Onda d'Urto
Onda d'Urto
Associazioni

Onda d'Urto in dialogo con il dott. Riccardo Matera, direttore del Dipartimento di malattie infettive

Obiettivo del progetto è proteggere ogni individuo ciascuno da agenti patogeni

Onda D'urto dialoga con le Istituzioni che vogliano collaborare.

Il dott. Riccardo Matera, direttore del Dipartimento di Prevenzione primaria/profilassi malattie infettive della Asl/Bt, così come deciso dal precedente incontro presso la Direzione Generale della Asl, in presenza dell'avv. Alessandro Delle Donne, Direttore generale, ha ricevuto ieri mattina la Onlus.

Il presidente Tony Tragno, il responsabile scientifico dell'indagine circa le cause dei tumori infantili dott. Tommaso Di Renzo e il collega dott. Dino Leonetti, hanno esposto le varie fasi dell'operatività dell'associazione sul territorio e nello specifico la indagine sul cancro che sta colpendo i bambini e i giovani nostri concittadini.

Il dott. Matera si è mostrato molto interessato a validare scientificamente ogni aspetto necessario al raggiungimento delle finalità di inchiesta e a dare ogni tipo di supporto si reputi necessario. Nel frattempo i pediatri stanno collaborando con i medici ricercatori dell'associazione promuovendo l'incontro con i genitori dei piccoli ammalati.

"La sensazione avuta ieri mattina è quella giusta, colma di attenzione e di sincero spirito di sinergia di intenti e di interesse per il bene della collettività -commenta Onda d'Urto-. Speriamo al più presto di chiarire i tanti dubbi che nella popolazione stanno emergendo circa gli inquinanti ambientali e la loro correlazione con l'insorgenza delle malattie. L'obiettivo è proteggere ciascuno da agenti patogeni che, una volta identificati, saranno rimossi. Ai cittadini chiediamo di continuare a sostenerci. Ci stiamo impegnando al massimo delle nostre possibilità".
  • onda d'urto
Altri contenuti a tema
Ad Andria i fruttivendoli virtuosi avranno il marchio "Buoni Dentro" Ad Andria i fruttivendoli virtuosi avranno il marchio "Buoni Dentro" Iniziativa dell'associazione Onda d'Urto onlus, "Giorgia Lomuscio" ed istituto "Colasanto", contro il fenomeno della frutta esposta ai gas di scarico
Onda d’Urto onlus: nuovo appuntamento al Juventus Club di Andria Onda d’Urto onlus: nuovo appuntamento al Juventus Club di Andria Previsto per domani, martedì 29 gennaio, alle ore 20.30
La Nuova Andria Calcio al fianco di Onda d’Urto: incontro il 25 gennaio La Nuova Andria Calcio al fianco di Onda d’Urto: incontro il 25 gennaio Appuntamento presso la sede della società in via Capuana
Andria e tumori infantili: stasera appuntamento con l’Ass. onlus “Onda d’urto” Andria e tumori infantili: stasera appuntamento con l’Ass. onlus “Onda d’urto” Previsto alle ore 20.30, presso il Centro Risorse in via Aldo Moro
Al via gli incontri in città a cura della onlus "Onda d'Urto" Al via gli incontri in città a cura della onlus "Onda d'Urto" Primo appuntamento martedì 15 gennaio presso la sede di Unimpresa Bat
La onlus "Onda d'Urto, uniti contro il cancro", organizza alcuni incontri in città La onlus "Onda d'Urto, uniti contro il cancro", organizza alcuni incontri in città Dopo le ultime vicende che stanno destando allarme sociale
7 Onda d'Urto, la lotta ai tumori continua: «E’ il momento di restare uniti» Onda d'Urto, la lotta ai tumori continua: «E’ il momento di restare uniti» «Tantissimi cittadini ci chiedono come poter contribuire alla lotta contro la strage silenziosa che sta colpendo i bambini e i giovani»​
“I malati di cancro di Andria” diventano argomento di tesi di laurea “I malati di cancro di Andria” diventano argomento di tesi di laurea A discuterla è la neolaureata in scienze infermieristiche Dott.ssa Francesca Rutigliano. Correlatore il Dott. Tommaso Di Renzo
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.