consiglio comunale
consiglio comunale
Attualità

No alla bretella nuova tangenziale: Forum Ricorda e Rispetta ringrazia i consiglieri comunali "coraggiosi"

Soddisfatti della decisione della Sindaca di inviare tutti gli atti alla Procura della Repubblica

Il FORUM AMBIENTE E SALUTE "RICORDA RISPETTA", con le 19 Associazioni delle 20 che costituiscono il forum cittadino, LEGAMBIENTE – SEDE DI ANDRIA; - ITALIA NOSTRA – SEDE DI ANDRIA; - FORUM AMBIENTALISTA – ANDRIA; - A.T. PRO LOCO ANDRIA; - WWF LEVANTE ADRIATICO – ANDRIA; - C.I.A – CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI; - AGRICOLTORI CONFCOMMERCIO ANDRIA; - LE STRADE DELL'OLIO – ANDRIA; - CONFESERCENTI – BAT – SEDE DI ANDRIA; - MEIC – MOVIMENTO ECCLESIALE D'IMPEGNO CULTURALE – ANDRIA; - 3PLACE ASSOCIAZIONE – ANDRIA; - IL NOCCIOLO – ASSOCIAZIONE – ANDRIA; - URBAN CENTER – ASSOCIAZIONE ANDRIA; - CLUB UNESCO – ANDRIA; - AZIONE CATTOLICA – DIOCESI DI ANDRIA; - CENTRO DI PRIMA ACCOGLIENZA CARITAS DIOCESANA – ANDRIA, ringraziano i consiglieri comunali "coraggiosi" che hanno impedito l'esecuzione del progetto della bretella nuova tangenziale di Andria. Ecco la loro nota.

«Siamo nel 2015 quando un noto rivoluzionario consegna al mondo le sue idee sul rispetto del creato in tutte le sue forme, per la salvaguardia della natura ed il perseguimento della piena sostenibilità ambientale. "Il suolo" è la prima risorsa naturale in assoluto: quella che da sola fornisce il 95% del cibo, senza suolo fertile non c'è futuro per nessuno. Senza rispetto del suolo si generano solo diseguaglianze e povertà e si ruba il futuro delle giovani generazioni. Non bastano le "tante parole" per rendere più sostenibile il nostro futuro: bisogna agire nei fatti per evitare disastri ambientali a cui tutti noi stiamo assistendo quotidianamente. Il noto rivoluzionario è Sua Santità Papa Francesco che esplicitava questo concetto nell'enciclica "Laudato Si" pubblicata appunto nel 2015. Ma nonostante i tanti segnali che ci arrivano dai tanti disastri naturali che ormai sempre più colpiscono i territori del mondo e della nostra nazione (ricordiamo quanto avvenuto poco più di un mese fa in Emilia Romagna) si continua a fare scelte scellerate stranamente avallate da organi dello Stato che dovrebbero invece tutelare il territorio e le popolazioni che ci vivono. Provincia, TAR e Consiglio di Stato approvano la distruzione di ettari ed ettari di suolo per realizzare un'opera inutile e dannosa per il territorio. Si va a realizzare una barriera tra le colline della Murgia e la città di Andria. Cosa succederà quando, come già avvenuto per due volte negli anni 60 e 70, l'acqua scesa in particolare dalla collina di Castel del Monte ha invaso diverse zone della nostra città? Dove finirà il fiume di acqua e fango che scenderà dalle colline? Non lo sappiamo e non potremo mai saperlo se non quando succederà il disastro. C'è tanto ancora da chiarire sulla realizzazione di quest'opera e noi andremo sino in fondo per capire se tutto è stato fatto regolarmente dall'indizione della gara di appalto sino all'aggiudicazione dello stesso appalto. Tutte le Associazioni unite in questa battaglia sono vicine e sostengono e ringraziano Sindaca, Assessori e tutti i Consiglieri Comunali che confermeranno il loro dissenso alla realizzazione dell'opera. Il nostro appoggio sarà totale e indefesso in favore di tutti coloro che confermando il no alla realizzazione dello scempio di fatto lo impediranno. Il voto dell'ultima assise che chiede il rispetto delle prerogative proprie del Consiglio Comunale ed il rispetto di necessari e indifferibili adempimenti da parte dell'Ente Appaltante ci conforta. Ma ci conforta ancora di più l'annuncio della Sindaca di invio degli atti dell'ultimo Consiglio e della lettera di azioni personali nei confronti dei consiglieri inviata dagli avvocati della ditta aggiudicataria dell'appalto alla Procura della Repubblica, in modo tale che vengano accertate le irregolarità nell'iter procedurale più volte richiamate appunto nell'ultimo Consiglio. Più siamo e più contiamo e nessuno potrà contrastare e non considerare la volontà popolare. Continua, pertanto, la raccolta di firme per dire no a questo inutile e degradante scempio del nostro territorio. Andria non vuole la bretella sud».
  • Comune di Andria
  • tangenziale andria
  • Consiglio comunale
  • Tangenziale ovest di Andria
  • Seconda tangenziale Ovest di Andria
Altri contenuti a tema
Abbandono di rifiuti in contrada Macchia di Rose Abbandono di rifiuti in contrada Macchia di Rose La Polizia Locale di Andria deferisce l’autore all’Autorità Giudiziaria
Nuovo ospedale: "Sindaco Bruno e Pd dove sono stati in questi anni?" Nuovo ospedale: "Sindaco Bruno e Pd dove sono stati in questi anni?" Lo dichiara Sabino Napolitano, Fratelli d'Italia: "L’on. Matera dice solo la verità e la verità fa male al Pd"
Nuovo ospedale: "Evitiamo di strumentalizzare una questione che viene da lontano per mera campagna elettorale" Nuovo ospedale: "Evitiamo di strumentalizzare una questione che viene da lontano per mera campagna elettorale" Così la Segreteria ed il Gruppo consiliare del PD Andria  
Nuovo ospedale, sindaco Bruno: “Sulla salute nessuna battaglia di campanile” Nuovo ospedale, sindaco Bruno: “Sulla salute nessuna battaglia di campanile” Arrivato, questa mattina, al Comune di Andria il piano gestionale revisionato e rimodulato
Rimozione rondò a Montegrosso sulla sp 2: Sindaco Bruno chiede incontro urgente con il Prefetto Riflesso Rimozione rondò a Montegrosso sulla sp 2: Sindaco Bruno chiede incontro urgente con il Prefetto Riflesso Esteso l’incontro al Comitato dei residenti la borgata
Confiscati definitivamente ad Andria dai Carabinieri beni per 80 milioni di euro Confiscati definitivamente ad Andria dai Carabinieri beni per 80 milioni di euro Terreni, appartamenti, conti correnti ed auto di lusso, sottratti definitivamente alla disponibilità dell'interessato e della sua famiglia
"La fest du scummugghie", commedia in vernacolo andriese dell'associazione L'AltroTeatro "La fest du scummugghie", commedia in vernacolo andriese dell'associazione L'AltroTeatro In programma il 25 e 26 aprile, presso l'auditorium di Mons. Di Donna
“Camerieri  per una sera”... la cena speciale curata dai ragazzi del Centro Zenith “Camerieri  per una sera”... la cena speciale curata dai ragazzi del Centro Zenith Per una sera vestiranno i panni di chef de rang e maitre di sala
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.