costruzione nuova Questura
costruzione nuova Questura
null

Montaruli (Unimpresa Bat): "Bat, nuovo Prefetto ma ancora senza Questura"

Intervento stampa di Savino Montaruli: "la condizione relativa all’ordine pubblico ed al disordine sociale preoccupa sempre più"

Il nuovo rappresentante del governo nazionale si insedierà a breve nel Palazzo del Governo in via Cialdini a Barletta, ma purtroppo rimane ancora insoluto, dal 2009 il rebus Questura della Bat. Mentre a giorni aprirà ufficialmente quella di Fermo e per quella di Monza ormai si è in dirittura di arrivo, per la Bat la situazione rimane ingessata, in quanto non si riesce ancora a pronosticare una data certa non solo per l'ultimazione dei lavori in via dell'Indipendenza, ma della sua messa in funzione, con relativo arredo e dotazione di personale e mezzi. Ma non è solo l'ormai ritardo decennale della Questura Bat a destare viva preoccupazione: anche la situazione delle altre sedi della Forze dell'ordine cittadine non lascia presagire nulla di buono, entrambe soggette sia per i Carabinieri che per la Guardia di Finanza a costi di locazione sempre più onerosi, mentre Andria annovera innumerevoli proprietà confiscate alla criminalità organizzata. Quale migliore segnale per il territorio se non quello di dotare i nostri Presidi della sicurezza e dell'ordine pubblico di uno di questi beni, frutto del malaffare e dell'antistato. Oggi raccogliamo l'appello, l'ennesimo che Savino Montaruli, storico rappresentate di Unimpresa Bat, rivolge al nuovo Prefetto della provincia Barletta Andria Trani:

"Tutti ricordano le parole, le prime parole d'insediamento del secondo Prefetto della Bat, la dott.ssa Clara Minerva, la quale disse: "Questura e sedi provinciali delle Forze dell'Ordine, porterò a termine la costituzione della Bat". Alle parole della Minerva, la cui nomina seguiva quella del suo predecessore dott. Carlo Sessa insediatosi a settembre 2009 e rimasto in carica fino a gennaio 2014, furono in molti a dare credito sperando che si realizzasse il progetto originario della Provincia Bat cioè l'istituzione del cosiddetto "Polo della Sicurezza" nella città di Andria, comprendente non solo la nuova Questura ma anche il Palazzo della stessa Prefettura.

Da quelle dichiarazioni del 2014 di anni continuano a trascorrerne e mentre la Provincia Bat continua a cadere letteralmente a pezzi, al punto da non conoscersene più la sua esistenza o meno, il suoi compiti, tranne il fatto che c'è chi attorno ad essa continua ad abbeverarsi, la condizione relativa all'ordine pubblico ed al disordine sociale preoccupa sempre più, in un territorio dove la politica continua a dare il peggio di sé disorientando i cittadini, gli imprenditori e la stessa cosiddetta società civile.

Anche chi prese il posto del Prefetto Minerva, cioè la dott.ssa Maria Antonietta Cerniglia, come anche recentemente il Procuratore Capo di Trani, Antonino Di Maio, hanno continuato ad affermare che uno degli obiettivi era quello di non lasciare incompiuta la realizzazione della Questura della Bat ma ad oggi nessuna di quelle Autorità ha avuto l'onore di tagliare quel nastro tricolore che giace in qualche cassetto chiuso nei palazzi del potere sin dal 2017, data in cui non solo quel manufatto di via Indipendenza avrebbe dovuto essere consegnato alla comunità ma che avrebbe anche dovuto essere in grado di contenere i duecento poliziotti in servizio mentre attualmente il Dirigente del Commissariato di Andria lamenta una carenza di organico di addirittura due terzi rispetto alle necessità.
Oggi alla guida del palazzo di Governo della Bat arriva il dottor Emilio Dario Sensi da Colleferro il quale, siamo certi, nel suo primo discorso di insediamento parlerà di Questura della Bat e del suo massimo impegno perché essa si realizzi, al più presto.
I politici faranno la nuova carrellata di opinionismo diffuso; qualcuno continuerà ad essere scettico, altri a difendere il loro operato vantando i meriti di aver evitato la perdita dei fondi mentre altri ancora già stanno facendo la corsa a ricercare quel nastro tricolore conservato da qualche anno in qualche sperduto cassetto, pronto al taglio dove (ri)vedremo, insieme, tutti gli autori dei ritardi, degli inspiegabili, colpevoli ritardi che continuano a rendere questa provincia ritardataria in tutto".
  • Provincia Bat
  • unimpresa bat
  • prefetto carlo sessa
  • clara minerva
  • Savino Montaruli
  • Questura Andria
  • prefetto cerniglia
  • Emilio Dario Sensi
Altri contenuti a tema
Soccorso dal 118 ultraottantenne al quartiere Europa Soccorso dal 118 ultraottantenne al quartiere Europa L'incidente, a seguito di una caduta, sarebbe avvenuto questa mattina, a causa di marciapiedi sconnessi. La protesta di Montaruli
Montaruli (Unimpresa Bat): "Senza dirigente sviluppo economico, conseguenze potrebbero essere pesantissime" Montaruli (Unimpresa Bat): "Senza dirigente sviluppo economico, conseguenze potrebbero essere pesantissime" "Oltre alla delicata questione Dehors, esiste tutto un sistema burocratico che rischia di entrare irrimediabilmente in crisi"
Aperture festive dei negozi, il punto di Unimpresa Bat Aperture festive dei negozi, il punto di Unimpresa Bat Montaruli: «Il governo affronta il tema con un approccio sbagliato»
Si profila uno scontro tra Angarano e Cannito per le elezioni provinciali nella Bat del 31 ottobre? Si profila uno scontro tra Angarano e Cannito per le elezioni provinciali nella Bat del 31 ottobre? Consultazioni di secondo livello: al voto solo sindaci e consiglieri comunali
Anche nella Bat la politica è in movimento in vista delle elezioni Europee Anche nella Bat la politica è in movimento in vista delle elezioni Europee In Forza Italia già si parla di Silvestris o di Giorgino mentre potrebbe essere della Bat un candidato grillino
Nuovo progetto di videosorveglianza ad Andria: arriva il via libera del Comitato tecnico della Prefettura Nuovo progetto di videosorveglianza ad Andria: arriva il via libera del Comitato tecnico della Prefettura Dopo i rilievi forniti dal Comando della Polizia Locale. Presto 300 mila euro per 46 telecamere tra centro storico e villa comunale
Strade dissestate, ponti e viadotti pericolanti: i timori di Unimpresa e Casambulanti Strade dissestate, ponti e viadotti pericolanti: i timori di Unimpresa e Casambulanti "La nostra vita ogni giorni appesa ad un filo. Viviamo in un territorio che cade a pezzi", il grido degli ambulanti
Ponti a rischio anche nella Bat, il Codacons diffida il Prefetto della Bat Ponti a rischio anche nella Bat, il Codacons diffida il Prefetto della Bat Due sarebbero in territorio di Andria. Chiesto il blocco dei mezzi pesanti e adeguate verifiche per evitare possibili tragedie
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.