Monte Faraone
Monte Faraone
Vita di città

Monte Faraone, quel connubio di storia e natura deturpato dagli incivili

Sporcizia varia seminata ovunque: legambiente lo segnala sui canali social

Stamani sulla pagina facebook di Legambiente Andria, sono state pubblicate immagini alquanto aberranti sulle condizioni di degrado in cui versa Monte Faraone. Quel luogo che potrebbe essere letto come una pagina di storia del nostro territorio, in realtà è divenuto il simbolo del decadimento morale più spaventoso a cui poteva giungere l'inciviltà dell'uomo.

Come documentano le foto di seguito allegate, buste di immondizia varia come plastica, cartoni, mattonelle, pneumatici invadono ogni spazio del luogo, schiaffeggiando il bene più prezioso che abbiamo ancora a disposizione e forse per poco tempo: la bellezza della natura. Ma l'uomo continua a deturparla per egoismo, tradendo quella profonda armonia con l'ambiente capace di generare benessere per tutti noi.

Se poi a questo, si aggiunge il mancato riconoscimento e apprezzamento del Monte Faraone, quale luogo ricco di insediamenti neolitici, allora vuol dire che tutte queste azioni derivano da un fattore culturale che, a quanto pare, nella nostra comunità fatica a cambiare.

Pertanto l'appello ancor prima che lanciarlo alle istituzioni, augurandoci in una loro tempestiva azione di ripristino della campagna andriese, andrebbe rivolto innanzitutto al buon senso e al dovere civico di tutti i cittadini, i veri responsabili della tutela del patrimonio paesaggistico e storico di cui è impregnato il nostro territorio; ricordandoci inoltre, che ciascuno di noi può fare la differenza partendo dai gesti più semplici ma fondamentali per la salvaguardia dell' ambiente.
FB IMG
  • legambiente andria
  • Monte Faraone
Altri contenuti a tema
I giornalisti in erba della scuola "Vaccina" incontrano i rappresentanti di Legambiente I giornalisti in erba della scuola "Vaccina" incontrano i rappresentanti di Legambiente Grandi problemi e gesti quotidiani i temi al centro del dibattito
Tangenziale ovest: verso un adeguamento del tracciato esistente della Sp 2 Tangenziale ovest: verso un adeguamento del tracciato esistente della Sp 2 La gestione commissariale concorde nel rimandare la problematica all'insediamento del nuovo consiglio comunale
La Nuova Andria Calcio festeggia il Santo Natale con il Centro Zenith e Legambiente La Nuova Andria Calcio festeggia il Santo Natale con il Centro Zenith e Legambiente Progetto tecnico, solidarietà e rispetto per l'ambiente: un anno ricco di novità per la società calcistica andriese
Legambiente Puglia premia i comuni "ricicloni". Male Andria che scende al 58,8% Legambiente Puglia premia i comuni "ricicloni". Male Andria che scende al 58,8% Bitritto vince lo scudetto "rifiuti free", mentre Bari passa dal 40 al 43,3 % di raccolta differenziata
Nuova tangenziale di Andria: manca il confronto con la gestione commissariale comunale Nuova tangenziale di Andria: manca il confronto con la gestione commissariale comunale Tecnici, associazioni cittadine e politici hanno discusso pubblicamente su questa importane vicenda
Nuova Andria Calcio, festa di Natale il 18 dicembre con il Centro Zenith e Legambiente Nuova Andria Calcio, festa di Natale il 18 dicembre con il Centro Zenith e Legambiente All'oratorio S. Agostino ricca serata con uno spettacolo di teatro e l'iniziativa “Plastic Free”
Festa dell'Albero, Legambiente Andria: "All’Istituto Jannuzzi–Di Donna piantumazione affidata a circolo di estrema destra" Festa dell'Albero, Legambiente Andria: "All’Istituto Jannuzzi–Di Donna piantumazione affidata a circolo di estrema destra" Tale attività effettuata da "una compagine di un partito estremista di destra idealmente legato ai neofascismi"
Prosegue il confronto tra le associazioni cittadine sulla Tangenziale ovest di Andria Prosegue il confronto tra le associazioni cittadine sulla Tangenziale ovest di Andria Prossimo incontro il 13 dicembre presso l'auditorium della Chiesa del Sacro Cuore
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.