare - dice Riccardo Lapenna presidente pro-tempore comitato presidenti di circolo e di istituto - eleggere i propri rappresentanti nei vari organi collegiali è un occasione importante per garantire la presenza dei genitori nella gestione "collegiale" della scuola. D'altro canto il presidente del consiglio di istituto è per legge un genitore».

Con il DPR n. 416 del 1974 si è avviata la partecipazione dei genitori e degli studenti nella gestione della scuola ma «di tempo ne è passato e come genitori abbiamo assistito ad una nostra graduale disaffezione verso questi organi di partecipazione, delegando spesso alla scuola anche il nostro ruolo di corresponsabilità educativa - prosegue Lapenna - Oggi si parla di partnership educativa ed è scritto proprio nelle linee di indirizzo del MIUR emanate nel novembre del 2012. Se partecipare attivamente può costituituire oggetto di desiderio, necessita di adeguata preparazione, con la convinzione che vale la pena mettersi in gioco e collaborare. Primo passo è informarsi e formarsi. Ascoltare chi la scuola la conosce meglio di noi aprendosi al confronto con dirigenti scolastici e docenti, documentarsi accuratamente, motivare le proprie scelte, possono sembrare inutili impicci, ma con il tempo sono passi che "contribuiscono significativamente e attivamente alla definizione dell'autonomia didattica e culturale della scuola».

Un ultimo appello è ancora per i genitori e per il ruolo del Comitato: «Desidero rivolgere un particolare invito ai genitori a interessarsi con generosità ed entusiasmo al mondo della scuola dando la propria adesione agli organi collegiali - conclude Lapenna - per rilanciare il ruolo e la partecipazione dei genitori nella scuola, il Comitato Presidenti di Circolo e di Istituto e l'A.Ge. Associazione dei Genitori di Andria, per questo nuovo anno scolastico appena iniziato, si impegnano a investire tempo e risorse per fare formazione e informazione, organizzando incontri che siano soprattutto opportunità di dialogo e confronto, chiedendo anche ai dirigenti scolastici collaborazione e partnership. Il genitore che decide di spendersi per la scuola è "capitale sociale" perché si occupa anche dei figli degli altri della comunità in cui i figli crescono».

© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.