Ass. prof. Lopalco
Ass. prof. Lopalco
Attualità

La Regione decide per la sospensione dei ricoveri programmati e non urgenti fino a martedì 27 ottobre

Le risorse umane sanitarie saranno così destinate alle attività connesse ai ricoveri d’urgenza che siano o no legate alla pandemia

In ragione dell'andamento epidemiologico della pandemia e al possibile ulteriore incremento dei ricoveri in reparti per acuti, in particolare di Terapia Intensiva e di area medica, l'assessore alle Politiche della Salute Pier Luigi Lopalco e il direttore del Dipartimento Vito Montanaro, hanno disposto, con decorrenza immediata e fino alla mezzanotte di martedì 27 ottobre 2020:
1) la sospensione dei ricoveri programmati sia medici che chirurgici presso le strutture ospedaliere pubbliche Covid e No-Covid;
2) di effettuare solo ricoveri con carattere d'urgenza "non differibile" provenienti dalle strutture di Pronto Soccorso;
3) di effettuare i ricoveri per pazienti oncologici e le prestazioni non differibili e urgenti previsti dalle disposizioni vigenti inerenti il percorso nascita;
4) la sospensione per tutta l'attività in libera professione intramoenia.

"La sospensione temporanea dei ricoveri programmati negli ospedali della regione – dichiara l'assessore Lopalco - consentirà di concentrare le risorse umane sulle attività connesse ai ricoveri d'urgenza che siano o no legate alla pandemia, garantendo altresì la disponibilità di maggiori spazi attualmente occupati dalle attività sospese. Questo favorirà anche una maggiore funzionalità e maggiore capienza delle cosiddette "aree grigie" presenti nelle aree di urgenza e dedicate alla valutazione dei pazienti prima dell'eventuale ricovero".

"Si tratta di una scelta temporanea - spiega il direttore Montanaro - dettata dalla veloce impennata dei ricoveri conseguenti alla diffusione del Covid. Stiamo lavorando in queste ore per allestire posti letto aggiuntivi di area medica e per assumere operatori sanitari necessari a soddisfare il significativo aumento del bisogno assistenziale. Stiamo inoltre provando a migliorare l'attività di filtro del territorio che in queste ultime ore è messa a dura prova per l'elevato numero di contagi".
  • Sanità
  • Ospedali
  • regione puglia
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

1386 contenuti
Altri contenuti a tema
Lutto al Santissimo Salvatore di Andria, se ne va padre Vincenzo Pinto Lutto al Santissimo Salvatore di Andria, se ne va padre Vincenzo Pinto Il Padre Dehoniano è deceduto nel pomeriggio al Covid Hospital di Bisceglie
Operatrici sanitarie per tamponi a domicilio, vengono derubate di oggetti personali Operatrici sanitarie per tamponi a domicilio, vengono derubate di oggetti personali E' accaduto ieri ad Andria ad una infermiera ed una operatrice socio sanitaria: denuncia alla Polizia di Stato
Emergenza covid: altri numeri da brivido, registrati nella regione 1.511 casi positivi Emergenza covid: altri numeri da brivido, registrati nella regione 1.511 casi positivi Sono 195 i contagiati nella provincia BAT e due decessi
Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: i drammatici dati della Puglia Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: i drammatici dati della Puglia Dal 2014 al 2019, emerge che sono state circa 10.000 le donne entrate in contatto con i centri antiviolenza
1 Urge sangue da pazienti covid già negativizzati per andriese 50enne Urge sangue da pazienti covid già negativizzati per andriese 50enne Necessario rivolgersi al più presto presso il servizio trasfusionale della Asl Bt di Barletta allo 0883.577293
Coronavirus, bollettino nero in Puglia: 1.567 nuovi casi e 52 decessi Coronavirus, bollettino nero in Puglia: 1.567 nuovi casi e 52 decessi Nella provincia Bat 199 nuovi casi di positività e 2 decessi
Covid, stretta sui controlli: ispezionati dai carabinieri di Andria 64 esercizi commerciali Covid, stretta sui controlli: ispezionati dai carabinieri di Andria 64 esercizi commerciali Elevate 50 sanzioni su più di 500 persone controllate, servizi analoghi ancora nei prossimi giorni su tutto il territorio provinciale
Covid, necessaria convocazione di un Consiglio Comunale monotematico in tempi brevi sull'emergenza sanitaria Covid, necessaria convocazione di un Consiglio Comunale monotematico in tempi brevi sull'emergenza sanitaria La richiesta arriva da Riccardo Nicolamarino (Forza Italia Andria): «Si è perso già troppo tempo prezioso»
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.