Marcia diocesana della Pace
Marcia diocesana della Pace
Religioni

Marcia diocesana della Pace: "Per le generazioni future un mondo più solidale, giusto e pacifico"

Si è svolta a Minervino Murge, con la presenza del Vescovo diocesano Mons. Luigi Mansi, che ha presieduto in piazza Bovio un momento di preghiera

In tanti, provenienti anche da Andria e Canosa di Puglia, hanno preso parte alla Marcia diocesana della Pace "ComunicAzioni di Pace" che in serata si è svolta a Minervino Murge, partendo dal locale Palazzetto dello Sport, con la lampada della luce di Betlemme e l'immensa bandiera dai colori dell'arcobaleno portata a mano dai giovani e dagli scout. La Marcia diocesana della Pace è stata promossa ed organizzata dall'Ufficio di Pastorale Sociale-Lavoro-Giustizia-Pace e Salvaguardia del Creato, sotto il patrocinio del Comune di Minervino Murge. Alla stessa, hanno collaborato gli Uffici Pastorali della Diocesi di Andria (Comunicazioni Sociali, Servizio di Pastorale Giovanile e Caritas) e le Associazioni Ecclesiali: Azione Cattolica, Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale e Forum di Formazione all'Impegno Sociale e Politico, e le Associazioni Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie) "Renata Fonte" di Andria, la Scuola di formazione Socio-Politica -Cercasi un Fine di Minervino, gli SCOUT-Agesci di Canosa di Puglia e Minervino Murge, Libera Associazione di Volontariato di Minervino Murge.

La Marcia diocesana della Pace è stata preceduta da un incontro di riflessione sul tema "Comunicare i conflitti" con un'ospite d'eccezione Leonardo Zellino, giornalista TG1 che è stato intervistato da Marco Leonetti del Forum di Formazione all'Impegno Sociale e Politico, dopo gli interventi di don Michele Pace, direttore dell'Ufficio diocesano di Pastorale sociale e del sindaco di Minervino Murge, Lalla Mancini per gli onori di casa. Al centro delle attenzioni il Messaggio di Papa Francesco per la 57ª Giornata Mondiale della Pace del prossimo 1° gennaio 2024 che invita a riflettere sulle forme di intelligenza artificiale e le loro implicazioni per la pace, in questo periodo segnato da conflitti in più parti del mondo, mentre, il giornalista Leonardo Zellino ha raccontato le sue esperienze professionali nei teatri di guerra. Tra i momenti salienti della serata, la rappresentazione teatrale "Lo Spazio di un respiro" con Antonello Loiacono presso ex scuola Vittorino Da Feltre, in un vero e proprio viaggio nel mondo dell'infanzia attraverso parole, musica, ricordi ed esperienze che hanno in comune tra loro "quel sottile senso di inadeguatezza che ci rende tutti un po' diversi e quindi uguali". Cui ha fatto seguito, la proiezione del video "Comunicazione e politica", in Piazza Bovio ed il momento di preghiera presieduto dal Vescovo della Diocesi di Andria, Mons. Luigi Mansi, che ha avuto luogo presso la Parrocchia Incoronata.

L'appuntamento è per il 1° gennaio 2024 che si celebra la 57ª Giornata Mondiale della Pace con la preghiera di Papa Francesco per l'inizio del nuovo anno: «è che il rapido sviluppo di forme di intelligenza artificiale non accresca le troppe disuguaglianze e ingiustizie già presenti nel mondo, ma contribuisca a porre fine a guerre e conflitti, e ad alleviare molte forme di sofferenza che affliggono la famiglia umana. Possano i fedeli cristiani, i credenti di varie religioni e gli uomini e le donne di buona volontà collaborare in armonia per cogliere le opportunità e affrontare le sfide poste dalla rivoluzione digitale, e consegnare alle generazioni future un mondo più solidale, giusto e pacifico». Tra gli obiettivi della Giornata Mondiale, quello di dedicare il giorno di Capodanno alla riflessione ed alla preghiera per la pace.
Marcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della PaceMarcia diocesana della Pace
  • Diocesi di Andria
  • marcia della pace
  • mons. luigi mansi
Altri contenuti a tema
I vescovi della Puglia dal Papa: con loro anche Mons. Mansi I vescovi della Puglia dal Papa: con loro anche Mons. Mansi Ascolto ma anche consigli del Pontefice ai presuli che rischiano di sentirsi schiacciati da un mondo “che accelera sempre di più”
In distribuzione il numero di aprile di "Insieme" della Diocesi di Andria In distribuzione il numero di aprile di "Insieme" della Diocesi di Andria Disponibile in tutte le parrocchie di Andria, Minervino e Spinazzola, ed in alcune librerie e cartolerie
Don Marco Pagniello, direttore della Caritas italiana visita la masseria San Vittore Don Marco Pagniello, direttore della Caritas italiana visita la masseria San Vittore «Il progetto “Senza sbarre”, un esperimento di giustizia riparativa da replicare altrove»
Mons. Renna ospite della scuola di politica della diocesi di Andria Mons. Renna ospite della scuola di politica della diocesi di Andria "La democrazia che verrà" il tema dell'incontro che si è svolto nell'auditorium della parrocchia Sacro Cuore di Gesù
Eletta Maria Selvarolo, Presidente dell'Azione Cattolica Diocesana di Andria Eletta Maria Selvarolo, Presidente dell'Azione Cattolica Diocesana di Andria "Accanto ad una nuova nomina sorgono timori, sensazioni di inadeguatezza di fronte ad un incarico molto complesso, delicato, impegnativo"
Il progetto diocesano "Senza Sbarre" giunge in Capitanata Il progetto diocesano "Senza Sbarre" giunge in Capitanata Martedì 23 aprile, ore 18 presso la sala del Tribunale, Palazzo Dogana a Foggia. Ci saranno Don Riccardo Agresti ed il Giudice Giannicola Sinisi
Incontro su “La democrazia che verrà:  trasformazioni democratiche per una scelta consapevole” Incontro su “La democrazia che verrà: trasformazioni democratiche per una scelta consapevole” L’Arcivescovo di Catania Mons. Renna ospite del quarto convegno cittadino organizzato dal Forum Socio Politico di Andria
Morto monsignor Alberto di Chio: era nativo di Andria Morto monsignor Alberto di Chio: era nativo di Andria Era stato ordinato presbitero il 29 giugno 1967 nella Chiesa della SS. Annunziata ad Andria da monsignor Francesco Brustia
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.