Parco Riaperto Andria
Parco Riaperto Andria
Vita di città

Pericolo smog per le città pugliesi: ad Andria le aree verdi arrivano al 0,3%

Confermata la detrazione del 36% ai fini Irpef delle spese sostenute per sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali

Pericolo inquinamento atmosferico anche per le città pugliesi. E' infatti allarme smog nelle città, dove in Puglia a peggiorare la condizione di inquinamento è la scarsità di aree verdi, con Barletta che registra una percentuale di verde pubblico dello 0,2%, Foggia, Andria e Brindisi dello 0,3%, Lecce e Trani dello 0,4%, Taranto inferiore all'1%, solo Bari supera il 2%. E' quanto emerge da un'analisi di Coldiretti Puglia che segnala come in molte città della Puglia la dotazione di verde pro capite non superi i 10 metri quadrati per abitante, secondo i dati ISPRA, con il valore più basso registrato a Barletta pari a 3,9 metri quadri per abitante.

"In quest'ottica abbiamo accolto senza indugio l'invito del Comune di Bari di prendere in custodia una delle rotatorie cittadine, dove abbiamo piantumato ulivi e melograni, in modo da abbellire e al contempo regalare uno spazio verde ai cittadini", spiega Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.
Intanto, da un'indagine Coldiretti/Ixe' diffusa in occasione dell'allargarsi dell'emergenza smog con lo stop diffuso in molti capoluoghi, è emerso che più di 7 cittadini su dieci (72%) sono disposti a rinunciare o a ridurre drasticamente l'utilizzo dell'auto per tutelare l'ambiente, diminuire il livello di inquinamento nelle città e migliorare la qualità della vita.
A favorire lo smog nelle città – sottolinea la Coldiretti – è, infatti, un inverno senza pioggia, con l'ultimo mese di dicembre che è risultato il secondo più caldo dal 1800 e una temperatura superiore addirittura di 1,9 gradi rispetto alla media del periodo di riferimento 1981-2010, combinato al traffico e alla ridotta disponibilità di spazi verdi che concorrono a combattere le polveri sottili e gli inquinanti gassosi.
Non si può però continuare a rincorrere le emergenze, ma – continua la Coldiretti - bisogna intervenire in modo strutturale ripensando lo sviluppo delle città e favorendo la diffusione del verde pubblico e privato sperimentando anche nuove soluzione innovative come i giardini e gli orti verticali. Una pianta adulta – precisa la Coldiretti - è capace di catturare dall'aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili e un ettaro di piante elimina circa 20 chili di polveri e smog in un anno.
In Italia però - aggiunge la Coldiretti - ogni abitante dispone in media nei capoluoghi di provincia di appena 31 metri quadrati di verde urbano, e la situazione peggiora per le metropoli con valori che vanno dai 6,3 di Genova ai 15,9 a Roma, dai 17,9 di Milano ai 22 di Torino fino ai 29 metri quadrati a Bologna.

In questo contesto è positiva la conferma il manovra per il 2019 del bonus verde fortemente sostenuta dalla Coldiretti che prevede attualmente una detrazione ai fini Irpef nella misura del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (giardini, terrazze), per la realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili.
  • coldiretti
  • verde pubblico
Altri contenuti a tema
Coldiretti Puglia: l'agricoltura recupera il terreno perso Coldiretti Puglia: l'agricoltura recupera il terreno perso 3,6 miliardi e il 22% di giornate lavoro sul totale nazionale
Olio extravergine di oliva, ad Andria il Press tour di Coldiretti Olio extravergine di oliva, ad Andria il Press tour di Coldiretti Presso l'azienda Muraglia porte aperte alla sala della cultura dell'olio
Da mani straniere più di ¼ del Made in Italy a tavola Da mani straniere più di ¼ del Made in Italy a tavola Province di Bari e Foggia i principali poli attrattivi per gli stranieri regolarmente residenti
Agricoltura, il cambio di clima porta anticipatamente nei mercati fragole ed asparagi Agricoltura, il cambio di clima porta anticipatamente nei mercati fragole ed asparagi E' l'effetto di un inverno anomalo segnato da temperature bollenti
Cresce in Puglia nell'ultimo decennio la produzione di olio d'oliva Cresce in Puglia nell'ultimo decennio la produzione di olio d'oliva Negativo, invece l'andamento dei prezzi di olive ed olio e l'ammasso privato dell'olio d'oliva
Albicocchi e mandorli in fiore: torna la primavera in Puglia Albicocchi e mandorli in fiore: torna la primavera in Puglia E intanto in Puglia la disponibilità di acqua negli invasi è addirittura dimezzata in 12 mesi
In Puglia diminuiscono le imprese agricole condotte da giovani In Puglia diminuiscono le imprese agricole condotte da giovani E' il dato che emerge da una analisi, dove purtroppo non compaiono i dati riferiti alla Bat
Aumentano i casi di influenza in Puglia anche per colpa dei pochi agrumi nella dieta Aumentano i casi di influenza in Puglia anche per colpa dei pochi agrumi nella dieta Le cattive abitudini alimentari che fanno salire il rischio di malattie stagionali
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.