comune di Andria
comune di Andria
null

Politica, dove vai?

Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria

«Se guardo con gli occhi del cuore la mia Città, la vedo lontana da come la desidero e la sogno e, nella notte culturale, collettiva e politica che l'avvolge, la sento invocare un supplemento di amore che risani le sue ferite». Così, tempo fa scrivevo per una rivista mensile.

E oggi? Oggi scorgo sul suo volto tanta tristezza, tanta tristezza…nel sentirsi abbandonata, mortificata, umiliata da una politica che vaga senza alcuna méta, incapace di gesti di Fraternità, di Verità e che, come confusa, si appiglia ora a destra, ora a sinistra, tenta sì di salire alle stelle, ma poi, appesantita al centro, appesantita sotto, appesantita sopra, appesantita tutt'intorno da egoismi e superbia, diatribe e rancori, rischia di precipitare ancor di più dalle stelle alle stalle.

«Ma dove andremo a finire se continua così?»: è questo che si sente spesso dire con tristezza, tanta tristezza da sempre più gente…mentre la Città soffre e lei, la politica, passa oltre ad una Città che solo chiede Amore!

E' chiaro. Darle questo amore è compito primario che spetta ai politici tutti, ma soprattutto è dalla Maggioranza che ci si aspetta una "doppia razione" che significa concretamente fare tutta la propria parte per servirla -nel tempo che le rimane- con trasparenza e Verità, e oggi, in particolare, dinnanzi alla prospettiva del pre-dissesto (o del dissesto?) che incombe come spada di Damocle.

Parlare nella Verità!....con coraggio, umiltà, pronti non solo a chiedere scusa alla Città ma cercare con altrettanta onestà quei rimedi che non cadano sulle spalle dei cittadini già provati dalle ambasce economiche e non solo.

Sono certo che il riconoscere eventuali propri errori o manchevolezze da parte di chi governa potrebbe sortire un duplice effetto: coinvolgere la Minoranza (pur senza privarla del diritto-dovere di critica ed opposizione costruttiva) in un progetto condiviso di risanamento della situazione di sofferenza finanziaria del Comune, e al tempo stesso rasserenare gli animi dei cittadini.

Nell'ottica del risanamento, ancor prima di essere obbligati dalla situazione di pre-dissesto ad incrementare la pressione fiscale e a ridurre servizi essenziali, un gesto significativo potrebbe essere quello di partire dalla scelta (condivisa da Maggioranza e Minoranza) di deliberare una congrua riduzione delle indennità in atto percepite da sindaco, assessori e consiglieri per il loro servizio alla Città!

Sono consapevole che mi si taccerà di ingenuità, ma questo non mi turba poiché sono convinto che "l'essere ingenuo sia una qualità positiva",…in quanto significa "essere libero, onesto, schietto, leale", e non, piuttosto, "un fardello da rimuovere specie in politica" (come spiega autorevolmente il politologo Alberto Lo Presti).

Dopo tanta cronaca nera, di cui spesso e dolorosamente la nostra Città è testimone, un tale gesto produrrebbe per contro una testimonianza tale da permettere di avviare un più sereno confronto, aiutando così la Città, pacificata, ad attendere le nuove elezioni per designare chi meglio testimonierà - con programmi credibili - l'amore alla Città.

Continuare invece sulla via delle reciproche accuse, ingiurie, demonizzazioni, arrecherebbe ulteriori ferite e offese alla nostra amata Andria.
  • centro igino giordani
Altri contenuti a tema
1 Sturzo e Giordani: l’anima nella Politica. A cento anni dalla fondazione del Partito Popolare Italiano Sturzo e Giordani: l’anima nella Politica. A cento anni dalla fondazione del Partito Popolare Italiano Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Domenico Mangano: una straordinaria quotidianità contrassegnata dall'impegno sociale Domenico Mangano: una straordinaria quotidianità contrassegnata dall'impegno sociale Aperto nel 2017 il processo di beatificazione. Il ricordo dell'amico Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
1 La Città: Via della Bellezza La Città: Via della Bellezza Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Gennaro Piccolo: «Un Sinodo per la città» Gennaro Piccolo: «Un Sinodo per la città» Riflessioni del referente del centro Igino Giordani di Andria
Insieme per un’Europa unita e multiforme animata dalla fraternità Insieme per un’Europa unita e multiforme animata dalla fraternità Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
29 ottobre: Festa Liturgica di Chiara Luce Badano 29 ottobre: Festa Liturgica di Chiara Luce Badano Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
La tela e il cielo: imparare a ripartire dalla sconfitta! La tela e il cielo: imparare a ripartire dalla sconfitta! Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
In politica, da cristiani In politica, da cristiani Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.